Diritto e Fisco | Articoli

Collare elettronico: è maltrattamento di animali

19 settembre 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 settembre 2013



Il collare elettronico è legittimo solo in presenza di cani pericolosi.

 

L’utilizzo arbitrario del collare elettronico sul proprio cane integra il reato di maltrattamento di animali [1]. Tale strumento correttivo è infatti legittimo solo in presenza di animali aggressivi o comunque problematici, non anche nei casi di cani equilibrati e di buona indole.

Lo ha stabilito la Cassazione con una recente sentenza [2], nella quale ha condannato un 38nne per aver detenuto il proprio cane in condizioni incompatibili con la sua natura e produttive di gravi sofferenze, soprattutto per mezzo del collare elettronico. L’animale, sottoposto ad accertamenti atti a verificarne lo stato di salute e il profilo psicologico, non è risultato affetto da criticità comportamentali tali da giustificare l’impiego del suddetto collare.

Il collare elettrico, in genere, viene utilizzato nelle attività di addestramento e con funzione antiabbaio. Funziona rilasciando delle vibrazioni sull’animale, delle quali è possibile stabilire il numero e l’intensità.

La commercializzazione e l’utilizzo di questo strumento sono sempre stati al centro di un accesso dibattito, ma attualmente non sussiste una legge che espressamente lo vieti. Ne è vietato, tuttavia, un utilizzo distorto o inappropriato, tale da risultare effettivamente dannoso per l’animale. Per esempio, si può dire che il proprietario del cane ne abusi quando utilizza le scosse elettriche con frequenza e intensità troppo elevate oppure quando ne fa uso senza che ve ne sia reale necessità.

In questi casi lo uno strumento correttivo si trasforma in uno strumento di crudeltà, integrando il reato di maltrattamento di animali.

note

 

[1] Art. 727 cod. pen.

[2] Cass. sent. n. 38034 del 17.09.2013.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI