Diritto e Fisco | Articoli

Come risparmiare assicurazione auto

11 Marzo 2020 | Autore:
Come risparmiare assicurazione auto

Assicurare la tua macchina è obbligatorio per legge, ma i costi da sostenere possono essere molto elevati. Vediamo come fare per risparmiare un po’ di denaro.

Se sei proprietario di una macchina devi dotarti di una polizza assicurativa. Non hai possibilità di scelta: hai un preciso dovere che, se violato, viene punito molto severamente.

È anche vero, però, che spesso può risultare difficile scegliere tra le soluzioni proposte dalle compagnie assicurative. Ogni giorno sei bersagliato da campagne pubblicitarie; le trovi su internet, sui giornali, sui volantini che ti vengono lasciati sul parabrezza. La confusione è inevitabile: ogni proposta ti sembra conveniente e non riesci a scegliere con serenità.

Come puoi trovare la soluzione ideale? Come è possibile non farsi fregare? In questa piccola guida, ti forniremo alcune informazioni che ti possono chiarire le idee. Quindi, come risparmiare assicurazione auto? Partiamo da un presupposto. Il problema dell’assicurazione oggi è preso molto seriamente dalle case automobilistiche. È diventata abitudine comune vendere la macchina con la formula “tutto compreso”. Al momento dell’acquisto, ti viene garantita la copertura assicurativa del veicolo per uno o più anni consecutivi. In tal caso, puoi dormire sonni tranquilli e non devi interessarti della questione per qualche tempo.

Diversamente, se non riesci a usufruire di questa opportunità o il termine di copertura assicurativa garantita dalla casa automobilistica è scaduto, devi intervenire personalmente. Devi cioè stipulare una tua polizza assicurativa. Come procedere? Te lo spiego in questo articolo.

Come stipulare una polizza assicurativa

Il primo passo da compiere è quello di scegliere l’agenzia assicurativa alla quale affidarti. Fatto ciò, devi valutare quale dei pacchetti che ti verranno proposti faccia veramente al caso tuo. Ciò che ti preme di più – diciamocelo molto chiaramente – è riuscire a spendere il meno possibile. Il fastidio di dover sostenere i costi assicurativi diminuisce se questi non incidono eccessivamente sulle tue tasche. Ricordati, però, che ci sono delle condizioni minime che devi necessariamente inserire nel contratto assicurativo.

La tua scelta deve tenere conto di un altro importante fattore. È la tua prima assicurazione o sei in fase di rinnovo di quella scaduta? La differenza non è di poco conto perché incide su due aspetti fondamentali che possono far aumentare o diminuire il premio, ossia la somma di denaro che devi versare per assicurare il tuo veicolo. Vediamo quali sono i due aspetti appena accennati.

La classe di merito

Se è la tua prima volta, non solo devi scegliere di sana pianta la tua compagnia assicurativa, ma devi fare i conti con la classe di merito che ti verrà attribuita. Sai che cosa si intende con questa espressione? La classe di merito può essere considerata come una sorta di “graduatoria del guidatore”. Se sei stato disciplinato nel corso degli anni acquisisci un punteggio elevato, il tuo merito aumenta e la tua classe diminuisce. Più la classe di merito è bassa, maggiori saranno le possibilità di pagare un premio assicurativo ridotto.

Viceversa, se hai provocato degli incidenti per la compagnia assicurativa sei un soggetto potenzialmente pericoloso; vieni considerato come un guidatore che può provocare un danno economico. Ed ecco la punizione: la tua classe di merito aumenta e sale anche il premio assicurativo. Analogamente, la classe di merito di partenza per un neo-assicurato è quella massima: la compagnia assicurativa non ti conosce e, quindi, non può prevedere quale sarà la tua condotta alla guida. Solo con il passare del tempo, se rispetterai le regole del Codice della strada, potrai godere di un graduale sconto assicurativo.

Questa regola generale, in molte occasioni, può essere aggirata in maniera del tutto legale. Qualche tempo, infatti, fa è stato adottato un decreto, che prende il nome dall’on. Bersani, per agevolare i nuovi guidatori. Se nel tuo nucleo familiare esiste un conducente con una classe di merito medio-bassa puoi chiedere alla compagnia assicurativa di “ereditarla” con tutti i vantaggi economici del caso.

La compagnia assicurativa

Il secondo aspetto da non sottovalutare, come abbiamo accennato più volte, è quello della scelta corretta della compagnia assicurativa che ti seguirà per tutta la durata della tua polizza. Tale durata, per legge, è indicata in un anno solare dal momento della firma, ma tu puoi decidere di pagare il premio in due o più rate. La possibilità di rateizzare la somma dovuta dipende molto dalle politiche adottate dagli agenti assicurativi. La scelta di pagare o meno in un’unica soluzione dipende, invece, dalle tue disponibilità economiche.

Non possiamo sicuramente dirti quale delle tante compagnie sia più valida per te, ma un suggerimento è dovuto. Dai un’occhiata alle proposte on line. Stipulare una polizza tramite internet in Italia è possibile e, nella maggior parte dei casi, si ottengono dei preventivi molto convenienti. La ragione è semplice: come avviene per i prodotti agricoli quando compri con la formula “dal produttore al consumatore”, così anche per le compagnie assicurative on line ci sono minori costi da sostenere e, quindi, è per loro possibile applicare prezzi più bassi. Per farti un esempio: sul territorio non sono fisicamente presenti le filiali e, quindi, non ci sono spese da sostenere per affitto e gestione del personale

Fai attenzione a un altro aspetto: le compagnie on line, che spesso hanno la sede legale all’estero o in un Paese europeo diverso dall’Italia, ti permettono di adottare la soluzione assicurativa che più gradisci. Ad esempio, puoi scegliere se assicurare soltanto te o tutti i componenti del nucleo familiare, di aumentare la franchigia o di adottare il minimo previsto per legge, di inserire o meno la tutela per incendio e furto, di installare il dispositivo satellitare. Ogni singola voce incide sulla somma finale da pagare: modificandola e adattandola alle tue esigenze potrai ottenere tanti preventivi quanti ti servono per decidere con assoluta serenità. E questo tutto comodamente da casa attraverso il tuo pc.

Definito il pacchetto che più ti conviene, puoi pagare il premio direttamente dal sito della compagnia e puoi scegliere il metodo da utilizzare: di solito, si ricorre alla carta di credito o a una carta prepagata, ma è ammesso anche il bonifico bancario.

Acquistata la polizza, la compagnia ti invierà immediatamente, o comunque entro poche ore, il contratto da firmare e la ricevuta da portare con te quando viaggi.

E se non paghi l’assicurazione?

Non puoi non pagare l’assicurazione: te lo abbiamo accennato poco fa. Per il proprietario di una macchina che intende circolare liberamente sul territorio è indispensabile essere assicurato: si tratta di una fondamentale forma di protezione della tua salute, fisica ed economica, e di tutti coloro che puoi incrociare con la tua guida.

Bada bene: non avere una polizza assicurativa corrisponde a commettere un vero e proprio reato.



8 Commenti

  1. Visto che le truffe sono sempre dietro l’angolo, quale certezza abbiamo che le compagnie assicurative online non siano compagnie fantasma? Oggi ci sono, domani… BOH??? Va bene… c’è sempre l’Isvap come Autorità di controllo… Ma non è un pericolo affidarsi a costoro soprattutto quando ci si dovesse trovare a dover gestire un incidente? Il referente un n. telefonico? Ho dei dubbi… magari infondati, ma se ne sentono tante…

    1. Gent.ssimo, quando si naviga su internet bisogna sempre fare molta attenzione. Come dice Lei, le truffe sono dietro l’angolo.
      Con riferimento alle compagnie assicurative, concordo sul fatto che non è prudente rivolgersi a chiunque. Prima di sottoscrivere una polizza è bene prendere le dovute informazioni. Di solito i motori di ricerca che propongono i preventivi hanno già operato una prima scrematura: per garantire un servizio serio e affidabile, essi hanno già verificato l’effettiva esistenza delle agenzie di assicurazione. Prenda anche in considerazione gli spot pubblicitari che girano sui canali televisivi e radiofonici: anche in questo caso ha una maggiore certezza sulla serietà del soggetto al quale si rivolge.
      Quanto all’intervento in caso di incidente, di regola è garantito un intervento tempestivo. Tutte le compagnie on line indicano sul proprio sito i numeri di telefono e gli indirizzi mail ai quali rivolgersi in caso di necessità.
      Molto cordialmente

      1. Grazie… Molto riconoscente per le “istruzioni per l’uso”. Ma le sue indicazioni, peraltro graditissime, mi hanno ricordato un episodio che risale al secolo scorso quando, su suggerimento di un amico ben introdotto nella finanza milanese, mi lasciai convincere a fare un investimento in una Finanziaria che, ai tempi della “milano da bere”, era sulla cresta dell’onda, portata in palmo di mano dalla crème meneghina. C’era pure, a sostegno dell’investimento, un lungo libretto informativo depositato e autorizzato dalla Co.N.So.B., quindi – si dovrebbe dedurne – al di sopra e al di là di ogni sospetto. Uno poteva stare tranquillo…C’è la garanzia dell’organo supremo che vigila sulla Borsa… E invece no! La faccio breve: l’investimento si ridusse in una bolla di sapone; politici e giornalisti dei tempi si abbuffarono a quattro palmenti e noi investitori da circo rimanemmo con un pugno di mosche in mano. Si trattava dell’Istituto finanziario milanese i cui “burattinai” (Aldo SELVAGGI, Roberto DE GAETANO, Cristiano MANCINI, supportati dalla citata Co.N.So.B. sotto la presidenza di Bruno PAZZI, nonché dalla Bpm di Piero SCHLESINGER), dopo anni e anni di processi ante l’VIII sez.ne penale del Tribunale di Milano, Pm dr. Riccardo TARGETTI, se la “cavarono” con 17 giorni di galera a fronte dei MILLE MILIARDI di lire “rapinati” a noi poveri beoti! Perké le ho raccontato tutto questo, D.ssa? Non per esibizionismo logorroico, ma solo per fare una considerazione: da quei tempi mi è rimasta una certa qual diffidenza verso il mio prossimo che mi può essere letta al solo guardarmi in faccia. Credo di non poterne guarire… L’assicurazione, a questo punto, è solo un piccolo dettaglio… La ringrazio ancora per la sua attenzione e per il tempo che ha perso per rispondermi. E tutti uniti contro il CAROGNAVAIRUS (e di maietto).
        Con riconoscenza!!!

        1. La ringrazio per la sua condivisione che, credo, potrà risultare utile a tanti. Se la può tranquillizzare le posso dire che da anni io ho assicurato la mia macchina con una compagnia on line (di cui – per ovvie ragioni – non posso fare il nome). Il servizio è impeccabile e – anche a seguito di incidente stradale – ho trovato pronta assistenza. Per ogni regola, c’è la dovuta eccezione.
          Mi fa piacere se le sono stata utile.
          Molto cordialmente.

  2. Naturalmente, GRAZIE ancora a lei, Avvocato… (o Avvocatessa??? o Avvocata??? Boh? L’importante è avere certezze terminologiche…). Solo per sdrammatizzare il momento ai confini dell’incredibile!!! Buon “lavoro” – e.

    1. Avvocato va benissimo… Buona continuazione di serata e speriamo questa fase di emergenza passi presto.

  3. ‘Notte il più serena possibile a Lei, all’avv.to Greco e a TUTTO LO STUDIO che, malgrado e ad onta della “follia” che stiamo attraversando, è sempre lì, incredibilmente, a informarci e a tenerci “occupati” con le notizie più disparate!!! e.

    1. Grazie mille. La Legge per Tutti sta lavorando per tenervi sempre aggiornati sulle ultime news e approfondire i temi giuridici di maggior impatto sulla vita dei cittadini. Continua a seguire il nostro portale di informazione.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube