Politica | News

Governo: che ne pensano gli italiani dopo il coronavirus

1 Marzo 2020
Governo: che ne pensano gli italiani dopo il coronavirus

Il primo sondaggio svolto dopo le misure straordinarie adottate dal Consiglio dei ministri per contenere l’infezione: le opinioni sono molto divise.

Qual è l’opinione degli italiani sui provvedimenti adottati dal Governo per la gestione dell’emergenza coronavirus? Negli ultimi giorni ci sono state grandi polemiche per la diffusione dei contagi nonostante le misure urgenti e straordinarie  adottate dal premier Conte e dal ministro della Salute, Roberto Speranza, inserite dal Consiglio dei ministri nel decreto legge che la Camera ha approvato quasi all’unanimità.

Il sondaggio Ipsos svolto per il Corriere della Sera e diffuso oggi dalla nostra agenzia stampa Adnkronos – il primo svolto dopo il varo di questi provvedimenti (le interviste sono state svolte tra il 25 e il 27 febbraio) – riflette la spaccatura degli italiani che appaiono molto divisi nei loro giudizi: l’indice di consenso nei confronti del Governo scende al 42%, con 3 punti in meno rispetto alla precedente rilevazione di fine gennaio.

Anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, risente della flessione: perde il 2% rispetto al mese scorso, anche se mantiene il 48% dei gradimenti. Molti italiani non sembrano, dunque, aver gradito la sua sovraesposizione televisiva con numerose dichiarazioni rese nei momenti più nevralgici dell’emergenza ed alle quali è seguito un dibattito molto controverso.

Ma non è il solo ad aver risentito del fenomeno del calo di fiducia agli occhi degli italiani: nella graduatoria dei leader di partito, perdono consensi anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni ora quasi affiancati, il primo con il 38% e la seconda con il 37%, ma entrambi in calo di 4 punti percentuali ciascuno).

Viceversa, beneficiano di un leggero aumento delle preferenze i personaggi più defilati in questa fase, come Dario Franceschini (31% e Nicola Zingaretti (29%) che crescono di 2 punti ciascuno.

Distanziati gli altri, come il ministro della Salute Speranza (21%); c’è un gruppetto di leader tutti affiancati al 19%, che vede personaggi molto eterogenei tra loro: Luigi Di Maio, Silvio Berlusconi, la ministra delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, e il guardasigilli Alfonso Bonafede.

In coda alla classifica dei leader di partito c’è Matteo Renzi, con il 10% delle preferenze, e che perde un ulteriore 3% rispetto alla precedente rilevazione; la sua recente spallata al Governo evidentemente non è piaciuta agli italiani in questo momento, al punto che lui stesso ha poi frenato, proponendo una tregua politica.

Nessuna grossa sorpresa, invece, per quanto riguarda i partiti: la Lega mantiene il primo posto con il 31,6%, seguita dal Pd al 19,6%, dal Movimento 5 Stelle stabile al 14% e dai Fratelli d’Italia che però crescono dell’1,3% e arrivano al 13,3%, il risultato più alto di sempre.

Molto distanziati, invece, Forza Italia (6,3%) e Italia Viva, che scende al 3,8%. Tutti gli altri partiti sono sotto il 3%. C’è da segnalare però un altissimo numero di indecisi e di astenuti: il 40,6% degli italiani non ha un’opinione chiara, e la loro percentuale è cresciuta dell’1,5% nell’ultimo mese.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. E’ da troppo tempo che questo popolo dorme. O si sveglia subito o sarà il disastro totale. No credo si possa aggiungere altro.
    Alfio Beggio – Padova

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube