Diritto e Fisco | Articoli

È legale abbassare la macchina?

6 Aprile 2020 | Autore:
È legale abbassare la macchina?

Le macchine sono la tua passione e ti piace personalizzarle? Desideri conoscere tutte le regole contenute nel codice della strada? Ecco alcune norme e sanzioni previste dal nostro ordinamento.

Per molti le automobili sono una vera e propria passione, rappresentano l’oggetto del desiderio a volte irraggiungibile. Ce ne sono di tutti i tipi: macchine d’epoca, macchine da corsa, semplici utilitarie. Alcuni intenditori sono, poi, affascinati dai dettagli e amano personalizzare le proprie macchine per renderle uniche al pari di oggetti da collezione.

Ma è legale apportare delle variazioni? Ad esempio, è legale abbassare la macchina? Alcune modifiche, infatti, possono alterare il normale funzionamento del veicolo e attribuirgli delle caratteristiche non testate dalla casa automobilistica (es. aumento spropositato della velocità per macchine di piccola cilindrata). Per conoscere la risposta a tale domanda ti consigliamo di procedere nella lettura di questo articolo.

Devi sapere che il nostro sistema giuridico ha introdotto delle norme molto severe in tema di circolazione stradale. Queste decisioni sono state adottate per ovvie ragioni: quando si utilizzano le macchine si mette a repentaglio la vita delle persone. Il pericolo per se stessi e per gli altri può derivare dal mancato rispetto delle regole di guida imposte al conducente oppure dall’utilizzo di autovetture non regolamentari o non revisionate.

Ovviamente, nessun problema si pone per le modifiche di piccolo rilievo: pensa, ad esempio, alla verniciatura della carrozzeria. Le questioni diventano, invece, importanti quando si interviene sulla struttura fondamentale dell’auto (es. componenti del motore).

Interrogarsi sulla liceità delle modifiche realizzate è tutt’altro che irrilevante. Vediamo, infatti, cosa ci dice il legislatore in materia.

Tuning: di cosa si tratta?

Modificare un’automobile vuol dire intervenire in tutto o in parte sulla sua struttura: dalla carrozzeria, agli interni, al sistema audio e così via. Le variazioni possono essere più o meno importanti e incidere più o meno significativamente sul suo funzionamento.

Nello specifico, l’arte di cambiare le macchine prende il nome inglese di tuning, ossia “messa a punto”.

Portiamo alla tua attenzione un caso che sicuramente conosci: hai mai seguito la formula uno? Hai notato con quale rapidità vengono sostituiti gli pneumatici? L’obiettivo è quello di cambiare le gomme usurate dalla corsa per garantire una maggiore aderenza alla pista e consentire al pilota di sbaragliare l’avversario. Molti altri sono gli esempi che si potrebbero fare, ma ciò che è innegabile è che spesso le variazioni hanno dei fini prettamente agonistici: pensa alle gare di auto da corsa su spiaggia.

Se, però, il tuo scopo è diverso e vuoi soltanto potenziare il tuo veicolo per sfruttare al meglio le sue capacità, allora ti indichiamo cosa ti è concesso fare.

Anzitutto, un passaggio preliminare è di fondamentale importanza. Prima di apportare un qualsiasi cambiamento all’assetto dell’auto o ai suoi singoli componenti, devi verificare che la tua macchina sia in ottime condizioni di guida. Quindi, se sei in scadenza di revisione, è opportuno attendere il controllo ufficiale; in caso contrario, ti consigliamo di recarti da un bravo meccanico che proceda accuratamente con tutte le verifiche del caso.

Ottenuto l’assenso del tecnico, puoi chiedere a lui o ad altro esperto di procedere con la messa a punto della vettura e di apportare le variazioni che desideri. A tal proposito, una distinzione fondamentale è quella tra tuning estetico e tuning meccanico.

Nel primo caso, come deduci dalla stessa terminologia utilizzata, si sostituiscono gli elementi decorativi dell’automobile (es. il colore degli arredi interni, i tappetini, i coprisedili, il colore della carrozzeria e così via).

Nel secondo caso, invece, si incide direttamente sull’assetto dell’autoveicolo e, di conseguenza, sul suo funzionamento.

Per risolvere i dubbi che genera tale situazione, occorre chiamare in causa direttamente il codice della strada. Partendo dalle disposizioni in esso contenute, ti possiamo fornire sin da subito una risposta affermativa alle tue perplessità: il tuning, in Italia, è perfettamente legale se si rispettano determinate condizioni.

Vediamo quali sono i requisiti indispensabili per non cadere in responsabilità e prendiamo in considerazione l’ipotesi di abbassamento dell’auto.

Le macchine possono essere abbassate?

L’abbassamento della macchina non ha una mera finalità estetica, ma persegue uno scopo ulteriore: quello di rendere la vettura più dinamica e veloce su strada (prendi come esempio le auto da corsa).

Per realizzare una modifica del genere, che rientra a pieno titolo nella categoria del tuning meccanico, occorre intervenire sulle sospensioni per sostituirle (es. con sospensioni sportive) oppure sulle molle dell’auto. Operato tale intervento, sarà necessario cambiare gli pneumatici esistenti con gomme più adatte al nuovo assetto e procedere con una nuova convergenza ed equilibratura delle ruote. In altri termini, a lavoro ultimato, ti trovi di fronte a un’automobile del tutto nuova e diversa rispetto a quella che hai acquistato.

Perchè questi cambiamenti siano considerati legali dal nostro sistema giuridico è necessario che si osservino alcune condizioni. La prima tra tutte è quella che impone l’acquisto di prodotti omologati dalla casa automobilistica.

In altri termini, ti è concesso apportare le modifiche che vuoi soltanto se ti rifornisci direttamente dall’azienda “madre” e utilizzi prodotti compatibili con la tua auto. In secondo luogo, le modifiche devono essere effettuate presso centri autorizzati da professionisti del settore.

Per verificare se le variazioni che sono state fatte corrispondono con i dettami della legge, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha adottato delle tabelle, periodicamente aggiornate, vincolanti sia per le case produttrici sia per il proprietario dell’automobile. In tali documenti sono indicati tutti gli elementi fisici e strutturali che ogni singolo elemento delle autovetture devono possedere: servono, in altre parole, come parametri di validità dei “ritocchini” automobilistici.

Fai molta attenzione perchè se trasgredisci alle regole appena indicate vai incontro a multe salatissime. Se poi dalla tua condotta deriva un pregiudizio alla salute di qualcuno puoi rispondere delle tue azioni anche in sede penale.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube