Diritto e Fisco | Articoli

È legale dormire in macchina?

3 Febbraio 2020 | Autore:
È legale dormire in macchina?

Si può dormire in auto? In quali casi passare la notte in macchina costituisce illecito? Addormentarsi in auto: quando è reato?

Purtroppo può capitare di non poter dormire nel proprio letto di casa: a volte accade perché una situazione straordinaria ci impedisce di tornare nella nostra abitazione (pensa a una scossa di terremoto o a un improvviso cedimento strutturale), altre volte perché siamo stati momentaneamente allontanati (pensa alla moglie infuriata che caccia fuori il marito). È possibile poi che vi siano persone costrette stabilmente a dormire per strada perché non hanno altro posto ove andare. Tutte queste situazioni, per quanto differenti tra loro, ci conducono all’argomento di questo articolo: è legale dormire in macchina?

Le ragioni che renderebbero illecita tale condotta potrebbero essere diverse: un divieto posto per preservare l’ordine pubblico oppure il decoro delle strade, soprattutto in prossimità di grandi centri urbani e dei luoghi di commercio. Inoltre, dormire in auto potrebbe violare qualche norma del codice della strada. Se vuoi sapere se è legale dormire in macchina, prosegui nella lettura: vedremo insieme cosa dice la legge.

Dormire in auto: è vietato?

In Italia, non esiste alcuna norma di legge che vieta di dormire in auto. Ciò significa che è legale dormire in macchina.

Pertanto, se ti trovi momentaneamente senza un tetto sulla testa oppure purtroppo, per ristrettezze economiche, non disponi di un alloggio, sappi che puoi passare le notti in auto senza commettere alcun illecito.

Ora che hai ricevuto la risposta alla domanda posta nel titolo di questo articolo, ti consiglio comunque di proseguire nella lettura: devo fornirti alcune specificazioni che troverai senz’altro molto utili.

Quando non si può dormire in macchina?

Dormire in macchina si può, ma non sempre. Se è vero che non esiste alcuna legge specifica che vieti tale comportamento, va detto che passare la notte in auto può diventare illegale al ricorrere di alcune circostanze. Vediamo quali.

Codice della strada: si può dormire in auto?

Innanzitutto, non puoi dormire in auto se parcheggi in un luogo non destinato alla sosta delle autovetture. In altre parole, puoi dormire in macchina, ma soltanto se sei ben parcheggiato negli spazi e negli stalli adibiti alla sosta dei veicoli.

Di conseguenza, non puoi dormire in macchina se sei parcheggiato in curva o in altro luogo non idoneo (posto riservato agli invalidi, zona con divieto di sosta strisce pedonali, piazzola di sosta o corsia di emergenza in autostrada, ecc.)

Ordinanze comunali che vietano di dormire in auto

Non puoi dormire in macchina quando esistono esplicite ordinanze comunali che vietano tale comportamento. Dunque, se vuoi essere sicuro di poter dormire in auto, dovresti accertarti che il comune ove ti trovi non vieti tale condotta (soprattutto nelle ore notturne).

In ogni caso, se dovessi passare la notte in auto nonostante il divieto comunale, non incorreresti in reato ma soltanto in una sanzione amministrativa (pagamento di una multa).

Dormire in auto: quando è reato?

Eccezionalmente, dormire in auto può diventare reato; vediamo quando. L’ipotesi è strettamente legata al mancato rispetto di un provvedimento locale. Se una persona viene sorpresa a dormire in auto nonostante il divieto comunale, le autorità possono provvedere a irrogare una sanzione pecuniaria; questo lo abbiamo detto.

Con il medesimo provvedimento, però, le autorità potrebbero anche intimare formalmente (cioè, per iscritto) al trasgressore di non farsi più trovare a dormire in auto. Contravvenire a questo comando comporterebbe il reato di inosservanza ai provvedimenti dell’autorità: secondo il codice penale [1], chi non osserva un provvedimento legalmente dato dall’autorità per ragione di giustizia, di sicurezza pubblica, d’ordine pubblico o d’igiene, è punito con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a duecentosei euro.

Dormire in auto: quando è guida in stato di ebbrezza?

Uno dei casi più frequenti di persona trovata a dormire in macchina riguarda quello del conducente ubriaco che, per evitare di mettersi alla guida in stato di ebbrezza, preferisce accostare l’auto e addormentarsi.

Si tratta di un comportamento senz’altro auspicabile nel caso in cui il guidatore abbia preso coscienza dell’incapacità a condurre il veicolo; tuttavia, se l’autorità dovesse riuscire a dimostrare che colui che si è addormentato era, solamente pochi attimi prima, alla guida, allora potrebbe essere contestato il reato di guida in stato di ebbrezza [2].

In altre parole, se gli agenti dovessero intuire che l’individuo sorpreso a dormire in auto si trovava, solamente poco prima, alla guida della vettura mentre era sotto l’influenza dell’alcol, allora in teoria si potrebbe ugualmente contestare il reato.

Pensa, ad esempio, a colui che viene trovato sul ciglio della strada, in curva, seduto al posto riservato al conducente, con il motore ancora acceso, dormire con la testa appoggiata al volante: in un’ipotesi del genere si comprenderebbe benissimo che, pur essendo colto nell’atto di dormire in auto, l’individuo si era messo alla guida mentre era in stato di ebbrezza, e che solamente un caso ha voluto che si fermasse (peraltro pericolosamente) per dormire.


note

[1] Art. 650 cod. pen.

[2] Art. 186 cod. str.

Autore immagine: Canva,com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube