Facebook contro gli annunci sul coronavirus

26 Febbraio 2020
Facebook contro gli annunci sul coronavirus

La piattaforma social vieta le pubblicità che promettono cure o misure di prevenzione contro l’infezione e il contagio da Covid-19.

Per arginare i fenomeni di cattiva informazione, Facebook ha vietato le pubblicità che promettono cure o garantiscono misure di prevenzione contro il coronavirus. Lo riporta la nostra agenzia stampa Adnkronos sulla base delle informazioni giunte da Business Insider.

Non si conoscono ulteriori particolari e rimane da vedere come la società interpreterà il divieto: quali saranno le inserzioni ritenute fuorvianti per la salute? E il giro di vite scatterà solo sugli annunci gratuiti o anche su quelli sponsorizzati?

Viene facile pensare che la piattaforma interverrà innanzitutto sull’area marketplace, bloccando la pubblicazione di alcuni post ed innalzando il livello della policy degli inserzionisti, per prevenire fenomeni di vendita di prodotti come mascherine e gel igienizzanti – a partire dalla nota Amuchina – che hanno visto i prezzi salire alle stelle negli ultimi giorni.

Ma il divieto di pubblicazione potrebbe estendersi anche a chi approfitta del clima di preoccupazione esistente tra i consumatori e verso chi contribuisce, con le sue pubblicazioni, a creare o ad alimentare la paura del pubblico per sfruttarla a fini commerciali.

Un fenomeno deplorevole, innescato dall’aumentato fabbisogno di consumo per l’emergenza coronavirus, e per il quale sono già partite denunce e indagini della Guardia di Finanza nei confronti dei rivenditori speculativi. Infatti l’Adnkronos in un lancio d’agenzia ci informa che la Guardia di Finanza, nell’ambito dell’inchiesta della procura di Milano su possibili speculazioni nella vendita online di mascherine, gel igienizzanti, disinfettanti e altri prodotti in qualche modo legati all’emergenza coronavirus, sta effettuando accessi con acquisizioni di documenti nelle sedi di Amazon e eBay. Ora anche il colosso del commercio elettronico si adegua e assicura: “dagli store di Amazon rimuoviamo le offerte che violano le nostre regole”.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube