Politica | News

Pioggia di miliardi per le infrastrutture al Sud

13 Febbraio 2020
Pioggia di miliardi per le infrastrutture al Sud

L’impegno preso dal ministro De Micheli. Il Piano del Governo e la discesa in campo di un testimonial illustre.

Sulla rampa di lancio il programma per nuove infrastrutture nel Mezzogiorno. Il ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, rispondendo al Question time al Senato, ha assicurato: «In tutte le Regioni del Sud e Isole saranno effettuati 255 interventi per nuove opere e il completamento di altre per circa 16 miliardi». Lo ha reso noto l’agenzia di stampa Adnkronos.

Il Piano del Governo

Nel programma del Governo, c’è il il Piano nazionale per il Sud, che «intende realizzare grandi progetti infrastrutturali a rete, materiali e immateriali, destinati principalmente al sistema dei collegamenti dorsali e trasversali. In particolare il riferimento è al sistema ferroviario Alta capacità/Alta velocità e alle opere logistiche. A questi si aggiunge la costruzione di una rete a banda larga ed ultra larga che copra l’intero territorio meridionale».

Il Piano prevede, inoltre, una «maggiore focalizzazione degli interventi nell’ambito dei programmi in corso e in virtù della riprogrammazione mirata delle risorse, già in tal senso finalizzate per le realizzazione di servizi pubblici collettivi locali e territoriali (in particolare schemi idrici e ciclo integrato dei rifiuti), anche attraverso l’utilizzo più incisivo e più ampio di politiche mirate basate su sistemi premiali (come il meccanismo degli obiettivi di servizio opportunamente rivisto e rafforzato al fine di generare gli incentivi corretti per il superamento delle criticità che caratterizzano le regioni meridionali.)»

L’impegno di un testimonial illustre

La necessità di migliorare la rete infrastrutturale, cruciale per tanti aspetti, è molto sentita nel Meridione. Per sensibilizzare la politica, sono scesi in campo anche testimonial illustri. È il caso del cantante pugliese Al Bano, accompagnato dai rappresentanti dell’associazione ”L’isola che non c’è” di Latiano (Brindisi), che alla fine del 2019 ha incontrato alla Regione Basilicata il presidente della giunta Vito Bardi e gli assessori Donatella Merra (Trasporti), Francesco Cupparo (Attività produttive) e Gianni Rosa (Ambiente). Il cantante ha voluto lanciare un messaggio all’Europa «per una più efficace alta velocità anche al Sud Italia».

Vogliamo viaggiare alla stessa velocità di tutti gli europei – ha detto Al Bano – perché anche noi abbiamo scelto di essere europei». Il Governo ha assicurato più volte il proprio impegno. Occorrerà vedere, ora, se lo manterrà.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube