Ecobonus 2020: le 5 scelte preferite dagli italiani

5 Marzo 2020
Ecobonus 2020: le 5 scelte preferite dagli italiani

Per ottenere la detrazione fino al 65% gli interventi più gettonati secondo ProntoPro sono l’acquisto di nuove caldaie e la sostituzione di infissi e persiane. 

Prende quota l’Ecobonus, l’agevolazione per chi esegue lavori che migliorano l’efficientamento energetico dell’immobile, come l’acquisto di finestre o infissi esterni; prevede una detrazione in due fasce, del 65% o del 50% a seconda degli interventi realizzati; la percentuale sale fino al 75% per la riqualificazione energetica dei condomini e il Governo sta pensando a potenziarla facendo arrivare l’Ecobonus sino al 100%.

Tra i vari Bonus casa 2020 l’Ecobonus è uno di quelli che offrono ampie possibilità perché riguarda tutti i tipi di spese sostenute per il miglioramento termico dell’edificio: coibentazioni, pavimenti, finestre e infissi, installazione di pannelli solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale ed estiva fino agli interventi di domotica (se non li conosci puoi approfondire leggendo Ecobonus: come funziona).

Ma quali sono gli interventi preferiti dagli italiani, quelli più gettonati tra tutti quelli che consentono di fruire del bonus? Un’analisi di ProntoPro, diffusa oggi dall’agenzia stampa Adnkronos – in anticipazione della “Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili”, che si terrà domani, 6 marzo – rivela come gli italiani scelgono di ottimizzare l’efficienza della propria abitazione.

ProntoPro.it, il noto portale di servizi professionali per la casa, ha realizzato la classifica dei servizi più richiesti: la scelta preferita è risultata quella di una nuova caldaia, che consente anche di realizzare un risparmio in bolletta fino al 30%. Al secondo posto l’installazione di nuovi infissi, come la sostituzione delle persiane, e a seguire i pannelli solari, gli interventi di domotica e la coibentazione.

La caldaia

Al primo posto della classifica si piazza la sostituzione della caldaia. Una scelta intelligente visto che le nuove caldaie a condensazione consentono un risparmio del 30% in bolletta rispetto a una caldaia tradizionale: invece di disperdere il vapore, lo riciclano, impiegandolo per la produzione di acqua calda, garantiscono inoltre una migliore efficienza energetica e basse emissioni di sostanze inquinanti. Secondo ProntoPro, “i costi per l’installazione di un impianto di questo tipo, comprensivi della manodopera, vanno da 1.500 fino a 2.600 euro”.

Le finestre

Sul secondo gradino del podio troviamo l’installazione di nuovi infissi. Sostituire finestre obsolete permette di ridurre del 20% le spese di climatizzazione e riscaldamento, gli infissi di ultima generazione aiutano a non disperdere il calore in inverno e impediscono al caldo estivo di entrare in casa.

Le più richieste su ProntoPro “sono le finestre in pvc che possono costare fino a 250 euro al pezzo, chi sceglie il legno deve preventivare invece una spesa media di 500 euro a infisso. I preventivi per i costi di posa, che includono anche lo smaltimento della vecchia finestra, si aggirano infine sui 100 euro”.

I pannelli fotovoltaici

La terza attività in classifica è l’installazione di pannelli fotovoltaici: una soluzione permanente per risparmiare fino al 90% sulle bollette dell’energia elettrica, aiutare l’ambiente, ma anche aumentare la classe energetica del proprio immobile e quindi il suo valore sul mercato.

“Un impianto fotovoltaico richiede un investimento di 2.000 euro a Chilowatt”, rileva ProntoPro.

La domotica

Gli interventi di domotica (al quarto posto della classifica) sono quelli che permettono di controllare da remoto impianti di riscaldamento e raffrescamento, ma anche l’illuminazione della casa, interna ed esterna, e l’automatizzazione di finestre, tapparelle, tende da sole o cancelli. Una gestione intelligente degli impianti che può generare un taglio dei costi in bolletta del 25%.

Quanto costano come investimento iniziale? “Un impianto domotico base installato in un’abitazione di 70 metri quadri può costare circa 7.000 euro”, risponde ProntoPro.

L’isolamento termico

A chiudere la top 5 sono le richieste di preventivo per l’isolamento termico delle pareti esterne: un investimento che consente di ridurre le spese fino al 40%. Secondo le rilevazioni di ProntoPro “i preventivi di materiale e manodopera oscillano tra i 50 e i 100 euro al metro quadro, con variazioni in base al tipo di isolante, alla località, alla superficie da coprire e al numero di piani dell’edificio”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube