Politica | Articoli

Il venir meno della corrispondenza tra eletti ed elettori

29 Gennaio 2020 | Autore: Paolo Rosa
Il venir meno della corrispondenza tra eletti ed elettori

Le elezioni europee e le successive amministrative, dopo le politiche del 4 marzo 2018, certificano la non corrispondenza tra eletti in Parlamento ed elettori.

Il Movimento 5 Stelle, forte di 226 unità alla Camera e 116 al Senato, si è progressivamente evaporato eppure in Parlamento, con i numeri sovra indicati, rappresenta la maggioranza relativa. Il nostro sistema parlamentare non prevede rimedi se non il ricorso a elezioni anticipate dato che i Governi si formano in Parlamento.

In questa tornata si è già passati da due Governi, sostenuti da maggioranze diverse, seppur a guida del medesimo premier. Si possono ipotizzare altre soluzioni al posto del Movimento 5 Stelle? Penso che i parlamentari, che con il 29 marzo vedranno ridotto il numero dei seggi, faranno di tutto e di più per conservare la poltrona ma – mi domando – è costituzionale questo?

Risponde al bene comune o piuttosto all’interesse personale di pochi? Io credo che, come molti costituzionalisti sostengono [1], sia più corretto e interprete del sentimento popolare il ricorso a elezioni anticipate. Nelle more siamo tornati al bipolarismo e chi vincerà garantirà al Paese una maggioranza stabile per l’intera legislatura.


Di Paolo Rosa

note

[1]  Barile, P., I poteri del Presidente, cit. Carlassare, L., Art. 88; 2) Cuomo, G., Unità e
omogeneità nel Governo parlamentare; 3) Jovene, Napoli, 1957 pp. 100 e ss.; 4) De Fiores,
C., La travagliata fine dell’XI legislatura, p. 1504; 5) Galizia, M., Studi sui rapporti tra
Parlamento e Governo,p. 257 e ss.; 6) Lavagna, C., Il sistema elettorale nella Costituzione
italiana, in «Riv. Trim..Dir. pubbl.», 1952; 7) Lucatello, G., L’esercizio dei poteri del Capo dello
Stato nel Governo parlamentare, Padova, Cedam, 1955; Manzella, A., Il Parlamento, in G.,
Amato, A. Barbera, a cura di, Manuale di diritto pubblico, II Mulino, Bologna, 1997.
Vedasi inoltre, sui manuali, nelle varie edizioni: Balladore Pallieri, G., Diritto costituzionale,
Giuffrè, Milano; Barile, P., Istituzioni di diritto pubblico, Cedam, Padova; Bozzi, A., Istituzioni di
diritto pubblico, Giuffrè, Milano; Cuocolo, F., Istituzioni di diritto pubblico, Giuffrè, Milano;
Lavagna, C., Istituzioni di diritto pubblico, UTET, Torino; Martines, T., Diritto costituzionale,
Giuffrè, Milano. https://www.centromachiavelli.com/2019/09/11/cerrinaferoni-voto-anticipato


1 Commento

  1. VOTARE PER FARE UN FAVORE AL CENTRO DESTRA?
    NO BISOGNA ASPETTARE ANCORA QUALCHE ANNO PER FAR CAPIRE AGLI ELETTORI QUANTO SIA VUOTA E PROPAGANDISTICA LA PROPOSTA DEL CAZZARO VERDE.STIAMO GIA’ CONSTATANDO, ANCHE SE I MEDIA VENDUTI SE NE GUARDANO BENE DAL DENUNCIARLO, IL MALGOVERNO NELLE REGIONI PASSATE DA ULTIMO AL CDX. E’ FACILE AVERE CONSENSI PARLANDO DI IMMIGRAZIONE E DI SICUREZZA MA E’ FORSE MIGLIORATA NELLE REGIONI PASSATE AL CDX?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube