Tech | Articoli

Come amplificare segnale wifi

18 Marzo 2020
Come amplificare segnale wifi

Hai problemi di ricezione del segnale WiFi a casa tua o sul tuo posto lavoro? In questa guida ti spieghiamo come amplificare il segnale WiFi e ottenere una connessione funzionante su un ampio raggio.

Con il passare degli anni, la connessione a una rete WiFi è diventata sempre più importante per le nostre attività lavorative o private. Le nostre navigazioni sul web, i backup automatici dei nostri dispositivi mobili, l’attività di gaming online e il sempre più ampio ricorso allo streaming come forma di intrattenimento hanno reso fondamentale possedere una connessione WiFi efficiente e affidabile. All’interno di edifici ampi, questa connessione può però riscontrare alcuni problemi, arrivando al nostro dispositivo con un segnale talmente basso da renderla pressoché inutilizzabile.

Nel proseguimento di questo articolo, ti spiegheremo come amplificare segnale wifi, in modo da superare agilmente questo tipo di difficoltà e ottenere così una connessione prestante su un ampio raggio.

La posizione del tuo router WiFi

Anche se può sembrare banale, la posizione del tuo router WiFi è la prima cosa che dovresti verificare per comprendere e porre fine ai problemi di scarsa ricezione. Anche il miglior router sul mercato ha infatti una distanza massima a cui può estendere il segnale, che può essere più o meno ampia a seconda del modello e della marca del dispositivo. Dovresti, prima di tutto, verificare la portata del router, e in secondo luogo verificare la possibilità di uno spostamento di quest’ultimo.

La posizione attuale potrebbe infatti non essere quella ottimale per raggiungere tutti i posti in cui lavori o tutti i dispositivi che necessitano di una connessione prestante al WiFi. Nella ricerca di una nuova posizione, tieni conto anche di muri, scale, pavimenti e voluminosi oggetti di metallo che potrebbero indebolire il segnale WiFi, vanificando di conseguenza tutti gli sforzi da te fatti per estendere il segnale.

Se lo ritieni opportuno, puoi effettuare alcune prove sulla posizione del tuo router, avvalendoti dell’app gratuita Wi-Fi SweetSpots, disponibile sia sul Play Store di Android sia sull’App Store di iOS. Attraverso questa semplicissima applicazione potrai ottenere un dato preciso e affidabile sulla potenza del segnale WiFi in diversi punti dell’edificio, e agire di conseguenza per scegliere una posizione ottimale per il router.

Nel corso della tua valutazione della migliore posizione possibile per il tuo router, prenditi qualche minuto per valutare anche un altro aspetto che potrebbe peggiorare la qualità della tua connessione WiFi. Stiamo parlando degli scrocconi di WiFi, ovvero persone che si trovano nei paraggi della sua abitazione e che potrebbero essere risalite alla password per accedere alla tua rete. In questo caso, oltre alle tue attività volontarie e a quelle automatiche da parte di computer e dispositivi mobili, che utilizzano la rete per i loro backup automatici, la tua rete casalinga dovrebbe sobbarcarsi anche un ulteriore carico da parte di estranei. Per ovviare a questo problema, ricordati di cambiare la password del tuo router a intervalli regolari, oltre a verificare l’intromissione di dispositivi di estranei nella tua rete attraverso il pannello di amministrazione del tuo router.

Se stai pensando di svolgere questa esecrabile attività in prima persona, ti ricordiamo che potresti incorrere nel reato di accesso abusivo a sistema informatico, regolamentato dal codice penale. In questo articolo “Collegarsi alla rete wi-fi di un’altra persona: cosa si rischia?” ti spieghiamo in maniera approfondita ed esaustiva quali sono i rischi legali in cui puoi incorrere accedendo senza permesso a una rete WiFi protetta da password. Un’utile occasione per sapere a cosa puoi andare incontro, prima di avere spiacevoli sorprese.

Cambiare banda di frequenza WiFi

Un altro fattore che influenza la potenza del segnale WiFi, e che viene poco considerato, è la banda di frequenza del router. Molti dispositivi moderni offrono agli utenti un servizio di dual band (e in certi casi tri band), composto da una banda di frequenza tradizionale, fissata a 2,4 GHz, e una o più bande a 5 GHz. Queste due modalità di banda presentano vantaggi e svantaggi. La banda a 5 GHz è infatti molto più prestante di quella a 2,4 GHz, e di conseguenza può risolvere alcuni problemi di velocità. La banda a 2,4 GHz è però molto più efficace dell’altra nel superamento degli ostacoli che incontra il segnale. Nel caso in cui il problema dello scarso segnale WiFi sia dovuto alla distanza, un passaggio alla rete 2,4 GHz potrebbe quindi risolvere o attenuare fortemente le tue difficoltà.

Per cambiare l’impostazione di banda, entra nel pannello di amministrazione del tuo router, raggiungibile solitamente agli indirizzi 192.168.1.1 o 192.168.0.1, con l’immissione della login e della password (le combinazioni più popolari sono admin/admin e admin/password, ma la password può anche essere diversa e scritta sul fondo del router). Una volta entrato nel pannello, che ovviamente varia per funzionalità e diciture a seconda del modello e della marca del router, cerca le impostazioni relative alla banda e alla frequenza, e modifica la tua impostazione in base alle tue esigenze.

L’antenna WiFi

Un altro importante fattore per la potenza del tuo segnale WiFi è l’antenna. Prima di tutto, verifica che l’antenna montata sul tuo router sia in posizione ottimale, ricordandoti che questo componente irradia il proprio segnale su un piano perpendicolare rispetto alla sua disposizione.

In parole povere, se l’antenna è in posizione perfettamente verticale, non propagherà il segnale verso l’alto o verso il basso, ma lo farà in tutte le altre direzioni. Viceversa, un’antenna disposta in posizione perfettamente orizzontale irradierà soltanto verso l’alto o verso il basso. Ricordalo nel caso in cui decidessi di muovere l’antenna del tuo router nel corso di prove per verificare la potenza del segnale WiFi.

Nel corso di queste operazioni potresti fare una scoperta spiazzante, cioè l’assenza di antenna dal tuo router. Questo è sicuramente dovuto al fatto che disponi di un modello abbastanza datato, incapace di supportare la tecnologia MIMO e MU-MIMO. Prima di disperare e di valutare l’acquisto di un nuovo router, dovresti però dare un’occasione alle cosiddette antenne omnidirezionale esterne. Su Amazon trovi modelli adatti a tutte le esigenze e a tutte le tasche, perfetti per amplificare il segnale trasmesso dal tuo router WiFi.

Amplificare il segnale WiFi con il range extender

Se nessuna delle soluzioni che ti abbiamo consigliato in precedenza ha portato a risultati degni di nota, potresti valutare l’opportunità di ricorrere a un piccolo acquisto che possa migliorare le prestazioni e l’efficienza del tuo router. Stiamo parlando dei cosiddetti range extender, cioè dei dispositivi somiglianti ai router dal punto di vista estetico, che diventano a tutti gli effetti dei ripetitori WiFi, agganciandosi al tuo dispositivo casalingo e ampliandone il segnale. Un range extender posizionato in maniera strategica rispetto alla posizione del router e a quella su cui devi operare ti permetterà di ottenere un segnale più potente ed efficace.

Nello specifico, attraverso questo dispositivo potresti facilmente ampliare il segnale di un router con banda a 5GHZ, potente ma di corta portata, in modo da beneficiare dei suoi effetti in tutta la tua abitazione o nell’intero ambiente di lavoro. A differenza del router, il range extender non ha bisogno di essere collegato alla linea telefonica di casa, perchè gli basta essere abbastanza vicino al router principale per agganciarsi al suo segnale. Anche in questo caso, su Amazon puoi trovare modelli dalle svariate funzionalità e dai più disparati costi, fra i quali troverai sicuramente il dispositivo più adatto alle tue personali esigenze.

Amplificare il segnale WiFi attraverso le reti mesh

A integrazione di quanto abbiamo appena visto per i ripetitori WiFi, vale la pena spendere qualche parola in più sulle cosidette reti mesh, sempre più diffuse a tutti i livelli. Attraverso la cooperazione di più router o range extender, le reti mesh creano un unico grande network, dalla portata pressoché inalterata in tutte le posizioni di un edificio e dall’altissima efficienza, scaturita dal fatto che ogni nodo all’interno della medesima rete contribuisce a stabilizzare e a elevare la qualità della rete, riducendo al minimo le conseguenze di ogni malfunzionamento.

Le reti mesh sono gestite da un software che garantisce in ogni momento la copertura ottimale, intuendo il percorso migliore per il trasferimento dei dati da una specifica posizione e in un determinato istante. L’imponenza di questo sistema e la sua elevatissima efficienza si traduce in costi più alti per assicurarselo. Anche se puoi trovare modelli abbastanza economici su Amazon, i sistemi per reti mesh più evoluti, forniti da Google, TP-Link e Netgear, potrebbero costarti anche qualche centinaio di euro. Prima di sobbarcarti una spesa così importante, valuta quindi attentamente le tue esigenze e le tue risorse.

Amplificare il segnale WiFi con Powerline

L’ultimo consiglio che ti diamo per migliorare la copertura della tue rete WiFi casalinga è il ricorso ai cosiddetti adattatori powerline. Più che alle persone che devono estendere un segnale su superfici particolarmente estese, questo strumento si rivolgere a coloro che dispongono di un’abitazione o di un ufficio esteso su diversi piani, o attraversato da mura particolarmente spesse. Sulla scia di quanto abbiamo già visto per i range extender, questo tipo di adattatore sfrutta la normale rete elettrica, a cui va agganciato, per portare il segnale Wi-Fi in tutto l’edificio.

Ogni adattatore powerline diventa così un vero e proprio hotspot Wi-Fi, facendo viaggiare i dati in tutta la casa ad alta velocità. Anche in questo caso, Amazon ci mette a disposizione un’ampia gamma di adattatori powerline, fra cui puoi scegliere quello più adattato alle tue esigenze tecniche e alla tua disponibilità economica.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube