Diritto e Fisco | Articoli

Cos’è il testamento segreto?

1 Maggio 2020
Cos’è il testamento segreto?

Mettere per iscritto le ultime volontà e consegnarle al notaio: modalità, effetti e vantaggi.

È arrivato il momento di scrivere un testamento. Certo non sei ancora anziano, ma in questi casi è bene essere previdenti. Ti metti quindi all’opera e cominci a redigere l’atto. Ci sono moltissime cose da decidere: a chi lasciare la casa, cosa fare dei soldi depositati sul conto bancario, chi si prenderà cura dei tuoi animali. Insomma, occorre essere precisi, in modo che le tue ultime volontà vengano rispettate. Nell’articolo che segue vedremo di capire cos’è il testamento segreto. Probabilmente, non sapevi dell’esistenza di questa forma testamentaria. Come si scrive? Ci sono particolari formalità? È necessario rivolgersi al notaio? Mettiti comodo perché ti spiegherò per filo e per segno tutto ciò che occorre per fare un testamento segreto, quali effetti comporta e quali sono i vantaggi.

Cos’è il testamento?

In termini generali, il testamento è l’atto con cui una persona mette per iscritto le sue ultime volontà per il tempo in cui non ci sarà più. Facciamo un esempio pratico.

Tizio ha 70 anni e non è sposato. Dato che è preoccupato per la sua salute, decide di redigere un testamento per destinare i suoi beni ad un’associazione di volontariato una volta che sarà morto.

Per completezza, devi sapere che il testamento è un atto:

  • revocabile: nel senso che il testatore è libero di cambiare le sue disposizioni in ogni momento fino alla sua morte;
  • unilaterale: in quanto contiene la sola volontà del testatore;
  • personalissimo: perché deve essere compiuto personalmente dal testatore;
  • non recettizio: per produrre effetti basta la semplice dichiarazione di volontà del testatore;
  • formale: può essere redatto solo per iscritto, non essendo ammesso il testamento orale;
  • gratuito: il testatore non riceve alcun corrispettivo per scrivere un testamento.

Cosa deve contenere il testamento?

Il testamento può contenere disposizioni di carattere:

  • patrimoniale: ossia l’istituzione di eredi o legati (quando il testatore attribuisce al beneficiario determinati beni o diritti);
  • non patrimoniale: ad esempio, il riconoscimento di un figlio nato fuori dal matrimonio oppure la designazione di un tutore, ecc.

Cos’è il testamento segreto?

Ed eccoci arrivati al tema centrale. Il testamento segreto è l’atto scritto dal testatore (o da un’altra persona) consegnato personalmente al notaio, alla presenza di due testimoni. 

Il testamento segreto è composto da due elementi:

  • la scheda testamentaria: cioè i fogli sui quali il testatore ha scritto (o ha fatto scrivere) le sue ultime volontà;
  • l’atto di ricevimento: l’atto con cui il notaio certifica che il testatore gli ha consegnato personalmente il testamento alla presenza di due testimoni.

Come funziona il testamento segreto?

A questo punto, vorrai sicuramente sapere le modalità per redigere un testamento segreto. Ebbene, l’atto può essere scritto direttamente a mano dal testatore (ma anche al computer o alla macchina da scrivere) oppure da un’altra persona.

L’importante è che il testamento venga poi sottoscritto dal testatore. Tale modalità non è ammessa per coloro che non possono leggere (ad esempio, perché analfabeti o ciechi). Se il testamento è scritto con il computer o da una terza persona, il testatore dovrà poi apporre la sua firma in calce a ciascun foglio. Fatto ciò, l’atto viene dapprima inserito in una busta sigillata – in modo che il testamento non si possa aprire – e successivamente viene consegnato al notaio, alla presenza di due testimoni. Se la busta non è sigillata, allora provvederà il notaio, il quale applicherà un sigillo in cera lacca con un’impronta determinata.

La legge prevede che il notaio debba redigere l’atto di ricevimento nel quale è indicata la data di consegna dell’atto e il rispetto di tutte le formalità previste. Tale documento deve essere firmato dal notaio, dal testatore e anche dai due testimoni.

Se il testatore, per un qualsiasi motivo, dovesse cambiare idea, ha sempre la possibilità di ritirare il testamento precedentemente depositato dal notaio (o nell’archivio notarile). A tal punto, il notaio deve redigere un verbale di restituzione e il testamento verrà annullato, a meno che non sia stato scritto di pugno dal testatore. In questo caso, l’atto avrà valore di testamento olografo.

Testamento segreto: cosa accade alla morte del testatore?

Alla morte del testatore, occorre rendere pubblico il testamento segreto. In altre parole, il notaio, appresa la notizia del decesso, convoca i familiari del testatore e apre la busta. A tal fine, sono necessari alcuni documenti come, ad esempio, il certificato di morte. Se il notaio non provvede alla pubblicazione del testamento, chiunque abbia interesse può rivolgersi al tribunale.

Se nel testamento è contenuta la dichiarazione di riconoscimento di un figlio nato fuori dal matrimonio, il notaio deve provvedere entro i venti giorni successivi alla pubblicazione ad inviare copia all’ufficiale di Stato civile competente per l’annotazione.

Quali sono i vantaggi del testamento segreto?

Scegliere il testamento segreto ha il vantaggio di garantire la segretezza delle disposizioni ivi contenute, in quanto le stesse non saranno rese note fino alla pubblicazione dell’atto. Inoltre, il testamento non andrà smarrito né potrà essere sottratto da terzi. Infine, un ulteriore vantaggio è il costo nettamente inferiore rispetto al testamento pubblico, in quanto la procedura comporta un impegno minore da parte del notaio che si limita a ricevere e conservare l’atto. Ovviamente la parcella varia in base al professionista.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube