Coronavirus: arrivano misure su bollette, cartelle e Rc auto

28 Febbraio 2020 | Autore:
Coronavirus: arrivano misure su bollette, cartelle e Rc auto

Al varo due decreti, uno per la zona rossa e uno per tutto il Paese con particolare attenzione a tasse e settore turistico. Guerra alla speculazione sui prezzi.

Un pacchetto di misure per aiutare famiglie e imprese coinvolte nell’emergenza coronavirus. Alcune interesseranno tutti i cittadini italiani, anche se la maggior parte dei provvedimenti si concentrano nelle zone rosse e nelle regioni con il maggior numero di contagi.

Il decreto legge in via di approvazione prevede, innanzitutto, lo slittamento della rata della rottamazione ter e del saldo e stralcio che scade proprio oggi 28 febbraio. Si tratta della proroga della pace fiscale esclusa dal decreto firmato dal ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, e che sposta tutti i termini fiscali al 31 marzo prossimo.

Nella zona rossa, per famiglie e imprese, verranno sospesi per 6 mesi i pagamenti relativi a Tari, bollette di acqua, luce e gas. Fino al 31 luglio 2020 non si dovrà provvedere ai versamenti dei premi e delle rate intermedie dell’Rc auto e ai diritti camerali delle imprese. Rinviato di un anno il pagamento delle rate dei finanziamenti agevolati di Invitalia che scadono prima del 31 dicembre 2020. Inoltre, sono stati prorogati tutti i bandi aperti per l’accesso agli incentivi del ministero dello Sviluppo economico. Da ultimare ancora l’accordo con le banche per la sospensione delle rate dei mutui.

A livello fiscale, arriverà lo slittamento al 15 febbraio 2021 delle norme del Codice delle crisi sull’obbligo di segnalazione a carico degli organi di controllo interno, oltre che dei creditori pubblici qualificati (Inps, Fisco e agenti della riscossione). La proroga, più ampia del previsto, non riguarderà solo le microimprese ma tutte le piccole e medie imprese con meno di 250 occupati e un fatturato non superiore a 50 milioni oppure un bilancio annuo di non oltre 43 milioni.

Per queste ultime collocate nella zona «focolaio 2», il Fondo di garanzia interverrà a titolo gratuito, nella misura massima dell’80% come garanzia diretta e 90% come controgaranzia a prescindere dalla fascia di merito di credito dell’impresa e con priorità rispetto a tutte le altre richieste.

Gli interventi verranno distribuiti tra un primo decreto legge focalizzato sulle zone rosse ed un altro di carattere generale per il sistema produttivo e per il turismo in tutto il Paese. Quest’ultimo decreto, in particolare, prevede un fondo indennizzi per danni diretti ed indiretti e la possibilità di accedere alla cassa integrazione in deroga e a indennizzi per le disdette nel settore turistico.

Per quanto riguarda, invece, i dipendenti pubblici, è possibile che non vengano considerate come assenze la malattia o la quarantena da Covid-19.

Infine, il Mise intende combattere la speculazione sui prezzi. Verrà considerata pratica commerciale scorretta il rincaro dei beni di prima necessità o di quelli che riguardano la sicurezza dei consumatori (mascherine o disinfettanti in primis) se superiore al triplo del prezzo di listino o comunque del prezzo medio dei 30 giorni precedenti l’acquisto.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube