Politica | News

Renzi frena sull’accordo con Salvini e sulla crisi di governo

28 Febbraio 2020 | Autore:
Renzi frena sull’accordo con Salvini e sulla crisi di governo

Il leader di Italia Viva propone una tregua politica: prima l’emergenza sanitaria e l’economia, poi si tornerà a discutere e, forse, a far cadere il Governo Conte.

Stop di Matteo Renzi ai rumors che lo davano in accordo con Matteo Salvini per far cadere il governo Conte e traghettare il Paese verso le prossime elezioni entro 8 mesi: a poche ore di distanza dall’ultimatum lanciato da Salvini a Conte  e dal colloquio del leader della Lega con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, arriva ora non la smentita, ma la frenata di Renzi che in questo momento non sembra disposto a dare la spallata decisiva al Governo.

Stamattina, Renzi esordisce così in un suo intervento su Facebook riportato dall’agenzia stampa Adnkronos: “Ora è il momento della massima collaborazione con tutti. L’Italia ha ancora davanti ore difficili sia a livello sanitario che a livello economico. A noi non interessa inseguire chi alimenta fake news e chi persino in queste ore trova il tempo per attaccarci. Ognuno si diverte come crede”.

Certo è che i recenti sondaggi danno Italia Viva in notevole calo rispetto alle previsioni del suo fondatore e, soprattutto, le percentuali, che oscillano attorno al 4%, sono ben al di sotto della soglia del 5% prevista dalla nuova legge elettorale in fase di elaborazione: il partito di Renzi non supererebbe lo sbarramento e rischierebbe di rimanere senza rappresentatività parlamentare. Salvini invece, forte del suo 30% di consensi – ai quali in una nuova maggioranza potrebbero aggiungersi quelli dell’alleato Fratelli d’Italia e probabilmente anche di Forza Italia – non ha questi problemi; ma ha bisogno di Renzi per riuscire a liquidare al più presto l’attuale premier Conte. Solo l’uscita di Italia Viva dalla maggioranza consentirebbe questo risultato, così Renzi diventa determinante.

I due Matteo in questo momento sembrano accomunati più dal fatto di avere il medesimo avversario – appunto Giuseppe Conte – che dai programmi per il futuro Governo. Una convergenza provvisoria, dunque, e che non dà a Italia Viva nessuna garanzia di sopravvivenza e di visibilità per il futuro. Renzi ne è consapevole, e dal canto suo aveva già dettato le condizioni per rimanere nella maggioranza e aveva avanzato richieste che, però, non sono state raccolte se non nel silenzio di Conte, del Movimento 5 Stelle e del Pd.

Una pungolata più che una decisiva spallata al Governo che non ha avuto conseguenze se non quella di mantenere viva l’attenzione su Renzi stesso, e sulla sua attività di “opposizione fatta dall’interno della maggioranza”. Tutto questo avveniva appena una settimana fa, poi l’emergenza coronavirus ha cambiato le priorità.

Renzi sembra essersene reso conto quando oggi afferma: “Noi invece dobbiamo essere disponibili con tutti, Governo e Regioni, aziende e associazionismo, per dare una mano. Tornerà il tempo per discutere di scelte politiche. Oggi, è il momento della massima solidarietà. Tutti insieme dalla parte di chi soffre per gli effetti della malattia, di chi sta in prima linea negli ospedali, di chi è in crisi per la cancellazione di ordini, prenotazioni e fatturato”.

La tregua, quindi, è in atto, ma non si sa ancora per quanto; la battaglia è solo rimandata. Per oggi – assicura Renzi – “Zero polemiche, zero gossip, zero divisioni: tutti insieme. Sarà difficile ma ce la faremo perché siamo un grande Paese”. A voler leggere in controluce queste parole, trapela l’assenso di Renzi all’ipotesi di “governissimo” lanciata ieri proprio da Salvini.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube