Salmonella, sempre più persone colpite

14 Febbraio 2020
Salmonella, sempre più persone colpite

Crescono i casi d’infezione. Le uova il principale focolaio di rischio.

Sempre più casi di salmonella nei cibi e, in particolare, nelle uova. L’ultimo episodio, il più recente, è stato segnalato in alcuni lotti di uova provenienti dalla Polonia. Dal 2012, informa il Fatto Alimentare, risultano essere più di 1.600 le persone colpite in 18 Paesi europei da questo batterio.

Bisogna prestare molta attenzione alla cottura dei cibi per prevenire questo tipo d’infezione. Come spiega Adnkronos Salute, una squisita salsa all’uovo nel panino, ma anche il ghiaccio nelle bibite, o una scorpacciata di mirtilli possono rivelarsi insidiosi. Il caldo, inoltre, moltiplica i rischi e, se si presta poca attenzione a questo particolare, i rischi aumentano ancora di più. Ma la realtà è che le tossinfezioni sono sempre pericolose, non solo d’estate. Non solo nella stagione più calda possono confondersi con le forme virali di tipo gastrointestinale trasmesse dai virus “cugini” dell’influenza.

Esistono oggi al mondo più di 250 tossinfezioni alimentari, che si manifestano con differenti sintomi e sono causate da diversi agenti patogeni, perlopiù batteri, virus e parassiti, ricorda l’Istituto superiore di sanità. In genere, i sintomi includono nausea, vomito, violenti crampi addominali e diarrea, talvolta con febbre. Manifestazioni che possono essere confuse con quelle di alcune forme parainfluenzali, favorite dai continui sbalzi termici.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube