Diritto e Fisco | Editoriale

La tutela della privacy sui social network

23 settembre 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 23 settembre 2013



Il tema della privacy in Rete è ormai recepito nelle policy di tutti i maggiori social network, perché riguarda le stesse modalità di comunicazione e di pubblicazione di post e messaggi; oltre ad alcune regole minime che derivano anche dal buon senso, vi segnaliamo i link a tali policy, a volte contenute nelle stesse regole di registrazione, che spesso non sono nemmeno lette dai nuovi utenti.

Meglio nota con il termine inglese privacy, la privatezza è il diritto di ciascuno di tenere riservate le informazioni personali attinenti alla propria vita privata. Si tratta di un diritto che trova il fondamento costituzionale negli stessi diritti inviolabili dell’uomo, tra i quali il domicilio, la libertà e segretezza della corrispondenza, e la libertà di manifestazione del pensiero [1].

Non sfugge ai più la semplice constatazione che lo scambio di informazioni, reso intenso e pervasivo dalla Rete e dalle nuove tecnologie, comporta spesso la condivisione pubblica, in modo più o meno volontario, anche di materiale privato, come foto e messaggi personali.

Ecco perché in pressoché tutti i social network viene consentito, prima di pubblicare un post o un messaggio, di scegliere il tipo di visibilità da dargli, se pubblico o privato, in questo secondo caso con varie graduazioni (a cominciare da “solo per me” fino agli “amici degli amici”). Ed ecco perché stanno sorgendo appositi siti, come www.myreputation.com,  e il corrispondente italiano www.my-reputation.it, che forniscono un quadro sulle nostre informazioni private che si trovano in Rete.

Basta anche inserire il proprio nome in Google o in un qualsiasi altro motore di ricerca per conoscere la propria visibilità oltre che a scoprire i propri omonimi, reperendo nostri articoli e monitorando i nostri domini e siti oltre a quelli collegati al nostro nome.

Nell’attuale contesto multimediale è difficile, se non impossibile, mantenere l’anonimato, specie se si è comunicatori o imprenditori attivi, anche perché non c’è alcun motivo di essere anonimi se si fanno le cose in modo legittimo: la trasparenza anzi paga di più in Internet rispetto ad ogni tipo di riservatezza quando si offre un servizio utile alla collettività. Quello che spossiamo consigliarvi, oltre alle ovvie raccomandazioni di non lasciare tracce di dati sensibili o delle proprie password o codici personali, è di installare e configurare firewall, antivirus e antispyware tenendoli costantemente aggiornati.

Intanto crediamo intanto di fare cosa utile segnalandovi i link diretti alle policy sulla privatezza che trovate nelle regole di registrazione previste dai maggiori social networks (anche perché ciascuno di noi che abbia un minimo di vita sociale e visibilità in Internet, è certamente iscritto in almeno uno di essi).

https://www.facebook.com/safety/tools/

https://support.twitter.com/articles/14016-about-public-and-protected-accounts

http://instagram.com/about/faq/

https://support.google.com/plus/answer/1355890?hl=en&rd=1

https://it.foursquare.com/privacy/

http://help.linkedin.com/app/answers/detail/a_id/66

https://support.google.com/youtube/answer/157177?hl=en

http://www.tumblr.com/policy/en/privacy

https://support.google.com/blogger/answer/42673?hl=en

http://codex.wordpress.org/Settings_Privacy_Screen

http://www.flickr.com/help/privacy/

 

L’argomento della privacy è peraltro in continua trattazione sulla rete e lo stesso concetto di privatezza in continua evoluzione, per cui ne tratteremo in seguito su questo portale, in cui già trovate numerosi riferimenti.

note

[1] Rispettivamente previsti, come “diritti inviolabili dell’uomo” menzionati all’art. 2 cost., agli art. 14, 15 e 21 cost.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI