Diritto e Fisco | Articoli

L’assegnazione della casa coniugale dopo la separazione dei coniugi

24 settembre 2013


L’assegnazione della casa coniugale dopo la separazione dei coniugi

> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 settembre 2013



L’assegnazione del tetto coniugale avviene non per un sostegno economico a favore del coniuge meno abbiente, ma come tutela della prole che è stata affidata, collocata o che conviva con uno dei due ex coniugi.

Con la sentenza di separazione, l’assegnazione della casa coniugale a uno dei due coniugi viene effettuata dal giudice non come misura assistenziale per chi, dei due, è economicamente più debole, ma solo come tutela dei figli. Il che vuol dire che la casa viene assegnata solo a favore del genitore che sia:

– affidatario esclusivo dei figli minori (nel caso di affidamento esclusivo)

– collocatario dei figli minori (nel caso di affidamento condiviso)

convivente con figli maggiorenni, ma non autosufficienti dal punto di vista economico.

In tutti questi casi, l’assegnazione avviene anche se la casa stessa sia di proprietà dell’altro genitore o di proprietà comune.

A ribadire questo principio, ormai stabile per la giurisprudenza, è stata una recente sentenza della Cassazione [1].

In altre parole, la Suprema Corte ci tiene a sottolineare che l’assegnazione del tetto non viene effettuata per sopperire alle difficoltà economiche di uno dei due coniugi, ma solo come sostegno per la prole. Con la conseguenza che se, in caso di separazione, non vi sono figli o questi ultimi sono maggiorenni e ormai economicamente autonomi non vi sarà alcuna assegnazione della casa, ma quest’ultima resterà di proprietà del legittimo titolare (o, in caso di comunione, dovrà essere divisa).

note

[1] Cass. sent. n. 18440 del 01.08.2013.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI