Monopattini elettrici a rischio sequestro

4 Febbraio 2020
Monopattini elettrici a rischio sequestro

Con l’emendamento in arrivo al Decreto Milleproroghe stop all’equiparazione dei monopattini alle bici, con forti limiti per micromobilità elettrica e sharing.

Rischiano di cambiare dopo appena un mese le regole sui monopattini elettrici introdotte dalla Legge di Bilancio 2020: un emendamento inserito dal ministero dei Trasporti nel decreto Milleproroghe, in corso di approvazione in questi giorni, prevede, secondo l’analisi fornita oggi da Legambiente e riportata dalla nostra agenzia stampa Adnkronos, pesanti limitazioni alla circolazione, con possibilità di multe, sequestro e confisca per i monopattini elettrici fuori norma.

“Se un suv a Roma attraversasse l’area pedonale di piazza di Spagna, rischierebbe una multa fino a 300 euro. Se a violare le norme di circolazione fosse invece, ad esempio, un monopattino elettrico, rischierebbe il sequestro, la distruzione del mezzo e fino a 800 euro di multa. È uno dei paradossi contenuti nell’emendamento al decreto Milleproroghe proposto dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che, denuncia Legambiente, rischia di ostacolare la micromobilità e lo sharing.

Secondo Legambiente, la norma prevede lo stop all’equiparazione dei monopattini alle biciclette per la circolazione su strada, introdotta solo un mese fa con la Legge di Bilancio. “Un passo indietro inspiegabile – commenta l’associazione – che se messo in atto porterebbe di nuovo a una sperimentazione a tempo e con forti limiti per la micromobilità elettrica, in ogni forma, e con salate multe nel caso di violazione delle regole”.

”Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli dice di non essere contraria ai monopattini e alla micromobilità elettrica, ma la bozza di emendamento dimostra ben altro – dichiara il vicepresidente nazionale di Legambiente Edoardo Zanchini – limitando, di nuovo, questi mezzi che non inquinano e circolano in tutte le città europee senza problemi”.

Le due limitazioni inserite (ossia l’obbligo di casco e l’utilizzo di sera di giubbotto o bretelle retroriflettenti) non sono previste in nessuna città europea e, in particolare, la seconda decisione non tiene conto del fatto che questi mezzi hanno l’obbligo di fari anteriori e posteriori. Ancora più assurdo è l’approccio punitivo con sequestri, distruzione dei mezzi e multe che non hanno paragoni con le auto.

Anche l’Anci, Associazione nazionale dei Comuni italiani, si è detta contraria, perché la conseguenza di questi obblighi è che si bloccherebbe di fatto qualsiasi possibilità di un utilizzo in sharing, diventando impossibile fornire i fruitori di casco e giubbotto visto che i monopattini non dispongono di un bauletto. E il timore è che, in futuro, simili obblighi vengano estesi a tutti i velocipedi. “Un brutto precedente, anche per le bici”, sottolinea Legambiente.

Altro approccio punitivo è quello previsto nei confronti delle carrozzine elettriche, su cui è in corso una rilevante evoluzione e che rientrerebbero – se superano la velocità di 6 km/h – nella definizione di “veicoli atipici”.

Per un disabile che circola con una carrozzina elettrica su strada – per altro sono spesso obbligati a farlo perché è impossibile passare sui marciapiedi – la sanzione passerebbe da 92 euro massimo a 800 con sequestro e distruzione della carrozzina. Si tratta di almeno 10mila mezzi di questa natura, talvolta prescritti e assegnati dalle stesse Asl in diverse regioni.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube