Diritto e Fisco | Articoli

Ora la scatola nera nell’auto viene prevista anche dal Codice della Strada

12 Settembre 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 12 Settembre 2013



La scatola nera nelle auto, già prevista come offerta obbligatoria nelle polizze proposte dalle compagnie di assicurazione, sarà la normale prassi con la già avviata riforma del codice della strada, perché diminuisce i costi sociali degli incidenti.

 

Abbiamo già trattato della scatola nera nelle automobili e su come essa incida sulle assicurazioni, per le riduzioni sul presso della polizza in favore dell’automobilista (leggi l’articolo L’obbligo di scatola nera sulle auto: come incide sull’assicurazione). Ora, tra le novità del Codice della Strada, come verrà innovato sulla base dello schema di disegno di legge delega per la riforma [1], c’è anche tale dispositivo, idoneo a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente e contrastare le frodi dei sinistri stradali simulati.

L’obbligo della scatola nera in auto era già stato disposto dal c.d. “Decreto liberalizzazioni”[2], che impone alle compagine di assicurazione di offrire tale opportunità e di concedere forti sconti a chi scegliesse di installare il dispositivo. Adesso, con l’ultima riforma del Codice della Strada, possiamo dire che l’offerta di polizze con l’offerta di tale dispositivo, che registra le attività del veicolo, diventerà la normale prassi in sede di contrattazione con la compagnia di assicurazione.

Per le caratteristiche tecniche della scatola nera si rinvia all’articolo: “Novità RC auto: polizze più basse per chi ha la scatola nera”.

note

[1] In quanto già approvato il 26 luglio scorso dal Consiglio dei Ministri, all’insegna della “semplificazione”, ormai una parola d’ordine nelle riforme della pubblica amministrazione e anche per i criteri di legislazione: le sanzioni saranno più severe, specie a tutela dei pedoni e dei veicoli “deboli” come ciclisti e motociclisti, ma la procedura per i ricorsi avverso le sanzioni stesse più spedita.

[2] D.L. 24 gennaio 2012 n. 1 “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività”, convertito con modificazioni nella legge 24 marzo 2012 n. 27. l’art. 32 comma 1 prevede che  le compagnie di assicurazione, qualora l’assicurato accettasse la proposta di installare la scatola nera, devono applicare una significativa riduzione del premio, oltre a sopportare i costi di installazione del dispositivo.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI