Diritto e Fisco | Articoli

Lo sconto del 30 per cento sulle multe pagate entro 5 giorni: tutte le novità

10 settembre 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 10 settembre 2013



Un confronto tra le principali contravvenzioni per capire quali siano veramente i benefici, i limiti, le esclusioni e soprattutto l’applicazione pratica delle ultime modifiche al Codice della Strada.

 

Dal 21 agosto 2013 scorso il trasgressore che riceve un verbale di contravvenzione al Codice della Strada può pagare la multa con lo “sconto” del 30% se effettua il versamento entro 5 giorni.

Per questo motivo nei nuovi verbali viene indicata anche una cifra “scontata” del 30% rispetto all’importo minimo di legge da pagare entro 5 giorni; se invece il pagamento viene effettuato tra il 6° e il 60° giorno si dovrà versare l’intero importo della sanzione pecuniaria.

Quindi la cifra “scontata” è pari al 70% dell’importo minimo di legge.

Si noti il confronto tra i due tipi di importo delle più comuni contravvenzioni:

– assenza copertura assicurativa                                    da € 841 a € 588,70

– eccesso velocità (oltre 10 e non oltre 40km/h)               da € 168 a € 117,60

– passaggio con semaforo rosso                                     da € 162 a € 113,40

– uso del telefono durante la marcia                                 da € 160 a € 112

– sosta sul marciapiede                                                  da €   84 a €   58,80

– mancato utilizzo delle cinture di sicurezza                     da €   80 a €   56

– sosta in seconda fila                                                     da €   41 a €   28,70

– eccesso velocità (non oltre 10 km/h)                            da €   41 a €   28,70

– mancata esposizione contrassegno assicurativo          da €   25 a €   17,50

Nel caso di contestazione immediata i 5 giorni per poter usufruire del “pagamento agevolato” sono quelli immediatamente successivi al giorno in cui il trasgressore è stato fermato dagli agenti.

Se invece non c’è stata contestazione immediata i 5 giorni per poter pagare la multa con lo “sconto” del 30% saranno quelli subito successivi al giorno in cui al trasgressore verrà recapitato il verbale di contravvenzione (notificazione del verbale).

Lo “sconto” del 30% non è possibile per tutte le multe.

Questo tipo di pagamento “agevolato” non è previsto per tutte quelle violazioni che comportano la sospensione della patente o la confisca del mezzo.

Non è previsto neanche nel caso di guida contromano e di inversione di guida effettuate su autostrade e strade extraurbane principali.

Infine non è possibile per le sanzioni pecuniarie penali come ad esempio nel caso di guida in stato di ebbrezza con tasso alcolemico superiore a 0,8 grammi/litro o anche nel caso di guida sotto l’influenza di sostanza stupefacenti.

Da non dimenticare: se si vuole fare ricorso contro una multa ingiusta non bisogna pagarla!

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Buongiorno,
    ho trovato una multa sul mio parabrezza di 58,80 per sosta su marciapiede. Ho un dubbio e vorrei chiederle se qualcuno può rispondere alle mie domande: se aspetto che mi arriva a casa la notifica dovrò pagare un importo maggiorato o rimangono sempre 58,80? E’ ancora possibile fare ricorso al prefetto evitando la tassa da pagare per il giudice di pace?

    Grazie per gli utili articoli

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI