HOME Articoli

Lo sai che? Mantenimento: se prima c’è stata riconciliazione vanno rivisti gli accordi

Lo sai che? Pubblicato il 27 settembre 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 27 settembre 2013

Nel caso in cui, dopo la separazione, i coniugi si riconcilino e poi intendano nuovamente separarsi, gli accordi relativi al mantenimento presi in precedenza dovranno essere rivisti.

 

Qualora, a seguito di una separazione consensuale, i coniugi si siano riconciliati, ma poi intendano nuovamente separarsi, gli accordi economici da essi presi in sede di prima separazione consensuale dovranno essere integralmente rivisti e non potranno rivivere.

È quanto ha affermato la Cassazione in una recente pronuncia [1]. In questa ipotesi, il giudice, nel determinare quanto dovuto a titolo di mantenimento, non potrà utilizzare gli stessi criteri contenuti nella precedente separazione, ma dovrà procedere a una nuova quantificazione, prendendo anche in considerazione le nuove situazioni economiche venutesi a creare tra le parti.

Infatti, ricorda la Corte [2], quando i coniugi si riconciliano dopo che vi sia già stata una precedente separazione, cessano tutti gli effetti della prima separazione, a partire dal momento in cui i coniugi sono tornati a convivere e ad assistersi reciprocamente.

Per esempio, con la riconciliazione, tornerà in vigore l’eventuale regime di comunione dei beni scelto dai coniugi al momento del matrimonio, fatta esclusione per gli acquisti compiuti durante la separazione.

I coniugi che vogliano separarsi per la seconda volta, dopo aver avuto un precedente periodo di riconciliazione, non potranno far valere in giudizio le condizioni economiche relative alla prima separazione, ma dovranno disciplinarle nuovamente e il giudice sarà tenuto a valutare anche eventuali nuove situazioni patrimoniali intervenute durante la precedente separazione, come l’acquisizione di beni o somme di denaro da parte di uno dei coniugi.

note

[1] Cass. sent. n. 19541 del 26.08.13.

[2] Art. 154 e 157 cod. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI