Diritto e Fisco | Articoli

Tempi per l’accredito di un bonifico

8 Aprile 2020 | Autore:
Tempi per l’accredito di un bonifico

Guida al bonifico bancario: cos’è, le modalità per eseguirlo, quelle per il pagamento, le tempistiche per l’accredito sul conto corrente del beneficiario. Il bonifico istantaneo e i relativi costi.

Quando si attende un bonifico ma passano i giorni e lo stesso non compare nella lista dei movimenti del nostro conto corrente, l’impazienza cresce. Che si tratti dello stipendio oppure della pensione o semplicemente del pagamento per un’attività svolta o un servizio prestato, poco importa. In tutti questi casi viene naturale chiedersi quali siano i tempi per l’accredito di un bonifico bancario. Benché dal 2012 i tempi di accredito sono stati ridotti ad alcuni giorni, a seconda delle banche coinvolte, tuttavia non è possibile rispondere con esattezza a questa domanda.

Nella maggior parte dei casi, sono necessari due o tre giorni prima di vedere accreditato il denaro sul conto. Bisogna comunque considerare diverse variabili, quali la banca di provenienza e l’orario di cut-off in cui viene effettuato il bonifico, che possono influire sui tempi di accredito. Nell’ipotesi di un bonifico estero inviato ad un Paese fuori dalla zona euro, i tempi si dilatano ancora di più tanto che prima di ricevere la somma bonificata è possibile attendere tra i 7 e i 10 giorni.

Cos’è un bonifico bancario

Il bonifico bancario è un’operazione mediante la quale è possibile trasferire somme di denaro da un conto corrente bancario ad un altro conto corrente. Pertanto, il soggetto che intende eseguirlo, deve ordinare alla propria banca di spostare una determinata somma sul conto corrente del beneficiario.

Se lo spostamento di denaro avviene su un conto corrente intestato alla stessa persona che effettua il bonifico, si ha un giroconto.

I soggetti interessati dal trasferimento sono tre:

  • colui che dispone il bonifico (ordinante);
  • la banca, che funge da intermediaria nell’operazione;
  • il soggetto che riceve il bonifico (beneficiario).

Come si effettua un bonifico bancario

Un bonifico bancario si effettua:

  1. allo sportello, recandosi direttamente in banca. In tal caso, occorre compilare l’apposito modulo e consegnarlo all’impiegato addetto;
  2. oppure telematicamente, tramite home banking, previa registrazione al sito del proprio istituto di credito.

Come si esegue un bonifico bancario allo sportello

Per eseguire un bonifico bancario allo sportello, l’ordinante deve riportare nel modulo:

  • i propri dati anagrafici (nome e cognome);
  • il suo codice fiscale;
  • i dati identificativi del conto corrente del beneficiario (codice Iban o quello Bic/Swift, che serve per identificare un conto estero);
  • la somma da trasferire;
  • il Paese di destinazione, se Italia o all’estero;
  • la causale del bonifico. In merito, è opportuno precisare che la stessa va sempre specificata al fine di evitare un eventuale accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate, che potrebbe essere interessata a conoscere il motivo del trasferimento di denaro.

In ultimo, l’ordinante deve firmare il modulo e l’addetto allo sportello gli consegna la ricevuta attestante l’avvenuto pagamento.

Come si esegue un bonifico bancario online 

L’ordinante nel momento in cui intende eseguire un bonifico bancario telematicamente, deve accedere al proprio account, digitando username e password, da computer, smartphone o tablet, mediante l’apposita app.

Anche in tale ipotesi deve compilare il modulo d’ordine del bonifico, inserendo:

  1. i dati del beneficiario;
  2. il suo codice Iban o quello Bic/Swift, nel caso di bonifico all’estero;
  3. il Paese della banca ricevente;
  4. la causale;
  5. l’importo.

Quindi, deve cliccare sul pulsante “esegui il pagamento” per completare l’operazione.

E’ opportuno specificare che le tempistiche di un bonifico eseguito allo sportello e quelle di un bonifico online sono identiche mentre a variare sono solo le modalità di esecuzione dell’operazione.

Come si paga un bonifico bancario

Esistono modalità differenti per pagare un bonifico bancario.

Più precisamente, si può versare la somma:

  • in contanti, consegnandola direttamente all’addetto allo sportello bancario;
  • con carta di credito;
  • tramite bancomat;
  • mediante addebito sul proprio conto corrente bancario.

Come avviene il trasferimento di denaro tramite bonifico bancario

Il trasferimento di denaro tramite bonifico bancario avviene mediante:

  • bonifico Sepa (Single euro payments area), se è destinato ad un conto corrente aperto in Italia o in un Paese dell’Unione Europea;
  • bonifico estero, se l’accredito deve essere effettuato su un conto corrente aperto in uno Stato fuori dalla zona euro.

Quali sono i tempi per l’accredito di un bonifico bancario

In generale, i tempi per l’accredito di un bonifico bancario sono di:

  • 1 giorno, se la banca e la filiale di chi dispone e di chi riceve il bonifico coincidono;
  • 2 giorni, se si tratta della stessa banca ma di una filiale diversa;
  • 3 giorni, se gli istituti di credito sono differenti.

Perciò, si va da 1 a 3 giorni al massimo.

In cosa consiste l’orario di cut-off

Per stabilire la tempistica di un bonifico bancario, è importante tenere conto anche dell’orario in cui lo stesso viene disposto. Infatti, sui tempi di accredito incide molto quello in gergo finanziario viene definito l’orario di cut-off.

In parole più semplici, il cut-off è l’ora fissata dall’istituto di credito entro il quale l’ordine di effettuare un bonifico si considera ricevuto nella giornata in corso. Per i bonifici che superano questa soglia, invece, l’ordine di effettuare un bonifico si considera ricevuto nella giornata successiva.

Ad esempio prendiamo un istituto di credito il quale ha stabilito che l’orario di cut-off per accettare un bonifico in uscita lavorabile nella stessa giornata, siano le 14.00.

Se un cliente di quella banca dispone un bonifico, poniamo un lunedì alle 13.00, il beneficiario lo riceve il giorno successivo, ovvero il martedì entro le 24.00.

Se, invece, il bonifico viene effettuato alle 15.00, il beneficiario deve attendere il mercoledì per vedere la somma accreditata sul proprio conto corrente.

Come varia l’orario di cut-off  

L’orario di cut-off cambia di banca in banca.

Nello schema che segue, a titolo esemplificativo, sono riportati gli orari di cut-off di alcuni principali istituti di credito anche online:

  • Banca Marche: 15:30;
  • Mediolanum Banca: 17:00;
  • Banca di Sondrio: 14:30;
  • Barclays: 15:30;
  • Cariparma: 18:00;
  • CheBanca!: 19:00;
  • Credem: 20:00;
  • Deutsche Bank: 17:00;
  • Fineco: 15:00;
  • Intesa San Paolo: 17:30;
  • MPS: 18:30;
  • Unicredit: 20:00;
  • Webank: 17:45;
  • Widiba: 18:30.

Un modo per ridurre i tempi di attesa tra l’emissione e l’accredito del bonifico è quello di eseguire l’operazione di mattina, osservando il cut-off della propria banca. Così facendo dal momento in cui si effettua il bonifico a quello del pagamento trascorreranno più delle 24 ore di solito richieste.

I tempi per l’arrivo del bonifico diminuiscono quando il trasferimento di denaro avviene tra due conti correnti della stessa banca.

In tal caso, infatti, è possibile che la somma sia a disposizione sul conto corrente del destinatario anche nello stesso giorno di emissione.

Quali sono i tempi per l’accredito di un bonifico bancario estero

I tempi di accredito di un bonifico bancario estero cambiano a seconda se deve essere effettuato in un Paese dell’Unione Europea ovvero in uno extraeuropeo.

Un bonifico Sepa viene accreditato prima rispetto ad uno effettuato in un’area fuori della zona euro. Di solito tale tipo di bonifico rispetta le stesse tempistiche nazionali e può impiegare da due a tre giorni per essere accreditato.

Invece, nell’ipotesi di un bonifico eseguito in una nazione fuori dall’Unione Europea a far aumentare i tempi di accredito sono gli eventuali cambi di valuta. Perciò, in questo caso i bonifici all’estero possono impiegare fino a 7/10 giorni per l’accredito.

I tempi di accredito dipendono dagli accordi tra le banche.

Quanto costa inviare e ricevere un bonifico bancario

Il bonifico bancario effettuato in banca può comportare il pagamento di una commissione di 5 euro. Il costo varia da istituto di credito ad istituto di credito ed in ragione delle condizioni inserite nel contratto sottoscritto con la propria banca. Al contrario, il bonifico bancario online è completamente gratuito.

Ricevere un bonifico bancario non comporta alcuna spesa per il beneficiario, il quale non è tenuto a versare alcuna commissione.

Come rintracciare un bonifico bancario

Posto che i tempi per l’accredito di un bonifico postale sono quelli già sopra indicati, qualora lo stesso dovesse tardare ad arrivare, è possibile rintracciarlo utilizzando il numero Cro (Codice di riferimento operazione) o quello Trn (Transaction reference number). Infatti, il Cro ed il Trn sono due codici grazie ai quali si può verificare l’autenticità e la correttezza di un bonifico bancario già eseguito.

Cos’è un bonifico istantaneo

Il bonifico istantaneo è un’operazione di trasferimento di denaro che può essere eseguita in poco più di 10 secondi, ogni giorno, dal lunedì alla domenica, festivi compresi, e a qualsiasi ora (h24).

In pratica, chiunque può disporre un bonifico verso un determinato beneficiario in tempo reale, utilizzando la piattaforma Sepa instant credit transfert, a patto che sul conto abbia la liquidità necessaria per spostare la cifra. La massima cifra che si può trasferire mediante un bonifico istantaneo è di 15.000 euro.

Come funziona un bonifico istantaneo

Dopo avere eseguito un bonifico istantaneo, l’ordinante riceve una notifica che conferma che l’operazione ha avuto esito positivo.

Bisogna fare attenzione nel momento in cui si esegue un bonifico istantaneo in quanto non è possibile revocarlo.

I soldi trasferiti mediante un bonifico istantaneo sono immediatamente disponibili sul conto corrente del beneficiario.

Quanto costa un bonifico istantaneo

Trattandosi di un servizio innovativo, il bonifico istantaneo ha un costo maggiore di quello ordinario.

Pertanto, chi sceglie di avvalersi di tale strumento potrebbe vedersi applicare un sovraprezzo, che dipende dalla banca alla quale si è rivolto. Ne consegue cha è impossibile indicare un costo unico.

In alcuni casi, il pagamento della commissione può essere richiesto anche a chi riceve il denaro.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube