Diritto e Fisco | Articoli

Assicurazioni per incidenti stradali: chi paga le spese per l’assistenza legale

19 Settembre 2013
Assicurazioni per incidenti stradali: chi paga le spese per l’assistenza legale

A seguito di un incidente stradale, ho ricevuto una citazione in causa da parte dell’altro soggetto coinvolto nel sinistro; dovendomi costituire in giudizio con un avvocato, è giusto che le spese legali per la mia difesa siano pagate dalla mia compagnia di assicurazioni?

 

Le spese sostenute dall’assicurato per difendersi dalla causa intentatagli dal danneggiato (anche se infondata) sono a carico dell’assicuratore, nel limite di un quarto della somma assicurata.

Nel caso in cui, poi, la somma dovuta al danneggiato sia superiore al capitale assicurato, le spese di lite verranno ripartite tra assicurato e assicuratore in proporzione del rispettivo interesse.

Rientrano in tale ipotesi le spese sostenute direttamente dall’assicurato per difendersi in giudizio, mentre le spese di soccombenza (ossia qualora egli perda il giudizio), dovute al danneggiato vittorioso, graveranno interamente sull’assicuratore.

In questo caso, pertanto, non potranno mai superare il massimale previsto in contratto, salva l’ipotesi di cattiva gestione della vertenza da parte dell’assicuratore.

L’obbligo dell’assicuratore sussiste sia nel caso in cui abbia assunto direttamente, sia nel caso in cui abbia assunto indirettamente la difesa dell’assicurato.

Apposita clausola può prevedere (a tutela dell’assicuratore, che dovendo rimborsare le spese di lite intende verificare tali spese) il cosiddetto patto di gestione della lite, col quale l’assicuratore si impegna contrattualmente ad assumere la gestione della lite.

In tale fattispecie l’assicuratore assume la veste di mandatario ed una sua eventuale responsabilità per l’esito negativo del giudizio può derivare solamente, e salvo patto contrario, dalla violazione dell’ordinario principio di diligenza.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube