HOME Articoli

Lo sai che? Privacy: “Che lavoro fanno i tuoi genitori? Sono divorziati? Stanno in salute?” sono domande illegittime

Lo sai che? Pubblicato il 30 settembre 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 30 settembre 2013

La raccolta di dati nei confronti dei soggetti interessati a un servizio si deve limitare alle sole informazioni indispensabili: illegittime le domande inutili e riguardanti dati sensibili.

“Hai fratelli gemelli? Quanti anni hanno i tuoi genitori? Sono vivi, morti, separati, divorziati? Che lavoro fanno? Quante ore al giorno lavorano? Qual è la loro condizione di salute? Hanno invalidità? Sono cristiani o appartengono ad altra confessione religiosa?”. Queste e molte altre sono le domande contenute nei questionari che, spesso, devono essere compilati all’atto dell’iscrizione di un bambino all’asilo, in una scuola o in altre circostanze simili.

Il Garante della Privacy, però, è intervenuto con un recente provvedimento [1] condannando tale comportamento: la raccolta di domande inopportune e inutili deve considerarsi illegittima. In particolare, è vietata la raccolta di informazioni non strettamente necessarie e spesso riguardanti dati sensibili come la salute o il credo religioso.

L’ente o la struttura che raccoglie dati altrui deve fare molta attenzione a limitarsi alle sole informazioni indispensabili allo scopo per il quale avviene la raccolta.

Nel caso di specie, si trattava di domande, poste dal Comune, ai fini della verifica del punteggio per la graduatoria di iscrizione ad un asilo.

Troppi e non indispensabili i dati chiesti dal Comune per predisporre la graduatoria: è stato questo il giudizio del Garante che ha obbligato l’ente alla cancellazione degli archivi inutili.

note

[1] Garante Privacy, doc. web n. 2554925.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI