Bollette: ora i problemi si risolvono anche senza giudice

21 Febbraio 2020
Bollette: ora i problemi si risolvono anche senza giudice

Il servizio di conciliazione Arera nel 2019 ha trattato 16 mila domande e ha restituito 8,5 milioni di euro per quote non dovute sui servizi di acqua, luce e gas.

Piace agli italiani e sembra funzionare bene il meccanismo di conciliazione svolto presso l’Arera, l’Autorità di regolazione energia, reti e ambiente, per risolvere i problemi sulle bollette e riuscire così a definire le controversie tra gli utenti e i venditori di acqua, luce e gas senza dover ricorrere al giudice: nel 2019 l’Arera ha trattato, con il proprio servizio di conciliazione, 16 mila vertenze (erano 11 mila nel 2018) arrivando al 70% di accordi conclusi tra le parti, grazie ai quali i clienti hanno potuto recuperare oltre 8,5 milioni di euro di corrispettivi non dovuti.

Lo comunica oggi l’Arera in una nota diffusa dall’agenzia stampa Adnkronos; l’Autorità spiega che “la grande maggioranza delle domande riguarda casi legati ai settori elettricità (8.165) e gas (5.167); segue il settore idrico, operativo da luglio 2018, che ‘scavalca’ il dual fuel (unica bolletta per luce e gas, rispettivamente 1.540 e 995 domande), infine le pratiche attivate dai prosumer (i produttori-consumatori di energia elettrica, 138)”.

L’ammontare complessivo di 8,5 milioni di euro nel 2019 rappresenta “quanto restituito ai clienti sotto forma di rimborsi, indennizzi, ricalcolo di fatturazioni errate o rinuncia a spese e interessi moratori da parte dei fornitori”;  l’Arera aggiunge che questo valore”crescerà una volta concluse le procedure ancora pendenti” ed è “aumentato significativamente rispetto ai 5,6 milioni del 2018”.

La maggior parte dei rimborsi va alle famiglie (che hanno presentato il 70% delle domande) mentre gli importi riconosciuti sono suddivisi tra la clientela non domestica, che riceve la maggior parte delle somme (il 57%) e quella domestica (alla quale va il 43% della cifra complessiva).

Nei settori energetici il tentativo di conciliazione è obbligatorio prima di rivolgersi al giudice, mentre nel settore idrico è ancora facoltativo. Leggi anche Bollette della luce: obbligo di conciliazione e Bollette acqua: la conciliazione al Garante Arera.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube