Bonus nido 2020, al via le domande

17 Febbraio 2020
Bonus nido 2020, al via le domande

L’Inps ha emanato le istruzioni per ottenere il beneficio: importo variabile in base all’Isee, fino a un massimo di 3mila euro annui.

Ai nastri di partenza il bonus bebè e asili nido 2020, introdotto dalla Legge di Bilancio 2020, che ha incrementato, per l’anno in corso, gli importi del contributo per il pagamento delle rette di frequenza degli asili nido pubblici e privati, ed ha anche introdotto forme di supporto presso la propria abitazione in favore dei bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche.

Gli importi ammessi

L’importo ammesso a contributo è parametrato in base all’Isee del nucleo familiare di appartenenza del bambino: da un massimo di 3.000 euro annui per le famiglie con Isee minorenni in corso di validità (riferito al minore per il quale è richiesta la prestazione) fino a 25.000 euro, mentre per i nuclei familiari con un lsee minorenni superiore, compreso nella fascia tra 25.001 e 40.000 euro, il massimo agevolabile scende a 2.500 euro annui.

Oltre alla soglia Isee minorenni di 40.000 euro, infine, spetterà l’importo minimo di 1.500 euro. Lo rende noto l’Inps in un comunicato diffuso dalla nostra agenzia stampa Adnkronos. L’Istituto di previdenza ha anche fornito le istruzioni per la presentazione delle domande.

Le domande

La domanda, come di consueto, dovrà essere presentata attraverso i canali ufficiali dell’Inps: tramite la piattaforma online, accedendo ai servizi telematici con le credenziali del pin Inps dispositivo, oppure con l’identità Spid o con la Carta Nazionale dei Servizi (Cns).

L’Inps ha anche messo a disposizione un servizio telefonico di contact center multicanale, raggiungibile chiamando da telefono fisso il numero verde gratuito 803 164 o da telefono cellulare il numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico; se si è in possesso di pin, la domanda potrà essere inserita utilizzando questo canale.

Infine, per chi non ha il pin c’è la possibilità di rivolgersi ai Patronati appoggiandosi ai servizi telematici di collegamento con l’Inps.

Coloro che hanno già presentato domanda di bonus nido nel 2019, invece, stanno ricevendo un sms che permetterà loro, tramite accesso con le stesse modalità che abbiamo descritto, di confermare o modificare i dati nella domanda precompilata dall’Istituto, senza doverne riproporre una nuova per l’anno 2020.

Pagamenti bonus nido 2019

L’Inps ribadisce – replicando ad alcuni articoli di stampa che ipotizzavano il mancato pagamento del bonus nido 2019 a causa dell’esaurimento dei fondi – “che tutte le domande correttamente presentate per il 2019 “sono coperte da budget e pertanto in corso di liquidazione, previa verifica delle fatture inviate dai cittadini”.

L’esaurimento del budget per il 2019, infatti – spiega l’Istituto – “ha come unico effetto l’impossibilità di presentare nuove domande per la predetta annualità 2019. Sono in corso accertamenti su eventuali anomalie riferite a singole posizioni. Si sottolinea che, ai fini della corretta liquidazione della prestazione, è necessario naturalmente aver inserito nella domanda tutte le mensilità per le quali si richiede il pagamento. Il sistema procede in tal modo a impegnare correttamente le relative somme”.

L’Inps ricorda, infine, agli utenti che ancora non avessero provveduto, che il termine ultimo per allegare la documentazione di spesa relativa alle domande di bonus nido 2019 è fissato al 1°aprile 2020. Tale tempistica viene estesa altresì alle strutture private autorizzate.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube