Diritto e Fisco | Articoli

Affitto: come evitare le truffe sul web

24 Febbraio 2020 | Autore:
Affitto: come evitare le truffe sul web

Caparre facili, indicazioni vaghe, prezzi troppo stracciati, foto false, appuntamenti che slittano in continuazione: i consigli per non prendere fregature.

Una volta si prendevano i giornali, soprattutto quelli specializzati, e si scorrevano gli annunci per trovare una casa in affitto, facendo l’immancabile cerchietto con il pennarello attorno a quelli che potevano interessare. Oppure si andava direttamente all’agenzia immobiliare e si chiedeva qualche consiglio. L’agenzia c’è ancora (per fortuna), ma al posto del giornale di carta, chi cerca una locazione spulcia su Internet a caccia di un affare. Tra siti dedicati proprio al mercato immobiliari ed altri in cui sono i singoli privati a lasciare la descrizione dell’immobile ed un recapito. Ed è qui che si può celare la fregatura: chi ha lasciato l’annuncio di quella casa che interessa sarà davvero una persona onesta? Oppure utilizza la Rete per fare un po’ di soldi e poi sparire col malloppo? Insomma, quando si cerca un immobile in affitto, come evitare le truffe sul web?

Come ha recentemente sottolineato l’Unione nazionale dei consumatori, trovare il malintenzionato su Internet non è una rarità. Complice l’anonimato, c’è chi ti dà appuntamento per vedere la casa ma prima vuole che versi una caparra per bloccare l’operazione. Oppure chi «piazza» l’immobile a più inquilini per poi diventare invisibile e lasciare i poveri affittuari a giocarsi la casa a «bim-bum-bam». Non c’è niente da fare: per quanto tu sia in buona fede, corri sempre il rischio di trovare dall’altra parte dello schermo chi non lo è affatto. Quindi, come evitare le truffe sul web quando si cerca un affitto? Con qualche accorgimento come quelli di cui parliamo in seguito.

Affitto e truffe: occhio al prezzo

Va bene tentare di risparmiare e cogliere al volo un vero affare, ma tutto ha un limite. Quando trovi un appartamento in affitto ad un prezzo particolarmente stracciato, fatti questa domanda: come mai costa così poco? Può risultare alquanto singolare che una casa di una certa grandezza in un luogo ben servito sia messa in locazione ad un prezzo così concorrenziale da saltare all’occhio.

Il dubbio che il canone di un affitto esageratamente basso nasconda qualche piccola truffa c’è e ci deve essere. Come regola, considera che se un immobile viene messo in locazione ad un prezzo inferiore del 30% rispetto alla media del mercato, c’è qualcosa che non va. Potrebbero essere gli impianti mal funzionanti o un contatore abusivo, per fare qualche banale esempio. Ad ogni modo, meglio stare sulla media per evitare truffe sul web.

Affitto e truffe: occhio alle foto

Oltre al prezzo, un altro elemento che attira l’attenzione di chi cerca su Internet una casa in affitto è la galleria fotografica. E qui si apre un mondo. Chi vuole fare delle truffe sul web di solito usa due modalità. La prima, forse la più utilizzata, è quella di scattare delle foto da certe angolazioni per far sembrare l’appartamento molto più grande di quello che in realtà è, magari grazie ad un grand’angolo. Insomma, uno guarda quelle immagini su Internet e vede ambienti spaziosi, luminosi e puliti. Quando ha concluso il contratto ed apre la porta, rischia di trovarsi un buco con molta meno luce e per di più trascurato. Non è certamente quello che l’inquilino si aspettava.

L’altra tecnica usata dai truffatori è quella di presentare delle foto false, prese da qualche sito e sbattute nell’annuncio dell’affitto proposto. Insomma, ti presento una Ferrari per poi darti una bicicletta. In questo caso, puoi copiare o salvare l’immagine e trascinarla in un motore di ricerca per vedere se comprare con una descrizione diversa oppure se è già stata utilizzata altrove.

Puoi evitare in questi casi le truffe sul web chiedendo a chi propone l’affitto di scattare delle nuove foto e di mandartele. Se rifiuta la tua richiesta, ecco che sei molto probabilmente di fronte ad un imbroglione.

Va da sé che il modo migliore per non cadere in questi tranelli è quello di chiedere di vedere l’immobile prima di firmare qualsiasi cosa o di dare un solo centesimo di caparra. Anche in questo caso, se vedi che si continua a rinviare l’appuntamento per la visita, meglio che lasci perdere.

Affitto e truffe: occhio alla posizione

Non guasta verificare la posizione dell’immobile in affitto proposto sul web. Può capitare, infatti, che qualche furbo descriva nel suo annuncio un contesto che, in realtà, non esiste: un parco vicino, una via tranquilla, degli edifici eleganti attorno. Oppure, se si tratta di un appartamento per le vacanze, potrebbe «collocarlo» in riva al mare o al lago quando, in realtà, per mettere i piedi in ammollo dovresti farti un quarto d’ora di camminata. L’esercizio fa bene, ma basta saperlo.

E per saperlo, uno dei modi più efficaci te lo offre proprio Internet. Basterebbe dare un’occhiata a Streetview o a Google Maps, digitare l’indirizzo e vedere l’effettiva posizione della casa da prendere in affitto.

Resta sempre, come alternativa, la soluzione che abbiamo citato premia: controllare di persona prima di prendere qualsiasi impegno. Possibilmente con l’inserzionista, in modo da carpire il maggior numero possibile di informazioni.

Affitto e truffe: occhio alla caparra

Perché una persona potrebbe organizzare delle truffe sul web con un appartamento in affitto? La risposta può essere solo una: per spillare dei soldi facili a qualche ingenuo e poi sparire o far valere un contratto in cui l’inquilino ha preso l’impegno che non doveva prendere.

Se il tentativo del proprietario (vero o finto che sia) dell’immobile è quello di fare cassa, sicuramente insisterà per avere una caparra ancor prima di mostrarti la casa. Sempre che la casa esista, ovviamente. La scusa ufficiale sarà quella di non farti perdere l’affare. Ti dirà che con la caparra ti assicurerai l’affitto anche se dovesse arrivare successivamente un’altra offerta.

Questo è un campanello d’allarme che non va sottovalutato. Non sarebbe molto corretto, infatti, concludere un affare senza aver prima visto l’immobile. Se insiste per avere prima i soldi, significa che ha qualcosa da nascondere. Inoltre, può anche succedere che lo stesso che sta facendo con voi lo faccia con altri aspiranti inquilini. Insomma, riscuote un po’ di caparre e poi sparisce. Motivi più che sufficienti per diffidare e cercare una sistemazione altrove.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube