Cronaca | News

Strage in Germania, l’ombra del razzismo

20 Febbraio 2020
Strage in Germania, l’ombra del razzismo

Le motivazioni dell’attentato sono di matrice xenofoba: lo confermano una lettera e un video messaggio lasciati dal killer. Immediate le reazioni tedesche e turche.

Si arricchisce di particolari la vicenda dell’attentato in Germania che ha provocato 11  morti e numerosi feriti nel corso di due sparatorie in bar di Hanau, vicino Francoforte, frequentati dalla comunità turca.

L’autore della strage, che è stato trovato morto dalla polizia nella sua abitazione, è un estremista di destra, noto per le sue tendenze nazionaliste e razziste manifestate anche su internet e ha lasciato una lettera che, per come ci anticipa l’agenzia stampa Adnkronos, spiegherebbe le motivazioni del suo gesto.

Nel documento, infatti, il killer 43enne, Tobias Rathien, parlerebbe della necessità di uccidere gli immigrati che non possono essere espulsi dalla Germania con altri mezzi. Questo spiegherebbe il fatto che i clienti dei due bar colpiti nella sparatoria, iniziata alle 22 di ieri sera, erano in maggioranza di origine curda.

Il movente xenofobo dietro la strage viene ufficialmente confermato dal ministro dell’Interno dell’Assia, Peter Beuth, che parla di “atto “terroristico”, e subito dopo il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier si è detto “vicino a tutte le persone minacciate dall’odio razzista” e convinto che “la stragrande maggioranza” dei tedeschi condanni la strage avvenuta in Assia e “tutte le forme di razzismo”. Interviene anche la cancelliera Angela Merkel per dire che “Il razzismo è un veleno, l’odio è un veleno”. E questo veleno esiste nella nostra società ed è responsabile di troppi crimini”

Nelle prime indagini spunta anche un video messaggio nel quale Tobias si rivolge agli “americani”, esortandoli a “combattere” per fermare le “società segrete” che controllano gli Usa. Ecco il testo del video: “Questo è il mio personale messaggio a tutti gli americani. Il vostro paese è sotto il controllo di società segrete invisibili. Utilizzano metodi sconosciuti e malevoli come il controllo delle menti e un moderno sistema di schiavitù. Se non credete a ciò che vi dico, fareste bene a svegliarvi in fretta”, afferma l’uomo.

“Ora lo sapete. Il secondo passo è agire. Localizzate queste basi, raccogliete una massa di persone e assaltatele. E’ il vostro dovere come cittadini americani mettere fine a questo incubo. Combattete ora”, conclude il delirante messaggio.

Anche la Turchia reagisce e tramite il presidente del Parlamento turco, Mustafa Sentop, chiede che la Germania adotti “le misure necessarie contro le azioni razziste del terrorismo nazista di estrema destra”, mentre il portavoce della presidenza turca, Ibrahim Kalin, afferma: “Il razzismo è un cancro comune. Ci aspettiamo che le autorità tedesche facciano piena luce su questa vicenda”. “Se i Paesi europei non riescono a fermare il razzismo al loro interno, questo può diventare estremamente pericoloso. In Europa potrebbero scatenarsi conflitti interni e questo si tradurrà in caos”, avverte il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube