Diritto e Fisco | Articoli

Procedimenti per i quali non c’è bisogno della mediazione

27 Settembre 2013
Procedimenti per i quali non c’è bisogno della mediazione

Azioni o procedimenti peri i quali non c’è obbligo di mediazione 

1) procedimenti di opposizione o incidentali di cognizione relativi all’esecuzione forzata

2) procedimenti in camera di consiglio (vi rientrano sia i procedimenti di volontaria giurisdizione, privi di natura contenziosa, sia i procedimenti camerali che hanno ad oggetto dei diritti indisponibili)

3) azione civile esercitata nel processo penale

4) procedimenti di consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite (previsti dall’art. 696 bis c.p.c.)

5) class action (artt. 140 e 140 bis D.Lgs. 206/ 2005)

6) azioni inibitorie promosse dalle associazioni rappresentative dei consumatori o dei professionisti o dalle camere di commercio, contro il professionista o l’associazione di professionisti che utilizzano o raccomandano l’utilizzo di condizioni generali di contratto abusive (previste dagli artt. 37, 140 e 140 bis D.Lgs. 206/2005).

Momento in cui svolgere la mediazione

In generale la mediazione obbligatoria deve essere svolta e conclusa prima di proporre la domanda giudiziale, ad eccezione dei pro­cedimenti cautelari o d’urgenza per i quali basta il semplice deposito dell’istanza. In alcuni casi invece (quando i procedimenti prevedono una fase sommaria e una successiva ed even­tuale fase di merito) la domanda di mediazione è invece proposta dopo la domanda giudiziale.

CasiQuando presentare la domanda
regola generaleprima della domanda giudiziale
procedimento cautelare o d’urgenzaprima della domanda giudiziale
procedimenti per convalida di licenza o sfrattodopo la pronuncia di mutamento del rito (previsto dall’art. 667 c.p.c.)
procedimenti possessoridopo l’ordinanza che pronuncia sul provvedimento d’urgenza (ai sensi dell’art. 703 c. 3 c.p.c.)
procedimenti per ingiunzione, inclusa l’opposizionedopo la pronuncia sulle istanze di concessione e sospensione della provvisoria esecuzione


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube