Diritto e Fisco | Articoli

Come risparmiare acqua con la lavatrice

2 Giugno 2020 | Autore:
Come risparmiare acqua con la lavatrice

Scopri gli accorgimenti più efficaci per evitare gli sprechi.

Una famiglia media, composta da 4 persone, usa la lavatrice circa 300 volte l’anno e consuma, per ogni lavaggio, in media 100 litri di acqua. In questo articolo troverai alcuni suggerimenti su come risparmiare l’acqua con la lavatrice.

Dai blog ai siti specializzati delle casalinghe: tutti si danno un gran da fare per dispensare i consigli sul risparmio. Uno dei metodi più utilizzati dalle casalinghe, ad esempio, è quello di ridurre il numero dei lavaggi e di caricare sempre al massimo la lavatrice. Viene normale, infatti, pensare che possa costituire uno spreco non riempire il carrello della lavatrice e lavare meno indumenti di quanti, invece, ce ne entrano. In altri casi, c’è chi consiglia di limitarsi a lavare i vestiti negli orari in cui la corrente elettrica costa di meno. Non manca chi suggerisce di affidare i propri capi alle lavanderie o di fare il bucato meno frequentemente.

Ma siamo davvero sicuri che tutte queste strategie funzionino? E, se non dovessero funzionare, come si può davvero consumare meno acqua? È possibile ridurre gli sprechi? Si può risparmiare anche senza dover sostituire la vecchia lavatrice con una a basso consumo energetico? In questo articolo trovi le risposte a queste domande, ma anche l’elenco degli accorgimenti più efficaci per ridurre il consumo di acqua con la lavatrice.

Come risparmiare sul detersivo della lavatrice

Tra i primi consigli di risparmio per lavatrice ci sono quelli sull’uso del detersivo.

Usare tanto detergente comporta solo un maggior spreco di acqua per l’eliminazione del sapone dai capi, senza considerare che, in caso di abuso, potresti anche trovarti costretta a risciacquare.

Se vuoi risparmiare sul detersivo della lavatrice, puoi:

  • dosare la quantità del detersivo, seguendo le istruzioni che si trovano sulle scatole ed evitare quantità superiori a quelle consigliate;
  • preferire il detersivo liquido per i programmi di lavaggio fino a 40 gradi e quello in polvere per le temperature superiori, perché solo con l’elevato calore la polvere si scioglie bene;
  • mettere a mollo, prima del lavaggio in lavatrice, i vestiti molto sporchi con un poco di detersivo ed acqua calda: questo permetterà alle macchie di sciogliersi velocemente;
  • usare al posto degli igienizzanti, prodotti naturali come bicarbonato di sodio o aceto di vino. Il risparmio, in questo caso, sarà immediato, per il costo inferiore di una bottiglia di aceto rispetto a quella di un igienizzante per lavatrice. Inoltre, devi sapere che i prodotti naturali vengono sciacquati via più facilmente.

Come risparmiare acqua con l’uso della lavatrice

Lavare gli indumenti negli orari di risparmio per lavatrice, cioè nelle ore in cui si applica la tariffa energetica meno cara della giornata, ti aiuta solo a risparmiare corrente elettrica, non acqua.

Se vuoi veramente consumare di meno, puoi:

  • sostituire le vecchie lavatrici mal funzionanti con quelle nuove a risparmio di acqua ed a risparmio energetico;
  • acquistare i modelli di lavatrici con sensori di peso, capaci di riconoscere il peso degli indumenti da lavare e di auto-regolarsi nell’uso della quantità di acqua;
  • evitare il prelavaggio, ad esempio, prendendo l’abitudine di mettere a mollo i capi più sporchi, in acqua calda per 30 minuti, prima di passarli in lavatrice;
  • pretrattare a mano i vestiti che possono averne bisogno, con gli appositi prodotti come quelli per le macchie più difficili o per le macchie specifiche (erba, rossetto, caffè ecc.);
  • evitare di sovraccaricare la lavatrice. Questo accade quando inserisci tutti gli indumenti che entrano nel cestello, senza rispettare il carico massimo indicato nel libretto delle istruzioni. Ad esempio, se il carico massimo della lavatrice è di 7 chili, non dovrai inserire più di questo peso, anche se risulta possibile. Il sovraccarico, infatti, aumenta il consumo di acqua e di corrente elettrica;
  • evitare di usare la lavatrice con poco carico, perché si incorre in un inutile spreco di litri di acqua solo per lavare pochi indumenti;
  • controllare le eventuali perdite di acqua e correre subito ai ripari. È stato calcolato, infatti, che un rubinetto che gocciola comporta uno spreco tra i 5.000 ed i 10.000 litri di acqua in un anno. Il risparmio derivante dalla riparazione di perdite di acqua, dunque, è inestimabile.

Come risparmiare acqua con le tue abitudini

Ci sono alcune abitudini che ti permettono di risparmiare molto se:

  • fai il bucato con meno frequenza e indossi i vestiti più di una volta prima di lavarli. Ad esempio, se sei solito andare a letto solo dopo aver fatto la doccia, puoi usare lo stesso pigiama per più di due notti di fila. Puoi usare più volte anche i jeans e le magliette, se non sono sporchi;
  • eviti di cambiarti più volte al giorno, riducendo in automatico la necessità dei lavaggi. Ad esempio, se sai di dover andare in palestra dopo il lavoro, puoi indossare un capo sportivo per tutto il giorno;
  • non dimentichi la biancheria in lavatrice dopo il lavaggio. Quando gli indumenti rimangono per troppo tempo in lavatrice, infatti, prendono cattivo odore, di conseguenza sei costretto a doverli lavare di nuovo;
  • separi i bianchi dai colorati solo quando è necessario, riducendo il numero di lavatrici da fare. Non tutti i vestiti perdono colore, soprattutto se il lavaggio avviene a temperature inferiori a 30-40 gradi. Per sapere quando è necessario separare i capi per il lavaggio basta leggere le istruzioni dell’etichetta.

Perché conviene lavare gli indumenti nella lavatrice

Lavare l’80% dei tuoi vestiti in lavatrice conviene, perché:

  • eviti lo spreco di tempo che necessiterebbe il lavaggio a mano degli indumenti;
  • la lavatrice può mantenere i consumi limitati di acqua se usi il programma del carico pieno e segui gli accorgimenti di cui abbiamo appena parlato;
  • se l’elettrodomestico è anche una lavatrice a risparmio d’acqua, il suo consumo idrico arriva a dimezzarsi.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube