Crif: crescono i prestiti alle famiglie

7 Febbraio 2020
Crif: crescono i prestiti alle famiglie

Aumentano le richieste di finanziamento: la maggior accelerazione è sui prestiti personali. In diminuzione l’importo medio richiesto; si allungano le durate.

A gennaio, crescono le richieste di prestiti da parte delle famiglie: il barometro della Crif – la Centrale rischi di intermediazione finanziaria, che gestisce le informazioni creditizie – registra un’aumento del +5,9% rispetto allo stesso mese del 2019. Si conferma così anche nel 2020 la tendenza al progressivo aumento dei prestiti alle famiglie, che fanno sempre più ricorso a questo strumento per i loro bisogni finanziari.

La maggiore accelerazione è quella dei prestiti personali che aumentano del +9,7%  ma anche i prestiti finalizzati contribuiscono al risultato positivo, facendo segnare un +2,9%.

L’ultima rilevazione fa, però, registrare una lieve frenata dell‘importo medio richiesto, che nell’aggregato di prestiti personali e finalizzati risulta pari a 9.408 Euro (-2,7% rispetto allo stesso mese del 2019).

Entrando nel dettaglio, analizzato dalla nostra agenzia stampa Adnkronos, per quanto riguarda i prestiti finalizzati a gennaio la cifra mediamente richiesta in prestito è stata pari a 6.914 euro (-0,4% rispetto a gennaio 2019), mentre per prestiti personali si è attestata a 12.415 euro (-5,8%).

L’analisi della distribuzione delle richieste di prestiti per durata del finanziamento conferma che anche nel mese di gennaio è la classe superiore ai 5 anni quella in cui complessivamente si sono concentrate le preferenze degli italiani, con una quota pari al 26,2% del totale. Però sulle durate brevi risulta in crescita anche l’incidenza dei piani di rimborso inferiori ai 12 mesi, che passano dal 15,8% del 2019 al 16,4%.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube