Diritto e Fisco | Articoli

Droghe da stupro: violentate senza saperlo

25 Settembre 2013
Droghe da stupro: violentate senza saperlo

Violenze sessuali: 50 nuove droghe, a partire dall’alcol e dai tranquillanti, a finire in farmaci il cui gusto può essere sciolto in un cocktail: gli episodi si consumano anche durante il giorno.

Sono circa 50 le nuove “droghe da stupro”: si tratta di stupefacenti che, una volta assunti, agiscono in modo estremamente veloce sulla vittima, producendo una amnesia anterograda, in grado di cancellare ogni ricordo a breve, ma che potrebbero ritornare dopo qualche tempo. Alcune di queste sostanze possono addirittura essere acquistate in farmacia, avverte l’Aduc, l’Associazione di tutela dei consumatori.

La più banale e antica di queste sostanze è proprio l’alcol; ci sono poi i classici tranquillanti per dormire, che molti di noi conservano nell’armadietto delle medicine di casa.

Alcuni di questi farmaci non hanno sapore, in altri casi, invece, il gusto viene annullato, con facilità, in un cocktail alla frutta.

Solo l’anno scorso sono stati ben 83 i casi di raggiri e violenze sessuali: vittime diverse donne ignare di aver assunto “sostanze da stupro”.

Gli episodi, un tempo confinati solo nei locali notturni, ora si consumano anche in luoghi dove meno ci si potrebbe aspettare: uffici, condomini, bar.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Ma io mi chiedo (forse e’ una domanda stupida) : ma perche’ le vendono in farmacia?
    Serve qualcosa che al piu’ presto tuteli non solo le donne, ma tutti perche’ la violenza non guarda in faccia nessuno.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube