Diritto e Fisco | Articoli

Quanto tempo può durare il pignoramento?

27 Settembre 2013


Quanto tempo può durare il pignoramento?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 27 Settembre 2013



È venuto a casa mia l’ufficiale giudiziario a prelevare dei beni per un pignoramento promosso dal mio creditore: sono passati circa tre mesi e non ho saputo nulla; quanto tempo può durare questa situazione di incertezza?

Effettuato il pignoramento, il creditore deve chiedere, a pena di decadenza, l’assegnazione o la vendita del bene, oppure la distribuzione del denaro pignorato, entro il termine massimo di 90 giorni dal giorno dell’avvenuto pignoramento [1].

Decorso inutilmente il termine di efficacia del pignoramento, lo stesso diventa inefficace (cosiddetto “perento”) e il credito reprocedente è costretto ad iniziare una nuova procedura esecutiva, chiedendo all’ufficiale giudiziario di effettuare un nuovo pignoramento [2].

Questo vuol dire che i beni pignorati al debitore gli dovranno essere restituiti, salvo gli eventuali costi da rimborsare al custode dei beni.

Il discorso vale principalmente per il pignoramento di cose mobili (per esempio, una scrivania, un divano, un attrezzo), tra cui è ricompreso il denaro.

note

[1] Art. 497 cod. proc. civ.

[2] Cass. sent. n. 9624/2003.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI