Diritto e Fisco | Articoli

Guida sulle infrazioni e sanzioni degli automobilisti

11 Marzo 2020
Guida sulle infrazioni e sanzioni degli automobilisti

Cosa fare per non violare il codice della strada durante la guida. Quali sanzioni sono previste e qual è l’importo da pagare. Entro quanto pagare in misura ridotta.

Lo sapevi che anche la strada ha un suo codice? Ebbene si, quando siamo alla guida, per la sicurezza nostra e delle altre persone, dobbiamo rispettare il codice della strada. Alcune persone alla guida non rispettano segnalazioni, semafori, precedenze, parcheggiano dove vogliono; chi supera i limiti di velocità e chi guida sotto l’effetto dell’alcol. Tali comportamenti, e ovviamente tantissimi altri ancora, sono tutti sanzionati in quanto violano le indicazioni del codice, istituito per la sicurezza delle persone alle guida e non. Può capitare che non ci ricordiamo il significato di una segnaletica ma è anche vero che se parcheggiamo l’auto nella striscia gialla riservata ai disabili il discorso cambia.

E’ importante conoscere bene il codice della strada per evitare comportamenti scorretti e sanzioni, anche perché la normativa è sempre in continuo aggiornamento. Sicuramente, i neo patentanti sono più informati in quanto da poco hanno finito di studiare per conseguire la patente di guida. Diverso può essere il discorso per chi è alla guida già da un po’. In tal caso, è probabile che non venga in mente quando fare la revisione o quale sia il limite di velocità al di fuori del centro abitato. Per maggiori informazioni, leggi la nostra guida sulle infrazioni e sulle sanzioni per gli automobilisti.

Quali sanzioni sono previste per gli automobilisti

Se durante la guida commetti delle infrazioni, puoi essere soggetto a diverse sanzioni. C’è sempre una somma da pagare e, a seconda della gravità, ci possono anche essere sanzioni accessorie e punti sulla patente.

Ecco quali sanzioni sono previste dal codice della strada per gli automobilisti [1]:

  • sanzione amministrativa pecuniaria, che consiste nel pagamento di una somma tra un limite minimo e massimo;
  • sanzione amministrativa accessoria a quella pecuniaria (ad es. sospensione della carta di circolazione o della patente).

Qualora ti venga irrogata una sanzione amministrativa pecuniaria, la somma da pagare è ridotta del 30% se il pagamento lo effettui entro cinque giorni dalla notifica.

Di seguito, trovi elencate le infrazioni e sanzioni applicate agli automobilisti.

Patente di guida

Se circoli senza aver conseguito la patente B, sei punito con ammenda da euro 2.257 a euro 9.032. Stessa sanzione è prevista in caso di circolazione con patente di guida revocata o non rinnovata. Per recidiva nel biennio, rischi l’arresto fino ad un anno. Se consenti di guidare la tua auto a persona che non ha conseguito la patente, sei soggetto al pagamento di una sanziona amministrativa il cui importo varia da euro 398 a euro 1.595.

Inoltre, per i primi tre anni dal conseguimento della patente, non puoi superare la velocità di 100 km/h per le autostrade e di 90 km/h per le strade extraurbane principali. In aggiunta, per il primo anno dal rilascio non puoi guidare automobili aventi una potenza superiore a 55 kw/t.

Per entrambe le limitazioni, in caso di violazione, sei soggetto a:

  • sanzione amministrativa del pagamento di una somma il cui importo varia da euro 165 a euro 661;
  • sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da due a otto mesi.

All’atto del rilascio della patente, viene attribuito un punteggio di venti punti. Tale punteggio subisce decurtazioni a seconda della violazione del codice della strada. In caso di perdita totale del punteggio, devi nuovamente sottoporti all’esame di guida.

Se in sede di rilascio o rinnovo della patente, ti venga prescritto l’utilizzo di lenti da vista, durante la guida hai l’obbligo di utilizzarli. In caso di violazione sei soggetto a sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 83 a euro 333 e a cinque punti sulla patente.

La patente di guida ha una validità di dieci anni; qualora rilasciata a chi ha superato il cinquantesimo anno di età la validità è di cinque anni. Per chi invece ha superato i settanta anni, la validità è di tre anni. Se guidi con la patente scaduta, rischi di pagare una sanzione da euro 158 a euro 639. La patente è sospesa a tempo indeterminato qualora in sede di accertamento sanitario per la conferma di validità, risulti la temporanea perdita dei requisiti fisici e psichici. E’ invece revocata quando la perdita dei citati requisiti sia definitiva.

Carta di circolazione

Se circoli con un veicolo per il quale non è stata rilasciata la carta di circolazione, sei soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 431 a euro 1.734. Dalla violazione consegue la confisca dell’auto. Se hai la residenza in Italia da oltre sessanta giorni non puoi circolare con un veicolo immatricolato all’estero. In caso contrario sei soggetto a sanzione da euro 712 a euro 2.848.

Se acquisti un’auto usata, entro sessanta giorni devi richiedere all’ufficio competente del Dipartimento per i trasporti, l’aggiornamento della carta di circolazione. In mancanza, rischi una sanzione da euro 364 a euro 1.817. La medesima sanzione si applica anche qualora cambi residenza e non provvedi all’aggiornamento della carta di circolazione.

Se circoli senza avere con te l’estratto della carta di circolazione sei soggetto al pagamento di una somma da euro 26 a euro 102.

Obbligo assicurativo

Non puoi circolare con un veicolo senza copertura assicurativa per responsabilità civile verso i terzi. La violazione è punita con sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 868 a euro 3.471 e cinque punti sulla patente.

Targa di immatricolazione

Puoi circolare solo con un autoveicolo munito, anteriormente e posteriormente, di una targa contenente i dati di immatricolazione. Se circoli con un veicolo senza targa, rischi di pagare una sanzione da euro 87 a euro 345. La sanzione aumenta se circoli con una targa appartenente ad un’altra auto o contraffatta: in tal caso la sanzione varia da euro 2.050 a euro 8.202.

Se circoli con una targa non rifrangente o collocata diversamente, la sanzione varia da euro 26 a euro 102. Inoltre, la circolazione con targa non leggibile è soggetta al pagamento di una somma da euro 42 a euro 173.

Limiti di velocità

Quando circoli con la tua auto devi regolare la velocità:

  • nei tratti di strada a visibilità limitata;
  • nelle curve e nelle discese;
  • in prossimità delle scuole o di altri luoghi frequentati dai bambini;
  • nelle ore notturne;
  • durante la pioggia.

Se violi tali disposizioni rischi la sanzione amministrativa per pagamento di una somma da euro 87 a euro 345 e cinque punti sulla patente di guida.

La velocità massima non può superare i:

  • 130 km/h per le autostrade;
  • 110 km/h per le strade extraurbane principali;
  • 90 km/h per le strade extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali;
  • 50 km/h per le strade nei centri abitati.

Le violazioni sono punite con:

  • sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 173 a euro 695 e tre punti sulla patente, se superi il limite oltre 10 km/h e di non oltre 40 km/h;
  • sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 544 a euro 2.174, sei punti sulla patente e sanzione accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi se superi il limite oltre 40 km/h e di non oltre 60 km/h;
  • sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 847 a euro 3.389, dieci punti sulla patente e sanzione accessoria della sospensione della patente da sei a dodici mesi se superi il limite di oltre 60 km/h.

Guida sotto l’influenza dell’alcool

Non puoi guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell’uso di bevande alcoliche. Guidare sotto l’influenza dell’alcol comporta:

  • sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 544 a euro 2.174, qualora ti sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro (g/l). Alla sanzione segue sospensione della patente di guida da tre a sei mesi;
  • ammenda da euro 800 a euro 3.200 e l’arresto fino a sei mesi, qualora  ti sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi per litro (g/l). Alla sanzione segue sospensione della patente di guida da sei mesi ad un anno;
  • ammenda da euro 1.500 a euro 6.000 e arresto da sei mesi ad un anno, qualora ti sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro (g/l). Alla sanzione segue sospensione della patente di guida da uno a due anni. Se il veicolo appartiene a persona estranea al reato, la durata della sospensione della patente di guida e’ raddoppiata. La patente di guida è revocata in caso di recidiva nel biennio.

Oltre ai provvedimenti sanzionatori è prevista anche la decurtazione di dieci punti sulla patente. Se in stato di ebbrezza provochi un incidente stradale, le sanzioni sono raddoppiate ed è disposto il fermo amministrativo del veicolo per centottanta giorni. L’ammenda prevista è aumentata da un terzo alla metà quando il reato è commesso dopo le ore 22 e prima delle ore 7.

Per i conducenti di età inferiore a ventuno anni e per i conducenti nei primi tre anni dal conseguimento della patente è prevista:

  • sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 168 a euro 673, qualora sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a O (zero) e non superiore a 0,5 grammi per litro (gli). La sanzione è raddoppiata se la guida sotto l’effetto dell’alcool provochi un incidente. E’prevista anche la decurtazione di cinque punti sulla patente.

Guida sotto l’influenza di sostanza stupefacenti

Mettersi alla guida dopo aver assunto sostanze stupefacenti o psicotrope è punito con l’ammenda da euro 1.500 a euro 6.000 e l’arresto da sei mesi ad un anno. La sanzione è raddoppiata se la guida sotto l’influenza di stupefacenti provochi un incidente. E’prevista anche la decurtazione di dieci punti sulla patente.

Modifiche sull’automobile

Qualora decidi di apportare modifiche costruttive o funzionali, ovvero di equipaggiamento alla tua auto, devi recarti presso l’ufficio competente del Dipartimento dei trasporti terrestri per una verifica. Se apporti le modifiche senza passare per il Dipartimento, rischi una sanzione salata: da euro 431 a euro 1.734.

L’automobile, inoltre, durante la circolazione deve garantire la sicurezza e contenere il rumore. Se alteri tali caratteristiche la sanzione varia da euro 87 a euro 345. La sanzione oscilla tra euro 1.210 ed euro 12.108, se utilizzo l’auto nelle competizioni automobilistiche.

Revisione

Devi provvedere a fare la revisione della tua auto entro quattro anni dalla prima data di immatricolazione e successivamente ogni due anni. In caso di circolazione senza revisione rischi una sanzione che prevede un minimo di euro 173 e un massimo di euro 695. La sanzione si raddoppia in caso di revisione omessa per più di una volta. Senza revisione puoi circolare esclusivamente per recarti presso l’officina autorizzata. Se circoli con un veicolo sospeso dalla circolazione in attesa dell’esito della revisione, la sanzione è molto alta: da euro 2.002 a euro 8.009.

Tassa automobilistica

In caso di mancato pagamento della tassa automobilistica per almeno tre anni consecutivi, devi provvedere al pagamento di quanto dovuto entro trenta giorni dalla notifica. In caso contrario è disposta la cancellazione dell’auto dall’archivio nazionale dei veicoli e dal P.R.A. e il ritiro delle targhe e della carta di circolazione.

Circolazione fuori e dentro i centri abitati

Il prefetto per motivi di sicurezza pubblica, della circolazione e di salute, può sospendere temporaneamente la circolazione sulle strade. Qualora imposta tale disposizione, se non la rispetti, sei soggetto a sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 87 a euro 345. Se la limitazione alla circolazione viene imposta nel comune in cui abiti, se circoli ugualmente rischi una sanzione che varia da euro 168 a euro 679. La sanzione, invece, varia da euro 168 a euro 679 se la violazione la commetti con un veicolo di categoria inquinante. In caso di reiterazione della violazione nel biennio c’è anche la sospensione della patente da quindici a trenta giorni.

Per la violazione del divieto di circolazione nelle corsie riservate ai mezzi pubblici di trasporto, nelle aree pedonali e nelle zone a traffico limitato, rischi una sanzione da euro 83 a euro 333. Per la sosta vietata, la sanzione varia da euro 26 a euro 102 e ti viene applicata per ogni 24 ore.

Se circoli con auto d’epoca senza l’autorizzazione rischi di pagare una sanzione da euro 87 a euro 345.

Se circoli contromano sei soggetto a sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 167 a euro 666 e ti decurtano 4 punti sulla patente.

Norme di comportamento da tenere durante la guida

Durante la guida devi sempre dare la precedenza. In caso contrario, sei soggetto a sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 167 a euro 666 e a  cinque punti sulla patente. In caso di recidiva nel biennio, alla suddetta sanzione segue la sospensione della patente di guida da uno a tre mesi.

Inoltre, se prosegui la marcia, nonostante che le segnalazioni del semaforo o dell’agente del traffico vietino la marcia stessa, la tua sanzione varia da euro 167 a euro 666 e ti vengono decurtati sei punti sulla patente. In caso di recidiva nel biennio, alla suddetta sanzione segue la sospensione della patente di guida da uno a tre mesi.

In prossimità dei passaggi a livello, oltre ad usare la massima prudenza, devi rispettare le segnaletiche. In caso contrario, la tua sanzione varia da euro 87 a euro 345 e ti vengono decurtati sei punti sulla patente.

Durante la guida, i sorpassi li puoi effettuare solo da sinistra, ma prima della manovra devi accertarti:

  • di avere una buona visibilità;
  • che il conducente che ti procede non abbia segnalato analoga manovra;
  • che nessun conducente che segue sulla stessa carreggiata abbia iniziato il sorpasso;
  • che la strada sia libera per uno spazio tale da consentire la manovra.

In fase di sorpasso, se non rispetti tali indicazioni, sei soggetto al pagamento di una sanzione da euro 83 a euro 333. Per sorpassi a destra, oltre a tale sanzione, ti vengono decurtati cinque punti sulla patente. In caso di recidiva nel biennio, alla suddetta sanzione segue la sospensione della patente di guida da uno a tre mesi. Per le altre violazioni i punti decurtati sulla patente sono tre.

Durante la marcia devi mantenere una distanza di sicurezza dal veicolo che ti precede. Fuori dai centri abitati devi mantenere una distanza non inferiore a 100 metri. Se non rispetti la distanza di sicurezza la sanzione varia da euro 42 a euro 173 e ti vengono decurtati tre punti sulla patente.

Fuori dai centri abitati hai l’obbligo di utilizzare le luci di posizione e i proiettori anabbaglianti. In caso contrario la tua sanzione varia da euro 42 a euro 173 e ti viene decurtato un punto sulla patente.

Durante la marcia se devi cambiare direzione o corsia, devi  segnalare con anticipo, con le frecce, la tua intenzione. In caso di violazione, rischi una sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 42 a euro 173 e due punti sulla patente.

Il clacson lo devi utilizzare con la massima moderazione e solo ai fini della sicurezza stradale. Fuori da suddetti casi, l’utilizzo del clacson è sanzionato con il pagamento di una somma da euro 42 a euro 173.

In caso di fermata e sosta della tua automobile, ricordati di rispettare le segnalazioni e le zone predisposte a tal fine: la sanzione varia da euro 42 a euro 173. Per le violazioni del divieto di sosta e fermata la sanzione varia da euro 25 a euro 345. E’ prevista inoltre la rimozione del veicolo qualora la sosta dell’automobile costituisce grave intralcio alla circolazione e il segnale di divieto di sosta sia integrato dall’apposito pannello aggiuntivo.

Il numero delle persone che possono prendere posto sulla tua automobile non deve superare quello indicato nella carta di circolazione. In caso contrario, rischi il pagamento di una sanzione che varia da euro 87 a euro 345 e un punto sulla patente. Inoltre, durante la guida devi fare uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini, altrimenti rischi una sanziona da euro 83 a euro 333 e cinque punti sulla patente. Per il mancato utilizzo della cintura da parte del minore ne risponde il conducente. In caso di recidiva nel biennio, alla sanzione segue sospensione della patente da quindici giorni a due mesi.

Durante la guida non puoi utilizzare il tuo smartphone e le cuffie sonore. Puoi rischiare una sanzione che varia da euro 165 a euro 661 e cinque punti sulla patente. In caso di recidiva nel biennio, alla sanzione segue sospensione della patente da uno a tre mesi.

Quando circoli con la tua auto devi avere sempre con te la patente di guida, la carta di circolazione e il certificato assicurativo obbligatorio. Se viene fermato ad un posto di blocco e non hai con te tali documenti sei soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa che puoi variare da euro 42 a euro 173.

Il parcheggio nelle aree riservate per persone disabili è punito con il pagamento di una somma da euro 87 a euro 345 e due punti sulla patente.


note

[1] D.Lgs. n. 285/1992.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube