Diritto e Fisco | Articoli

Come spedire soldi in Italia?

25 Febbraio 2020 | Autore:
Come spedire soldi in Italia?

Bonifico bancario o postale, vaglia, raccomandata, carta prepagata con Iban: tutti i modi (con pro e contro) per inviare del denaro.

Hai bisogno di inviare del denaro in modo veloce, legale e sicuro e ti stai chiedendo quale può essere il modo migliore per farlo: attraverso un conto corrente postale o bancario tramite bonifico, con una raccomandata assicurata, con un vaglia postale, tramite un servizio di money transfer. Come spedire soldi in Italia? Quale di queste o di altre soluzioni può risultare la più conveniente?

A dire il vero, come si accennava prima, non si tratta esclusivamente di convenienza da un punto di vista economico, ma anche di fare una scelta sicura e legale. Altrimenti, per tentare di risparmiare da una parte si rischia di spendere di più in un secondo momento, cioè e i soldi si «perdono» per strada (magari nelle tasche di un altro) oppure se si deve pagare un’eventuale multa per spedire soldi in Italia in un modo non consentito.

Proviamo, dunque, a passare a rassegna tutti i metodi per spedire soldi in Italia riassumendo i pro e i contro di ogni scelta.

Spedire soldi in contanti

Nulla ti vieta di spedire soldi in Italia inserendo i contanti in una busta da indirizzare al destinatario. Certo, c’è qualche rischio in più, specialmente se qualcuno sa che cosa contiene la lettera e, in un modo o in un altro, riesce ad entrarne in possesso. Puoi, comunque, scegliere di spedire la busta come raccomandata a/r dopo averla assicurata, in modo che se dovesse arrivare nelle tasche sbagliate avresti, comunque, un risarcimento.

La legge non ti impedisce di farlo purché rispetti la normativa sui limiti dei contanti. Come forse già saprai, dal 2020 tale soglia è stata stabilita in 1.999 euro. Significa che se nella busta stai inserendo dei contanti pari a 2.000 euro o di più, stai violando la legge: dovresti, infatti, trasferire quel denaro utilizzando un sistema tracciabile, come un bonifico o un assegno. Nessun reato, però: questa violazione viene considerata un illecito amministrativo, quindi non c’è alcuna rilevanza di tipo penale.

Non sei obbligato a dire quanti soldi hai messo dentro la busta. Quello che sì dovrai comunicare è per quanto la vuoi assicurare, cioè per un valore compreso entro questi scaglioni:

  • 50 euro;
  • 250 euro:
  • 500 euro;
  • 1.000 euro;
  • 2.000 euro;
  • 3.000 euro.

Piuttosto, devi stare attento ad un altro tipo di restrizioni, cioè a quelle stabilite da Poste Italiane. Ad esempio:

  • non è possibile spedire soldi in Italia, oggetti preziosi o carte di valore esigibili al portatore tramite una lettera ordinaria;
  • non è possibile spedire tramite «raccomandata 1» soldi, preziosi, titoli e carte di valore esigibili al portatore, pena la risoluzione del contratto ed il risarcimento di eventuali danni diretti o indiretti. Nessun limite, invece, per la raccomandata semplice, per la raccomandata 1 con prova di consegna o per la raccomandata 1 in contrassegno;
  • non è possibile spedire soldi, preziosi e titoli di credito o di legittimazione tramite pacco postale con Poste Delivery Express. È possibile farlo, invece, tramite il servizio Poste Delivery Standard ma solo se il plico è assicurato.

Spedire soldi tramite bonifico postale

Restando nell’ambito di Poste Italiane, un altro modo per spedire soldi in Italia è quello del bonifico postale. Si tratta di un ordine di pagamento che puoi dare alla posta affinché trasferisca una determinata somma dal tuo conto a quello del beneficiario. È possibile effettuare l’operazione sia allo sportello, sia online, sia tramite app.

Ci sono, anche in questo caso, dei limiti che riguardano l’importo massimo da inviare e che variano a seconda del metodo utilizzato per il bonifico, vale a dire:

  • fino a 15mila euro tramite Internet Banking;
  • fino a 5mila euro tramite app;
  • nessun limite per l’operazione allo sportello.

Per quanto riguarda i tempi, il bonifico in uscita verso un altro conto corrente postale o verso un conto bancario arriva entro un giorno lavorativo, a patto che l’ordine sia stato dato nei limiti della giornata lavorativa. Il bonifico in entrata, invece, viene accreditato il giorno stesso in cui i soldi arrivano dalla banca dell’ordinante.

Per spedire soldi in Italia tramite bonifico postale online o con l’app di Poste Italiane, dovrai pagare 1 euro di spese. I bonifici cartacei, vale a dire quelli fatti allo sportello, costano invece 2,50 euro.

Se devi trasferire del denaro da un conto corrente postale ad un altro conto corrente postale, potrai utilizzare il servizio di Postagiro. Consente di spedire soldi via Internet in tempo reale, sempre ad un altro conto BancoPosta. Non è possibile, invece, effettuare dei trasferimenti verso le tesorerie provinciali.

Spedire soldi tramite MoneyGram

Terza soluzione per spedire soldi in Italia con la posta: il servizio MoneyGram, creato recentemente da Poste Italiane. Devi soltanto presentarti allo sportello, compilare la scheda di cortesia o di pagamento che trovi nell’ufficio postale e comunicare i tuoi dati all’operatore.

Allegato al denaro, puoi inviare un messaggio di testo gratuito di un massimo di 10 parole o di 80 caratteri.

Spedire soldi tramite vaglia postale

Ultimo strumento messo a disposizione da Poste Italiane per spedire soldi in Italia è il vaglia postale. Anche in questo caso, la procedura è piuttosto semplice: devi recarti in un ufficio postale e consegnare i contanti all’operatore. Trattandosi di un metodo di pagamento che lascia traccia, non hai un limite di importo. L’operatore invierà al destinatario un talloncino che consentirà al beneficiario di ritirare la somma ricevuta presentandolo, a sua volta, ad un ufficio postale.

Il vaglia, però, può essere spedito anche online oppure tramite app, purché tu abbia un conto corrente BancoPosta o BancoPosta Click. I soldi arriveranno entro un massimo di 4 giorni.

Spedire soldi tramite bonifico bancario

Ovviamente, oltre alla posta c’è pure la banca. È possibile, quindi, spedire soldi in Italia tramite bonifico bancario. Hai diverse possibilità.

La prima, il bonifico allo sportello: ti presenti in banca con i contanti, li consegni all’impiegato e compili il modulo per l’ordine di bonifico con i tuoi dati, quelli del beneficiario e le coordinate bancarie di quest’ultimo. Questo ti consente di inviare il denaro anche pur non avendo un conto corrente. Se, invece, disponi di un conto in quell’istituto, basta che tu chieda di effettuarlo tramite addebito. Sarà la banca a prelevare i soldi ed a girarli sul conto del beneficiario.

La seconda possibilità è quella del bonifico bancario online. Ti permette di spedire soldi da casa collegandoti al servizio di home banking della tua banca. Dovrai compilare un modulo in cui inserire i tuoi dati personali e quelli del destinatario, compreso il suo codice Iban. Sarà necessario, inoltre, segnalare la causale, cioè il motivo per cui stai inviando il denaro: un modo per consentire al Fisco di sapere perché viene effettuata l’operazione, come prevedono le norme antiriciclaggio. L’enorme vantaggio del bonifico online è che, oltre a non dover uscire di casa, puoi effettuarlo a qualsiasi ora ed in qualsiasi giorno della settimana, compresi i festivi.

Il bonifico bancario online arriva sul conto del beneficiario:

  • il giorno dopo se ha il conto nella tua stessa banca e nella tua stessa;
  • dopo 2 giorni, se ha il conto nella stessa banca ma in un’altra filiale;
  • dopo 3 giorni, se ha il conto presso un’altra banca.

Se, invece, lo fai allo sportello, c’è bisogno del tempo di elaborazione da parte della banca, cioè da 2 a 4 giorni lavorativi a seconda di dove ha il conto il destinatario. Ma se l’operazione dovesse svolgersi all’interno dello stesso istituto, il bonifico potrebbe arrivare in giornata.

Esiste, infine, la possibilità di effettuare il bonifico istantaneo o bonifico in tempo reale. Anche in questo caso si può fare a qualsiasi ora ed in qualsiasi giorno, da lunedì a domenica. Il denaro sarà disponibile sul conto del beneficiario al massimo nell’arco di 10 secondi.

Unici svantaggi: il limite dell’importo (non si possono superare i 15mila euro) e il costo, di norma più alto rispetto agli altri.

Spedire soldi tramite carta prepagata con Iban

Oltre a bonifici, raccomandate assicurate o vaglia postali, esiste un altro modo per spedire soldi in Italia senza troppa fatica. È quello della carta prepagata con Iban. Come nel caso di chi deve fare un bonifico bancario in contanti allo sportello, anche qui non è necessario avere un vero e proprio conto corrente.

La carta prepagata con Iban si ottiene in qualsiasi istituto di credito e consente di effettuare alcune delle operazioni che può fare chi, invece, il conto ce l’ha. Tra queste, appunto, la possibilità di trasferire del denaro. In pratica, i soldi anziché partire in contanti dalle tue mani o dal tuo conto corrente, partono dalla tua carta prepagata. Unica condizione, come puoi immaginare, che tu abbia fatto una ricarica di denaro sufficiente a coprire il valore del bonifico. Considera, infine, che l’operazione tramite una prepagata è considerata tracciabile ai fini dei controlli fiscali.


note

Autore immagine: Canva.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube