Incentivi fotovoltaici ed eolici: pubblicate le graduatorie

29 Gennaio 2020
Incentivi fotovoltaici ed eolici: pubblicate le graduatorie

Sul sito Gse le graduatorie relative al bando di luglio 2019 per accedere agli incentivi sugli impianti di energie rinnovabili installati. In arrivo il nuovo bando.

Il Gestore dei servizi energetici (Gse) ha pubblicato ieri, sul proprio sito internet (www.gse.it), le graduatorie dei registri e delle aste relativi al decreto 4 luglio 2019. Ce lo comunica l’agenzia stampa Adnkronos.

Su 730 Mw messi a bando lo scorso 30 settembre, il Gse ha ricevuto oltre 880 domande per un totale di 772 Mw. Sono stati saturati i contingenti dei registri (gruppo A e gruppo B) e delle aste (gruppo A). Fatta eccezione per il Gruppo A2, per gli altri registri sono state presentate domande con il massimo ribasso previsto fino al 30% sulla tariffa base.

In particolare, per quanto riguarda i registri, in quelli del gruppo A relativo agli impianti eolici on-shore e agli impianti fotovoltaici di nuova costruzione, sono arrivate 522 domande per un totale di 92 Mw su un contingente messo a bando di 45 Mw. Per i registri del gruppo B, relativo agli impianti idroelettrici e agli impianti a gas residuati, il Gse ha ricevuto 229 domande per un totale di 36 Mw, a fronte di 10 Mw previsti nel bando.

Le 96 domande presentate per l’iscrizione al registro del gruppo A2, destinato agli impianti fotovoltaici installati in sostituzione di coperture di amianto, hanno impegnato 15 Mw dei 100 Mw disponibili.
Per quanto riguarda invece le aste, in quelle del gruppo A, relativo agli impianti eolici on-shore e agli impianti fotovoltaici di nuova costruzione, sono arrivate 26 domande per un totale di 595 Mw, a fronte di un contingente messo a bando di 500 Mw.

Le graduatorie sono state pubblicate sul sito del Gse, nella specifica sezione. Come da calendario, il prossimo bando si aprirà il 31 gennaio, per chiudersi il primo marzo e includerà anche il contingente non assegnato nella sessione precedente.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube