Diritto e Fisco | Articoli

Detrazione fiscale per tende da sole

3 Aprile 2020 | Autore:
Detrazione fiscale per tende da sole

Vuoi cambiare casa e desideri arredare il tuo appartamento a costi ridotti? Vivi da solo e vuoi adottare degli accorgimenti per il caldo prima che arrivi l’estate? Ti consigliamo alcune vie da intraprendere.

Durante il periodo estivo, soprattutto se abiti in una zona esposta al sole, il problema del caldo può essere molto fastidioso. Gli accorgimenti che puoi adottare per trovare ristoro sono diversi: puoi, ad esempio, comprare un condizionatore o dotare i tuoi balconi di tende da sole che limitino l’ingresso della luce solare. Entrambi gli acquisti possono avere dei costi importanti da sostenere, ma sappi che vi sono delle soluzioni per risparmiare.

In particolare, i provvedimenti adottati negli ultimi anni hanno introdotto un sistema di detrazione fiscale per tende da sole che ti consente di raggiungere il tuo obiettivo a un prezzo inferiore rispetto a quello che hai preventivato.

Se ti stai chiedendo come fare per ottenerlo, te lo spieghiamo in pochi e semplici passi.

Il sistema fiscale italiano

Il nostro sistema fiscale è basato sul principio di contribuzione obbligatoria alle spese sostenute dalle amministrazioni per la fornitura pubblica di beni e servizi.

Tale precetto è contenuto in una specifica disposizione costituzionale che sancisce, altresì, la regola della progressività contributiva. In altri termini, sei tenuto a contribuire alle spese dello Stato o degli Enti locali nei limiti della tua capacità economica e in proporzione al tuo reddito (cosiddetta base imponibile).

Si crea così un circolo virtuoso che produce vantaggi diretti nei confronti dei cittadini: infatti, il contribuente paga le tasse, i soldi versati vengono usati dallo Stato per fornire delle prestazioni alla collettività e il singolo individuo beneficia dei servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione.

Il sistema tributario italiano è, dunque, caratterizzato dalla riscossione delle imposte (le tasse). Per tal motivo, il prelievo della somma di denaro destinata agli scopi che ci siamo detti viene realizzato da appositi agenti di riscossione (di solito, l’Agenzia delle Entrate) .

L’obbligo di pagare i tributi, diretti o indiretti, ha carattere universale: si applica, cioè, a tutti coloro – cittadini e stranieri – che percepiscono un reddito, a meno che questo non sia inferiore a una determinata soglia. Ma, per garantire il rispetto dei principi costituzionali, il sistema ha introdotto un sistema di progressione: in altri termini, ha previsto degli scaglioni in proporzione ai quali sono calcolate le imposte.

Non pagare le tasse corrisponde a commettere un reato tributario. Non sottovalutare, quindi, la tua morosità e, se ti arriva un avviso di accertamento, preoccupati di verificare la sua legittimità. In caso di risposta positiva, prova ad adempiere a quanto dovuto: è un tuo dovere e un diritto della collettività.

Imposte ed eccezioni: detrazioni fiscali

Come avviene per ogni regola, anche in ambito fiscale sono previste delle eccezioni che trovano applicazione in presenza di determinate circostanze. Infatti, alcune categorie di contribuenti sono esonerate, parzialmente o totalmente, dal prelievo fiscale se il loro reddito è inferiore o uguale al limite previsto per legge.

In taluni casi, la deroga può essere agganciata a meriti personali: ipotesi classica è quella della borsa di studio universitaria per gli studenti che mantengono una media dei voti piuttosto alta.

In altre ipotesi, in luogo dell’esonero dal pagamento delle tasse, sono previste delle mere agevolazioni per l’acquisto di determinati beni e servizi considerati essenziali per uno stile di vita dignitoso. Facciamo riferimento, nello specifico, alle cosiddette detrazioni fiscali: in tale circostanza, infatti, permane l’obbligo di versare le imposte, ma è prevista una riduzione percentuale sulla somma da pagare.

Il maggior numero di detrazioni si applica all‘Irpef, ossia all’imposta sul reddito delle persone fisiche. Si tratta, nel dettaglio, di un tributo personale – in quanto dovuto da tutti i contribuenti – relativo al reddito posseduto dal soggetto che si trova sul territorio dello Stato, anche se è stato prodotto all’estero.

La detrazione Irpef – che spesso prende il nome di bonus nel linguaggio comune – ha la caratteristica di essere fissa in quanto è predeterminata per tutti i cittadini in relazione alla fascia di reddito alla quale ciascuno di essi appartiene.

Vediamo insieme una tipologia particolare di agevolazione fiscale.

Il bonus tende da sole

I governi che si sono succeduti nel corso degli ultimi anni hanno previsto una serie di detrazioni di imposta applicabili a settori nevralgici della vita di tutti i giorni. Tra questi, assume una particolare importanza il cosiddetto bonus tende da sole che permette di realizzare una schermatura solare sia nel periodo invernale sia, soprattutto, durante tutto il periodo estivo.

Il bonus tende è stato confermato dalla Legge di Bilancio adottata nel 2019 e, dunque, si applica anche agli acquisti fatti durante tutto il 2020. La portata della misura introdotta è abbastanza importante: se, infatti, acquisti una tenda da sole, da interno o da esterno, hai diritto alla riduzione dell’irpef del 50%.

Perchè si possa usufruire della detrazione è, però, necessario che le tende che acquisti possiedano le caratteristiche puntualmente definite dalla legge: esse, infatti, devono essere idonee per struttura e materiale a oscurare una superficie vetrata e a proteggere gli interni dai raggi solari. Inoltre, la schermatura deve essere sicura, mobile e garantire l’ariosità degli ambienti.

In tema di detrazione fiscale dobbiamo, infine, segnalarti una novità importantissima. Ricorda che, a seguito dell’adozione del cosiddetto Decreto Crescita, si può usufruire di tutte le detrazioni di imposta (comprese, ad esempio, quelle sanitarie) soltanto per gli acquisti tracciabili, ossia realizzati con strumenti elettronici come ad esempio la carta di credito o il bancomat.

A partire dal primo aprile 2020, per tutte le spese detraibili sarà vietato usare il denaro contante.



3 Commenti

  1. Buonasera.Vorrei sapere quale articolo della Legge di Bilancio 2019 consente la detrazione del 50% per l’installazione di tende da sole
    Grazie e cordiali saluti

    1. Buongiorno. Le fornisco subito qualche informazione: le caratteristiche delle schermature solari sono indicate nell’allegato M del decreto legislativo 311/2006. Quanto alla sua domanda, deve prendere in considerazione l’art. 14 del D.L. 63/2003 così come modificato dalla Legge n. 160 del 27/12/2019 (legge di Bilancio).
      Nella speranza di esserLe stata utile, rimango a disposizione per qualsiasi necessità o chiarimento.
      Molto cordialmente.

  2. Buongiorno .Vi ringrazio per la risposta e vorrei sapere,inoltre,se la detrazione del 50% in quanti anni sarà ripartita.Grazie,cordiali saluti, e complimenti per il sito molto utile.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube