Tech | Articoli

Come evitare che si aprono pagine internet da sole

14 Aprile 2020
Come evitare che si aprono pagine internet da sole

Se stai cercando una soluzione all’apertura continua di altre pagine durante la navigazione su internet, sei nel posto giusto. In questo articolo, ti spieghiamo come rimediare a questo problema.

La navigazione sul web è ormai diventata una parte fondamentale della nostra esistenza. Su internet ci informiamo, approfondiamo le tematiche che ci interessano, acquistiamo vestiti ed elettrodomestici e vediamo in streaming i nostri film e i nostri programmi televisivi preferiti. Se manchiamo di prestare la giusta attenzione ai portali che visitiamo, può però capitare di cominciare ad avere effetti indesiderati durante la navigazione, come l’apertura continua di pagine internet diverse da quelle che vogliamo visitare. Esiste una soluzione a questo problema, che alla lunga può rendere la nostra esperienza sul web decisamente frustrante? Per fortuna sì.

In questo articolo, ti spieghiamo come evitare che si aprano pagine internet da sole, in modo da riportare il tuo browser e il tuo sistema operativo alla piena efficienza. Per semplicità di scrittura e lettura, dividiamo la nostra guida in due casi: quello in cui si aprono pagine in autonomia su qualsiasi sito e quello in cui invece è solo un portale a portare questo spiacevole inconveniente.

Se si aprono pagine internet da sole in tutti i siti

Se l’apertura automatica di pagine web diverse da quella che vuoi consultare avviene continuamente, a prescindere dai siti che visiti, con ogni probabilità sei vittima di un adware.

L’adware è un software progettato proprio per lanciare messaggi pubblicitari sullo schermo e possono essere installati sul computer sia a causa di pratiche di navigazione poco sicure, sia nel corso del processo di installazione di un altro programma. A questo proposito, per evitare di incappare nuovamente in situazioni simili, presta molta attenzione quando installi un software sul tuo computer, soprattutto ai flag che potresti involontariamente mettere accanto ai consensi per l’installazione di altri programmi o di barre di ricerca.

Nessun browser può considerarsi al sicuro dagli adware, e fra i segnali più evidenti di attività da parte di questo tipo di software ci sono pubblicità che appaiono in posizioni diverse dal solito, cambi radicali di visualizzazione in siti internet che sei solito visitare, reindirizzamenti a indirizzi non richiesti e cambiamenti all’interno della home page del browser. Tutto ciò può, ovviamente, portare a una navigazione molto più lenta del previsto e a blocchi totali del browser.

Un primo passo per affrontare il problema degli adware è una revisione completa di tutte le estensioni installate sui browser con i quali sei solito navigare sul web. Se stai utilizzando Google Chrome vai sul menu Altri strumenti (Finestra su Mac) e cerca la voce Estensioni.

Se, invece, stai utlizzando Firefox vai sulla voce del menu Componenti aggiuntivi (che su Mac si trova all’interno della scheda Strumenti). Se infine stai usando Safari, portati sulla scheda Estensioni, che trovi all’interno del menu Safari->Preferenze.

A prescindere dal percorso da te intrapreso e dal browser scelto, a questo punto arriverai in una schermata dove troverai tutte le estensioni installate all’interno del programma. Rimuovi tutte le estensioni della cui affidabilità non sei assolutamente certo, poi chiudi il browser, riavvia il computer e rilancia il programma, controllando se riscontri dei miglioramenti.

Se questa semplice operazione non ha dato i suoi frutti, occorre una soluzione più radicale, che non puoi mettere in pratica da solo. Stiamo parlando di software creati appositamente per eliminare gli adware e tutte le altre potenziali minacce per il tuo computer, attraverso i quali potresti riuscire a riportare alla normalità la tua navigazione su internet. Il software più indicato in tal senso è sicuramente Malwarebytes, che mette a disposizione dei propri utenti una protezione ottimale dai software più dannosi del web. Per valutare i servizi offerti da questo programma, puoi scaricare la versione gratuita sia per Windows che per Mac.

Dopo un periodo di prova di 14 giorni, potrai eventualmente acquistare la versione completa del software, che migliorerà notevolmente la sicurezza della tu macchina e del tuo sistema operativo, eliminando con ogni probabilità anche i problemi legati all’apertura automatica di pagine internet diverse da quelle che vuoi consultare.

Dal momento che anche i sistemi operativi mobile possono incappare, seppur in misura minore, nei problemi legati agli adware, Malwarebytes mette a disposizione dei suoi clienti anche due app attraverso le quali beneficiare dei suoi servizi. Le puoi trovare rispettivamente sul Play Store di Android e sull’App Store di iOS.

Se si aprono pagine internet da sole solo in alcuni siti

Se il problema dell’apertura non richiesta di pagine internet riguarda solo alcuni portali, è probabile che il problema non sia dovuto a qualche anomalia sull tuo computer e sul tuo dispositivo mobile, ma che sia legato invece ai siti che sei solito consultare.

Alcuni portali, soprattutto se non del tutto trasparenti dal punto di vista legale, sono soliti riempire le loro pagine con una quantità sproporzionata di annunci pubblicitari, alcuni dei quali praticamente invasivi.

Certe inserzioni pubblicitarie possono portare non soltanto all’apertura di animazioni e filmati ingombranti, ma anche all’apertura di altre finestre, che se non scovate potrebbero rimanere aperte in background per molto tempo, consumando una notevole quantità delle risorse della tua macchina. Se ti trovi in questa situazione, e hai la necessità di consultare determinati portali anche se creano questi problemi, una soluzione a tua disposizione consiste nell’AdBlock.

Un AdBlock è un software che consente ai propri utenti di inibire la visualizzazione di alcuni elementi di un sito internet, come delle inserzioni pubblicitarie talmente pesanti da rallentare vistosamente la tua navigazione sul web. Solitamente è possibile installare un AdBlock sotto forma di estensione per il browser. Esistono AdBlock particolarmente efficaci per Google Chrome, Internet Explorer, Edge, Safari, Mozilla Firefox e tutti gli altri browser più diffusi. Ognuna di queste estensioni condivide un’idea di fondo, cioè l’inibizione preventiva di ogni componente minacciosa o potenzialmente molesta all’interno di una pagina web.

Ricorda di abilitare l’AdBlock soltanto sui siti che adottano comportamenti dannosi o fastidiosi per i propri utenti, lasciandolo invece disabilitato per tutti gli altri portali. La pubblicità è la principale fonte di sostentamento e guadagno per gran parte dei siti internet, per cui un utilizzo esteso e indiscriminato degli AdBlock potrebbe mettere molti portali in ginocchio, con una conseguente riduzione della quantità e della qualià dell’informazione sul web.

Esiste, inoltre, una procedura specifica per inibire a un browser internet l’apertura non richieste di altre pagine. Stiamo parlando del cosiddetto blocco dei popup, di cui solitamente ti accorgi quando hai la necessità di aprire altre pagine o finestre all’interno di portali che stai utilizzando. Il blocco dei popup potrebbe perciò impedirti di beneficiare appieno delle procedure e dei servizi messi a disposizione da alcuni portali, ma al tempo stesso ti metterà al riparo da annunci pubblicitari particolarmente invasivi.

Per mettere in pratica questa procedura su Google Chrome, sia nella versione per computer Desktop sia in quella per dispositivi mobile, comportati come segue. Clicca sull’icona composta da tre pallini disposti in verticale, che trovi nell’angolo in alto a destra del tuo schermo. Seleziona poi la voce Impostazioni, e subito dopo la dicitura Impostazioni sito, che troverai all’interno della scheda Privacy e sicurezza. Scorri quindi le voci presenti all’interno della sezione Autorizzazioni, finchè non trovi l’opzione Popup e reindirizzamenti. Fai un clic su questa voce, e nel successivo menu a comparsa attiva la levetta accanto a Popup e reindirizzamenti. Se lo desideri, puoi avvalerti anche dei pulsanti Blocca e Consenti per bloccare o consentire popup su specifici portali.

Se stai invece utilizzando Safari, il browser predefinito sui dispositivi Apple, procedi in questa maniera. Se utilizzi Safari su iOS, recati sulle impostazioni del tuo dispositivo mobile, e pigia subito dopo su Safari. All’interno della successiva schermata ti basterà quindi attivare la levetta posta accanto a Blocco finestre a comparsa per mettere fine all’attivazione di pagine internet non richieste.

Se stai invece usando Safari su un Mac, clicca sulla voce Preferenze, contenuta all’interno del Menu Safari, posto nella barra in alto del tuo computer. All’interno della scheda Siti Web, troverai quindi il pannello di controllo per l’attivazione e disattivazione del blocco popup, che potrai gestire come più ti aggrada.

Infine, se stai utilizzando Firefox, il browser internet sviluppato da Mozilla, procedi come segue. Recati sul menu Preferenze di Firefox e seleziona la sezione Privacy e sicurezza. Scorri quindi in basso fra le varie voci della pagina seguente, finchè non arrivi alla dicitura Blocca le finestre pop-up. Attiva quindi il flag posto accanto a quest’ultima per inibire l’apertura di finestre non richieste. Avvaliti eventualmente del pulsante Eccezioni per consentire l’apertura di nuove finestre soltanto a determinati portali internet.

In conclusione, ti facciamo presente che alcuni programmi malevoli potrebbero agire anche sulle impostazioni dei cosiddetti server DNS, portando a effetti indesiderati durante la tua navigazione sul web. A questo proposito, ti consigliamo l’articolo “Come cambiare DNS“. All’interno di questo approfondimento troverai utili informazioni ed efficaci procedure per il cambio dei DNS: potrai tornare in breve tempo a una normale navigazione sul web, libera da minacce e da finestre non richieste che ne danneggerebbero la qualità.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube