Diritto e Fisco | Articoli

Illuminazione insufficiente sul luogo di lavoro: sanzioni al datore

17 Settembre 2013
Illuminazione insufficiente sul luogo di lavoro: sanzioni al datore

Rischia lammenda il datore di lavoro che, anche senza dolo, non predispone unilluminazione adeguata; sufficiente la colpa.

Rischia l’ammenda il datore che non predispone un’illuminazione adeguata sul luogo di lavoro. Egli, peraltro, ne risponde anche a titolo di colpa (e non necessariamente di dolo), il che vuol dire che è responsabile anche in assenza di una sua coscienza e volontà di commettere l’illecito. Inoltre può essere condannato sulla sola base del verbale degli ispettori.

Lo ha sancito la Cassazione con una recente sentenza [1].

Non essere in regola con l’illuminazione artificiale significa violare le norme sulla sicurezza sul posto di lavoro.

La legge [2], a riguardo, stabilisce che tutti i locali e luoghi di lavoro devono essere dotati di dispositivi che consentano una illuminazione artificiale adeguata per salvaguardare la sicurezza, la salute e il benessere di lavoratori.

Inoltre, le superfici vetrate illuminanti ed i mezzi di illuminazione artificiale devono essere tenuti costantemente in buone condizioni di pulizia ed efficienza.


note

1] Cass. sent. n. 37559 del 13.09.2013.

[2] Art. 10 del DPR n. 303/1956. Tali disposizioni sono ora riprodotte nell’art. 63 del D. Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, che rinvia alle prescrizioni contenute nell’allegato IV, che al punto 1.10 sostanzialmente detta le stesse regole già contenute nell’art. 10 del DPR n. 303/1956.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube