Diritto e Fisco | Articoli

Quando si può revocare l’amministratore del condominio?

14 Marzo 2020
Quando si può revocare l’amministratore del condominio?

L’amministratore del mio condominio non mi soddisfa. In che modo è possibile revocarlo?

Per quanto concerne la revoca dell’amministratore, essa è possibile (in base all’articolo 1129, 11° comma, del Codice civile) nei seguenti casi e secondo le seguenti modalità:

  • in qualsiasi momento con delibera dell’assemblea adottata con la stessa maggioranza prevista per la nomina (o con la maggioranza eventualmente prevista dal regolamento condominiale);
  • su ricorso all’autorità giudiziaria anche di un solo condomino nei casi in cui l’amministratore non renda il conto della gestione, oppure se non avverte l’assemblea di aver ricevuto una citazione o un provvedimento amministrativo che esorbita dalle attribuzioni dell’amministratore, oppure nei casi di gravi irregolarità (alcuni dei quali sono indicati di seguito);
  • su ricorso all’autorità giudiziaria anche di un solo condomino dopo che l’assemblea, convocata su richiesta anche di un solo condomino, non abbia deciso di revocare l’amministratore nei casi di gravi irregolarità fiscali o di mancata apertura ed utilizzazione del conto corrente bancario o postale intestato al condominio su cui far transitare obbligatoriamente le somme ricevute a qualsiasi titolo dai condomini o da terzi, nonché quelle a qualsiasi titolo erogate per conto del condominio.

Sono casi di gravi irregolarità che consentono al singolo condomino di ricorrere direttamente al giudice per far revocare l’amministratore quelli indicati nel comma 12 dell’articolo 1129 del Codice civile (ad esempio: mancata esecuzione di provvedimenti giudiziari ed amministrativi, non aver curato la corretta tenuta del registro di anagrafe condominiale o la corretta tenuta del registro dei verbali delle assemblee o la corretta tenuta del registro di contabilità previsti dall’articolo 1130, 1° comma, n. 7).

Non è però escluso che anche irregolarità diverse da quelle indicate dalla legge possano provocare la revoca dell’amministratore se consistono in gravi carenze nella gestione amministrativa e, comunque, se incidono in modo serio nel rapporto di fiducia con i condomini.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube