Diritto e Fisco | Articoli

Come risparmiare sulla spesa

25 Aprile 2020 | Autore:
Come risparmiare sulla spesa

Sai difenderti dalle tecniche di vendita dei negozianti? Scopri nell’articolo tutti i consigli per risparmiare sulla spesa.

I supermercati rappresentano un paradiso per i consumatori ma possono trasformarsi anche in un inferno, se non sai come difenderti dal bombardamento visivo dei prodotti e delle offerte in vendita. Ti sarà capitato almeno una volta di aver acquistato all’ultimo momento dei prodotti esposti vicino alla cassa mentre aspettavi il tuo turno in fila. Secondo alcuni studi, questo comportamento del cliente è stimolato dai supermercati con alcuni trucchi di vendita. La tecnica consiste nell’esporre in punti morti del negozio, cioè dove la persona deve aspettare, prodotti semplici, di veloce consumo e con prezzi bassi.

Ti è mai capitato di acquistare cibi precotti, dettati dalla fame del momento? Ecco, imparerai che gli alimenti già pronti, in genere piuttosto costosi e non salutari, sono quel tipo di spesa che devi accuratamente evitare. Ad esempio, l’acquisto al mercato o dal fruttivendolo di fiducia della verdura e della frutta fa bene al portafogli, perché costa di meno, e alla salute, perché di certo più fresco e genuino. Evita, quindi, di acquistare la verdura già pulita e lavata nei sacchetti di plastica esposti nei banchi frigo degli ipermarket. In questo articolo ti spiegherò come risparmiare sulla spesa.

Come posso risparmiare sulla spesa alimentare?

La prima cosa da imparare è che non si risparmia acquistando prodotti alimentari di bassa qualità al solo scopo di spendere di meno. Infatti, il segreto del risparmio sta nel saper eliminare o ridurre i costi dei prodotti che non ci servono realmente. Alcuni studi hanno dimostrato che il consumatore può essere influenzato nei suoi acquisti non solo dalla pubblicità ma anche da alcune tecniche di vendita, studiate proprio per influenzare l’acquisto di beni superflui.

Hai mai fatto caso che vicino alle casse vengono esposti solo caramelle, cioccolate, chewing gum o preservativi? Tutti beni che, tra l’altro, costano poco. Devi sapere che questa è una delle strategie utilizzate dai negozianti, cosiddetta strategia della zona cassa, che sfrutta il tempo che il cliente deve passare in fila, per poter pagare, al fine di convincerlo ad acquistare qualcosa in più.

Per contrastare le tecniche utilizzate dai commercianti per farti spendere di più, basta usare dei piccoli trucchi e delle precauzioni per evitare la tentazione di comprare prodotti non necessari. Un esempio tra tutti è l’abitudine di fare l’elenco delle cose da comprare quando sei a casa e non al momento degli acquisti. In questo modo, sarai più sicuro di aver inserito nella lista solo i beni che ti occorrono realmente e non altri, dettati dalla fame o da un desiderio passeggero.

Come evitare le spese inutili?

Abbiamo visto che, contro le tecniche dei venditori, puoi usare dei piccoli accorgimenti per non lasciarti influenzare da acquisti che non ti servono. In concreto, per riuscire ad evitare spese alimentari superfliue devi:

  • programmare la spesa da fare, appuntando in una lista i prodotti che mancano in casa e usi normalmente. La regola principale da rispettare è che non devi acquistare prodotti che non si trovano nell’elenco. Il risparmio di spesa con l’uso dell’elenco può arrivare anche a 30 euro settimanali, pari a 120 euro mensili;
  • acquistare prodotti a lunga scadenza, per evitare gli sprechi del cibo dimenticato per lungo tempo in frigo o negli scaffali della cucina;
  • approfittare degli sconti, dei prodotti prendi 3 e paghi 2 e delle offerte pubblicitarie in genere dei supermercati, per riuscire a risparmiare anche il 50% sulla spesa;
  • imparare a usare i coupon, cioè i buoni sconto, che si trovano nei volantini, su alcuni giornali oltre che sui siti specializzati. Il loro funzionamento è semplice: ti basta presentare il buono alla cassa del negozio di riferimento al momento del pagamento della tua spesa, per ricevere subito lo sconto indicato sul coupon;
  • fare la spesa nei discount, dove puoi trovare beni molto economici non perché di qualità scadenti ma in quanto prodotti da ditte locali. L’importante quando si fa la spesa nei discount, quindi, è controllare l’origine dei prodotti e fidarsi della produzione locale;
  • comprare frutta e verdura di stagione, preferendo il fruttivendolo o il mercato alle grosse catene di supermercati, per risparmiare pur acquistando prodotti di qualità:
  • limitare la spesa agli alimenti di prima necessità come la pasta, la farina, le uova, il lievito e il latte, perché sono gli ingredienti base per qualunque ricetta in cucina;
  • evitare di acquistare i prodotti esposti alle casse, perché in genere superflui, come caramelle o cioccolatini;
  • portare da casa le buste per trasportare la spesa, per aiutare le tue tasche e l’ambiente.

Come posso risparmiare sulla spesa per la casa?

Quando si parla di spesa per la casa si fa riferimento a numerose categorie di prodotti come quelli per l’igiene personale, per la bellezza o per l’igiene degli ambienti in cui vivi. Se vuoi pagare di meno, quando compri prodotti per la casa, puoi:

  • acquistare i beni presso i discount i quali, grazie ai minori costi di gestione della propria attività, ti offrono i prodotti di uso comune di buona qualità, ma a prezzi più bassi;
  • approfittare dei coupon e delle offerte promozionali delle grandi catene di ipermercati, per riuscire a risparmiare anche il 50% sulla spesa. Devi ricordare che, in genere, i detergenti per la casa come i prodotti per la bellezza hanno scadenze lontane: questo ti aiuta ad evitare sprechi quando, ad esempio, acquisti molti prodotti perché in offerta;
  • imparare ad acquistare nei cosiddetti negozi alla spina e senza imballaggi prodotti come detergenti per la casa, anche biologici, legumi, pasta, farina e cereali. Il risparmio sui costi dei beni, in questi negozi, dipende dalla mancanza di spese per gli imballi poiché sono i clienti a portare da casa i contenitori riutilizzabili in cui mettere i prodotti, normalmente sacchi o bidoni di plastica.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube