Questo sito contribuisce alla audience di

Blocco degli sfratti approvato in Parlamento

13 Febbraio 2020
Blocco degli sfratti approvato in Parlamento

L’emendamento al decreto Milleproroghe consente all’autorità giudiziaria di sospendere gli sfratti riguardanti gli alloggi compresi nei Piani di Zona.

L’emendamento ‘blocca sfratti‘ al decreto Milleproroghe – che dispone il potere dell’autorità giudiziaria di sospendere gli sfratti per gli immobili costruiti in edilizia agevolata – è stato approvato: lo riporta una nota dell’agenzia stampa Adnkronos che contiene le dichiarazioni dei parlamentari proponenti, Stefano Fassina, deputato LeU in Commissione Bilancio, e Roberta Lombardi, presidente M5S della Commissione Speciale sui Piani di Zona in Regione Lazio.

“Un piccolo, grande passo avanti per i diritti delle famiglie nei Piani di Zona: nei Piani per i quali è stato avviato il procedimento di decadenza della convenzione da parte del Comune o di revoca del finanziamento da parte della Regione o vi è richiesta di rinvio a giudizio per un procedimento penale, lo sfratto può essere bloccato“, riportano Stefano Fassina e Roberta Lombardi.

“Per migliaia di famiglie truffate da cooperative di banditi e dei loro complici nelle Amministrazioni, va garantito almeno il diritto a vivere nella casa che hanno comprato. È soltanto un piccolo, grande passo. Ora, Comuni e Regioni devono concludere al più presto i procedimenti di decadenza o revoca della convenzione. Questa – concludono Fassina e Lombardi – è anche una vittoria storica per la buona politica che in questi anni ha visto lavorare insieme forze politiche diverse a livello comunale, regionale e nazionale per ottenere questo risultato”.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube