Politica | News

Quel virus politico che provoca la recessione

4 Marzo 2020
Quel virus politico che provoca la recessione

I dati Istat riportano una diminuzione del Pil nel quarto trimestre 2019 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. 

L’Italia sta scivolando verso la recessione? I dati Istat diffusi stamattina e che ci giungono in redazione dalla nostra agenzia stampa Adnkronos sembrano purtroppo confermarlo.

Non solo manca la crescita che ci si attendeva, ma il prodotto interno lordo, il Pil è addirittura diminuito, nel quarto trimestre del 2019 dello 0,3% rispetto al trimestre, anche se è aumentato dello 0,1% rispetto al quarto trimestre del 2018. Lo comunica l’Istat ricordando che “nei dati diffusi il 31 gennaio scorso si era registrata la stessa diminuzione dello 0,3% del Pil, mentre la crescita tendenziale era risultata nulla”.

La stima completa dei conti economici trimestrali, commenta l’Istat, “conferma la riduzione dello 0,3% del Pil nel quarto trimestre anticipata a fine gennaio. Per contro, in termini tendenziali si registra una crescita dello 0,1%, in rallentamento rispetto ai periodi precedenti”.

Per Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia, “I dati Istat diffusi stamani confermano quanto già sapevamo: la discesa dell’economia italiana verso la recessione tecnica è stata determinata, molto prima del coronavirus, da un virus tutto politico, quello anti-impresa dei governi a maggioranza grillina”.

“Così, il 2020 è partito con l’handicap di un Pil già negativo – prosegue la senatrice – e questo aggrava gli effetti dell’emergenza sanitaria in atto, che va affrontata di pari passo con quella economica che sta lacerando il tessuto produttivo del Paese, con misure straordinarie che il governo però stenta a mettere in campo”.

Dalla maggioranza di Governo, il viceministro all’Economia, Antonio Misiani, intervenendo a Start, su Sky tg24, assicura: “Metteremo in campo tutte le risorse necessarie. Dobbiamo dare il segno che faremo tutto quello che è necessario, ‘whatever it takes‘, anche per l’economia italiana. Siamo una delle più grandi economie del mondo investita da un’emergenza inedita, stiamo imparando come affrontarla però è chiaro che dobbiamo proteggere sia la salute dei cittadini ma anche l’economia e il lavoro”.

L’Unione Nazionale Consumatori (Unc) commenta così l’andamento che i dati Istat esprimono: “Il Paese è in recessione tecnica anche senza l’effetto coronavirus. E’ questa l’amara lettura del dato Istat di oggi. Anche nel I trimestre 2020, infatti, diventa arduo ipotizzare una variazione congiunturale positiva, visto che partiamo nel 2020 con un Pil già negativo, con una variazione acquisita dello 0,2%”, afferma il presidente Massimiliano Dona.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube