Coronavirus: novità sulla dichiarazione dei redditi

2 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: novità sulla dichiarazione dei redditi

Sospensioni e rinvii per venire incontro ai clienti ed ai professionisti delle zone rosse e delle zone gialle.

Oltre alle nuove restrizioni e alle parziali riaperture nelle zone più interessate dal coronavirus, il Governo ha introdotto delle novità che riguardano la compilazione e la consegna della dichiarazione dei redditi nelle cosiddette zone rosse della Lombardia e del Veneto.

In particolare, il Consiglio dei ministri ha deciso la proroga di un mese per l’invio dei dati destinati alla dichiarazione precompilata.

Slittano, quindi, di 30 giorni anche le certificazioni uniche e i dati per le detrazioni degli asili nido, dell’università, dei condomini, degli interessi passivi sui mutui e di qualsiasi comunicazione per ottenere delle detrazioni attraverso la dichiarazione precompilata.

Cambia anche la scadenza per la trasmissione del 730 precompilato, ora fissata al 30 settembre. Restano ferme le altre finestre e, pertanto, chi consegnerà al 30 settembre la dichiarazione dovrà attendere di più per avere i rimborsi.

In questo modo, si viene incontro ai professionisti non solo delle zone rosse ma anche delle cosiddette zone gialle (gli interi territori di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, ad esempio) che oggi operano in difficoltà e che avevano chiesto di avere maggiore tempo a disposizione.

Da segnalare, infine, la sospensione fino al 30 aprile dei pagamenti di natura non fiscale per i contribuenti con la residenza, la sede legale o anche più semplicemente la sede operativa in uno dei Comuni delle zone rosse. Lo stop riguarda le cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e gli avvisi di debito emessi dagli enti previdenziali e assicurativi. Bloccati anche gli accertamenti esecutivi emessi dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli nonché i nuovi atti esecutivi eventualmente decisi dagli enti locali.

Potranno usufruire della sospensione anche i clienti e le aziende dei professionisti, dei consulenti e dei centri di assistenza fiscale che abbiano sede o operino nei Comuni compresi nella zona rossa.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube