Diritto e Fisco | Articoli

Cosa cambia legalmente quando compi 18 anni

11 Marzo 2020 | Autore:
Cosa cambia legalmente quando compi 18 anni

Il raggiungimento della maggiore età rappresenta un traguardo importante per tutti. Compiere 18 anni ha un significato particolare perché genera nuove responsabilità: come comportarsi.

Se stai per raggiungere il fatidico traguardo della maggiore età, sappi che molte novità ti attendono. Il passaggio dall’età adolescenziale all’età adulta è segnato proprio dal giorno del tuo diciottesimo compleanno. Superata tale data, entrerai a pieno titolo nel mondo dei “grandi”.

Le emozioni che stai vivendo te lo fanno già presagire. Il tuo essere “grande” corrisponde per il nostro sistema giuridico all’essere “maturo” e, quindi, all’essere legittimato a compiere azioni che prima ti erano vietate. Inoltre, da questo momento sei considerato capace di assumerti le responsabilità connesse alla tua condotta di vita; queste prima gravavano soltanto sui tuoi genitori.

E tu questo lo sai già. Nulla sarà come prima. Cosa cambia legalmente quando compi 18 anni? Lo vediamo insieme, ma una precisazione è dovuta. I cambiamenti sono inevitabili, ma devono spaventarti. Accanto ai tuoi nuovi e inevitabili doveri di cittadino, ti si spalancano una serie infinita di opportunità che alla tua giovane età non puoi non cogliere.

Andiamo per gradi.

Cosa cambia quando diventi adulto

Da quando sei nato, l’ordinamento giuridico italiano ti ha considerato persona e, in quanto tale, sei divenuto soggetto dotato della cosiddetta capacità giuridica. Tale è l’attitudine tipica dell’essere umano di divenire destinatario di un complesso di diritti. Per farti qualche esempio: per il solo fatto di essere venuto al mondo ti sono stati riconosciuti il diritto alla salute, il diritto ad essere curato e mantenuto dai tuoi genitori, il diritto all’istruzione scolastica. Di tutte queste situazioni hai goduto quotidianamente senza, forse, soffermarti a valutarne l’importanza.

Tuttavia, il fatto di avere alcuni diritti non corrisponde per il minorenne alla possibilità di fare tutto ciò che vuole. L’ordinamento prevede delle restrizioni; di queste devono farsi garanti i genitori, i quali sono obbligati a vigilare sulla tua condotta e a dotarti di un buon bagaglio educativo. Le restrizioni di cui si diceva sono necessarie perché il minorenne non è ancora in grado di assumersi le responsabilità che derivano dalla realizzazione di alcune azioni. Anche qui, per farti capire, facciamo ricorso ad alcuni esempi: se non compi diciotto anni non puoi prendere la patente per guidare la macchina. La motivazione è evidente: non sei ancora in grado di affrontare tutti i pericoli della strada e potresti mettere a repentaglio la tua vita e quella degli altri.

Cosa si intende per capacità di agire?

Fin quando versi nella condizione del minorenne, la possibilità di agire nel mondo per te è circoscritta. I limiti vengono meno il giorno del tuo diciottesimo compleanno. In termini giuridici si dice che acquisti la piena capacità di agire. Cioè a dire: tutto ciò che prima ti era vietato – e per il solo fatto di essere vietato da te era fortemente desiderato – adesso ti è concesso a piene mani. L’autorità dei tuoi genitori – conosciuta come potestà genitoriale – viene meno e diventi pienamente padrone della tua esistenza.

Possiamo concepire la capacità di agire come l’insieme di tutti quei diritti e di tutti quei doveri che caratterizzano la tua nuova posizione di adulto.

Vediamo insieme alcuni esempi degli uni e degli altri.

Quali diritti hai quando diventi maggiorenne?

Per diritto si intende una posizione di vantaggio che il soggetto ha nei confronti dell’ordinamento giuridico. In altri termini, il nostro sistema ti riconosce delle opportunità che possono e devono essere fatte valere per il pieno soddisfacimento della tua persona. Questo può riguardare tanto la vita lavorativa quanto la vita personale.

La vita scolastica e universitaria

Quando diventi maggiorenne sei in grado di fare le scelte che reputi idonee alla tua futura vita lavorativa. Seppur con l’accompagnamento morale dei tuoi genitori è questo il momento di scegliere se, ultimata la scuola, proseguirai negli studi o ti tufferai nel mondo del lavoro. La scelta spetta soltanto a te sulla base di quelle che sono le tue inclinazioni naturali. I tuoi genitori hanno l’obbligo di rispettare la tua decisione, sia perché ormai sei libero di scegliere autonomamente sia perché si tratta di un preciso dovere giuridico imposto da specifiche norme.

Nel frattempo, un altro vantaggio della maggiore età si sviluppa nella tua condizione scolastica: la relazione con i tuoi insegnanti di scuola cambia. Puoi giustificare da solo le tue assenze, puoi chiedere l’autorizzazione a saltare delle ore, puoi rispondere personalmente della tua condotta scolastica.

Il diritto di voto

Il diciottenne diventa, o dovrebbe diventare, cittadino consapevole dell’importanza di assumere delle scelte politiche. Ed è per questo che lo Stato italiano ti chiede di esercitare il tuo diritto di voto e di scegliere i tuoi rappresentanti in Parlamento o all’interno della comunità amministrativa in cui vivi.

Bada bene: quello del voto non è soltanto un diritto, ma è un vero e proprio dovere civico e sociale. Non votare equivale a lasciare ad altri la decisione sulla tua esistenza.

La possibilità di fare acquisti

Molti acquisti, nella tua posizione di minorenne, ti erano vietati. Soprattutto per le vendite on line spesso ti veniva richiesto di spuntare una casella in cui dichiaravi di essere maggiorenne. Adesso tutti i problemi collegati alla tua piccola età vengono meno in un sol colpo. Puoi liberamente accedere a compravendite di beni, anche di entità economica rilevante. Se ne hai le possibilità economica puoi, ad esempio, acquistare una casa oppure prendere in affitto un appartamento.

Il diritto a costruire una famiglia

Salve ipotesi particolari per le quali è consentito contrarre matrimonio al compimento del sedicesimo anno di età, quando diventi maggiorenne puoi decidere di sposarti e di mettere su famiglia. Se hai queste intenzioni, ti invitiamo a informarti accuratamente su tutte le responsabilità connesse al ruolo genitoriale.

Alcuni suggerimenti da seguire

Come spesso accade, ogni situazione vantaggiosa ha un risvolto della medaglia. Se da un lato il tuo essere maggiorenne ti propone un ampio ventaglio di diritti, dall’altro ci sono delle responsabilità cui potresti incorrere se non adempi a precisi doveri. E tali conseguenze possono essere anche particolarmente importanti. Sul piano penale, infatti, puoi essere sottoposto a processo e condannato al pari degli adulti. Prima, se commettevi un reato, godevi del regime agevolato previsto per i minorenni.

Il consiglio, allora, è questo. Senza voler paralizzare la tua azione per la paura delle conseguenze, impara a usare un atteggiamento critico. Quando devi affrontare una situazione di particolare importanza, informati accuratamente sui pro e i contro che possono derivare dal porre in essere un dato atteggiamento. Soltanto dopo assumi delle decisioni consapevoli.

Assolutamente vietati i colpi di testa frutto dell’adrenalina di poter fare ciò che si vuole!



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube