Cronaca | News

Coronavirus: quanti casi ci sono in Italia attualmente?

22 Febbraio 2020
Coronavirus: quanti casi ci sono in Italia attualmente?

Il sito dell’Iss riporta ad oggi solo 4 casi confermati, ma il numero reale ed aggiornato è purtroppo molto superiore.

Mentre prosegue l’allarme per la diffusione del coronavirus in varie regioni d’Italia, e ieri sera si è verificato il primo decesso di un anziano a Monselice, in provincia di Padova, c’è un’area che pare immune dalla propagazione del contagio: è il sito dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) secondo il quale i casi confermati in Italia sarebbero appena 4 (quattro).

Un numero ampiamente superato, purtroppo, dall’andamento reale, che stando ai dati forniti dall’agenzia stampa Adnkronos, riporta attualmente 20 contagiati dal coronavirus: oltre alla persona deceduta in Veneto, ci sono infatti 16 casi ufficialmente accertati in Lombardia e 3 nel Lazio, e continuano ad arrivare segnalazioni di casi sospetti, da confermare.

A rilevare pubblicamente il mancato aggiornamento del sito ufficiale dell’Iss è il noto virologo Roberto Burioni, che su ‘Medical Facts’ scrive: “In questo preciso momento il conteggio dei casi di nuovo coronavirus nel sito dell’Istituto Superiore di Sanità è fermo a quattro. Non si affronta così un’epidemia”. E rivolge una pesante critica alla struttura: “In altre parole, sembra che il sito sia chiuso per il weekend, speriamo che i laboratori siano aperti. In ogni caso non è questo il modo di confrontarsi con un’emergenza. La paura si combatte con una informazione puntuale”.

Abbiamo rilevato dalla nostra redazione che effettivamente è così: nel momento in cui scriviamo questo articolo, collegandoci alla pagina dell’Iss all’indirizzo internet https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/ possiamo constatare che il sito dell’Istituto riporta proprio il numero di quattro casi confermati in Italia .

Puoi conoscere la situazione aggiornata in tempo reale, consultando la mappa di diffusione del coronavirus in tutto il mondo.

AGGIORNAMENTO: Dopo la pubblicazione del nostro articolo, l’Iss ha modificato la pagina del suo sito, lasciando il numero dei casi a 4 ma inserendo la nota descrittiva che riportiamo integralmente: «fonte ISS (22 febbraio 2020). In Italia i casi sospetti per COVID-19 vengono inizialmente testati presso i laboratori di riferimento individuati dalle Regioni e dalle Province Autonome. Quelli che risultano positivi vengono inviati all’Istituto Superiore di Sanità (ISS) che ripete i test per la conferma di positività all’infezione da SARS-CoV-2, come indicato nelle circolari ministeriali del 22 e del 27 gennaio 2020.Per questo motivo EpiCentro riporta solamente i casi confermati dall’ISS». 

Intanto l’Adnkronos ci riporta che sono diventate 39 le persone risultate positive al coronavirus in Lombardia (“tutte per ora riferibili al territorio delle prime infezioni, a Codogno e nel Lodigiano”, come ha precisato il presidente della Regione, Attilio Fontana) e fra le quali è compresa l’anziana di Casalpusterlengo deceduta questa mattina; e sono arrivati a 12 anche i casi di coronavirus accertati in Veneto, con uno dei pazienti che è deceduto. Attualmente ci sono oltre 50 casi di coronavirus in Italia.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube