L’esperto | Articoli

Pignoramento quote srl: ultime sentenze

12 Marzo 2020
Pignoramento quote srl: ultime sentenze

Leggi le ultime sentenze su: pignoramento di quote di srl; notificazione al debitore e alla società;  iscrizione nel registro delle imprese; forma del pignoramento. 

Creditore pignorante quote di srl

Il creditore pignorante quote di s.r.l. può anche non iscrivere a ruolo il procedimento, ma se non ne chiede la vendita o l’assegnazione nel consueto termine, il pignoramento diventa inefficace.

Eseguito il pignoramento di quote di S.R.L. (a prescindere dalla forma che si ritenga utilizzabile, quella, cioè, dell’esecuzione mobiliare presso il debitore o presso terzi), è certo che i beni staggiti debbano poi essere venduti o assegnati.

La sequenza di queste attività esecutive, in difetto di una diversa e specifica regolamentazione contenuta nell’art. 2471 c.c., non può non essere regolata in via diretta dalle norme generalmente applicabili a tutte le esecuzioni.

Seguendo quest’interpretazione, il procedente, se, da un lato, non è tenuto ad iscrivere a ruolo il pignoramento di quote di S.R.L. entro un termine perentorio, deve, dall’altro, richiedere l’assegnazione o la vendita delle stesse nel termine di cui all’art. 497 c.p.c. Diversamente subirà l’applicazione diretta della sanzione dell’inefficacia che la norma citata commina per quest’eventualità, qualunque sia il tipo di pignoramento eseguito.

Corte appello Bolzano, 03/03/2018, n.29

Pignoramento di quote societarie: la competenza territoriale 

Il pignoramento delle quote di s.r.l. si esegue, ai sensi dell’art. 2471 c.c., mediante notificazione al debitore e alla società e successiva iscrizione nel registro delle imprese: la formalità strettamente esecutiva del pignoramento è l’iscrizione del provvedimento nel registro delle imprese, tanto che la comunicazione alla società può non essere necessaria quanto quest’ultima sia stata parte del procedimento cautelare.

Di conseguenza, il sequestro conservativo, ove concesso, deve essere eseguito presso il registro delle imprese dove la società è iscritta, ed è in base a tale criterio che si radica anche la competenza per territorio del Tribunale.

Tribunale Torino sez. I, 10/10/2016

Pignoramento quote

Nella peculiare forma del pignoramento documentale prevista dall’art. 2471 c.c. per le quote di s.r.l., la notifica del provvedimento cautelare alla società le cui quote sono oggetto del pignoramento non è un adempimento necessario ad integrare gli effetti tipici del provvedimento e dunque non è presupposto necessario per l’iscrizione dello stesso nel Registro delle imprese.

Tribunale Milano, 13/06/2016, n.1750

Pignoramento di quote di srl trasferite a una società fiduciaria

Il pignoramento di quote di s.r.l. trasferite a una società fiduciaria, non è precluso ai creditori del fiduciante, ma avviene nella forma del pignoramento presso i terzi nei confronti della società fiduciaria « al fine di accertare l’effettiva titolarità » delle quote in capo al fiduciante .

Tribunale Torino, 03/06/2016

Sequestro conservativo di quote di srl

In tema di sequestro conservativo di quote di s.r.l., il legislatore è intervenuto sull’art. 2471 c.c. con il d.lg. n. 6/2003, attribuendo a tale misura cautelare la forma di pignoramento documentale, in coerenza con la natura immateriale della quota. Ne consegue che per l’attuazione e l’opponibilità ai terzi del vincolo cautelare non può prescindersi dall’iscrizione presso il Registro delle imprese.

La notifica del provvedimento al debitore ed alla società si appalesa invece come un adempimento successivo e necessario nei soli casi in cui la cautela non sia stata emessa nel contraddittorio tra le parti e la società interessata non abbia partecipato al procedimento cautelare. Dunque, la notifica del sequestro non deve sempre precedere l’iscrizione del vincolo presso il Registro delle imprese, ben potendo avvenire anche contestualmente a tale iscrizione ovvero perfezionarsi, per i notificatari, anche successivamente alla pubblicazione.

Tribunale Firenze sez. III, 26/05/2015

Vincolo di indisponibilità della quota sociale di una srl

Ai fini dell’apposizione del vincolo di indisponibilità della quota sociale di una s.r.l. è sufficiente la notifica dell’atto di pignoramento al debitore ed alla società, rilevando ai soli fini dichiarativi la successiva iscrizione al registro delle imprese.

Cassazione penale sez. VI, 18/02/2015, n.11302

Pignoramento dei beni

Ne consegue che, nel caso di quote di società a responsabilità limitata, l’art. 2471, comma 1, c.c., nel testo modificato dal d.lg. 17 gennaio 2003 n. 6, prevede che il pignoramento si esegue non già nelle forme del pignoramento presso terzi, ma a mezzo dell’iscrizione del provvedimento nel registro delle imprese, senza che sia assolutamente necessaria la notifica al debitore o alla società, quando quest’ultima sia stata parte del procedimento cautelare.

Cassazione civile sez. I, 18/06/2014, n.13903

Pignoramento delle quote di una srl e delle azioni di una spa 

Com’è anche per le quote di una s.r.l., il pignoramento delle azioni di una s.p.a. – sia che siano state emesse sia che non si sia provveduto alla loro emissione – non si estingue con l’azzeramento del capitale sociale, poiché esso si concentra sulla quota di liquidazione nel caso di deliberazione di scioglimento della società ovvero sul diritto di opzione ove sia deliberata la ricostituzione del capitale sociale; in tale ultima ipotesi ne consegue che, se questo diritto non viene esercitato, il pignoramento produrrà i suoi effetti sul valore dello stesso diritto di opzione e l’espropriazione continuerà anche solo limitatamente a questo valore.

Tribunale Torre Annunziata, 08/08/2008

Notificazione al debitore

Il pignoramento di quote di s.r.l. – dopo l’entrata in vigore della l. n. 310 del 1993 – si esegue mediante notificazione al debitore e successiva iscrizione nel registro delle imprese.

Tribunale Milano, 28/03/2000

Iscrizione nel registro delle imprese

Il pignoramento di quote di s.r.l. si esgue mediante iscrizione nel registro delle imprese.

Tribunale Milano, 17/02/2000

La disciplina del pignoramento di quote di srl

Le modifiche apportate all’art. 2479 c.c. dalla l. n. 310 del 1993 non interferiscono con la disciplina del pignoramento di quote di s.r.l.

Tribunale Milano, 18/10/1999


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube