Inflazione in ripresa: gli effetti sulla spesa delle famiglie

4 Febbraio 2020
Inflazione in ripresa: gli effetti sulla spesa delle famiglie

Aumenta l’indice Istat dei prezzi al consumo; beni alimentari e carburanti salgono più della media. Così la famiglia tipo spende 185 euro in più all’anno.

A gennaio, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic) registra un aumento dello 0,2% su base mensile e dello 0,6% su base annua (da +0,5% del mese precedente), secondo i dati preliminari diffusi oggi dall’Istat e riportati ora dalla nostra agenzia stampa Adnkronos. Così dopo aver rallentato per buona parte del 2019, l’inflazione accelera, anche se di poco, per il secondo mese consecutivo.

I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,9% su base annua e quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto dell’1,4% (rispettivamente da +0,6% e da +1,0% del mese precedente), registrando in entrambi i casi una crescita più sostenuta di quella riferita all’intero paniere.

La lieve accelerazione dell’inflazione generale è imputabile prevalentemente ai prezzi dei beni energetici non regolamentati (la cui crescita tendenziale passa da +1,6% a +3,2%), dei Servizi relativi ai trasporti (da +1,1% a +2,9%) e dei Beni alimentari lavorati (che passano da +0,4% a +1,0%); tali andamenti sono stati solo in parte compensati dalla flessione più marcata dei prezzi dei Beni energetici regolamentati (da -7,8% a -9,5%) e dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +1,3% a +0,8%).

L”’inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, e quella al netto dei soli beni energetici si portano entrambe a +0,8%, rispettivamente da +0,6% e da +0,7%. L’aumento congiunturale dell’indice generale è dovuto principalmente alla crescita dei prezzi dei beni alimentari, sia nella componente lavorata (+1,4%) che non (+0,9%), in parte bilanciata dalla diminuzione dei prezzi dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (-0,6%).

Calano invece del 3,2% i prezzi al dettaglio delle verdure: i vegetali freschi “per effetto dell’andamento di un mese di gennaio estremamente mite con temperature sopra la media che ha favorito la maturazione contemporanea di verdure e ortaggi”, osserva la Coldiretti analizzando i dati Istat relativi all’inflazione a gennaio.

“L’inflazione rialza la testa a gennaio con il tasso che sale allo 0,6%, determinando una maggiore spesa su base annua pari a +185 euro per la famiglia ‘tipo’ e +243 per un nucleo con due figli, e una mini-stangata sui trasporti”, ad affermarlo in una nota il Codacons, commentando i dati forniti oggi dall’Istat.

“Ancora una volta l’inflazione risente dell’impennata dei beni energetici e, in particolare, dei carburanti – spiega il presidente dell’associazione dei consumatori, Carlo Rienzi – a gennaio il gasolio ha registrato un incremento tendenziale dei prezzi del +3,8%, mentre la benzina schizza al +6,7%. Ma è tutto il comparto dei trasporti a registrare listini in forte crescita, con i voli nazionali che segnano un incremento annuo dei prezzi del +16,5%, i voli internazionali del +18% e i treni +8,4%”.

“L’aumento dei prezzi di treni, aerei e carburanti determina una mini-stangata per le tasche dei consumatori – prosegue Rienzi- solo per gli spostamenti, infatti, una famiglia con due figli si ritrova oggi a spendere in media +162 euro su base annua a causa del forte rialzo dei listini nel comparto dei trasporti”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube