Padri separati: non sono obbligati a vedere i figli

6 Marzo 2020 | Autore:
Padri separati: non sono obbligati a vedere i figli

La Cassazione annulla la multa al genitore che salta le visite al proprio bambino: l’assenza, secondo i giudici, non è monetizzabile.

Che succede ad un padre separato che si disinteressa del proprio figlio? Nulla. Una sentenza della Cassazione ha annullato la possibilità di multare il genitore che di incontrare i suoi bambini non ne vuole sapere. Il concetto espresso dai giudici è questo: la presenza di un padre non si può monetizzare, quindi l’assenza non si può sanzionare in denaro.

La Suprema Corte si è pronunciata sul caso di un genitore che aveva ricevuto una multa di 100 euro per ogni visita saltata al figlio minorenne, stabilendo che il diritto di visita «è destinato a rimanere libero nel suo esercizio» e non ha un prezzo che si possa esprimere in soldi. In altre parole: un incontro saltato non è monetizzabile, meglio intraprendere un’altra strada che porti a ricucire il rapporto tra padre e figlio.

Significa, quindi, che non è possibile punire con una determinata cifra un padre separato che si rifiuta di vedere il figlio solo per spingerlo a cambiare atteggiamento.

La decisione ha destato qualche perplessità tra chi si occupa di minori. C’è, ad esempio, chi ricorda come l’incontro tra genitore e figlio non sia soltanto un diritto del padre ma anche del bambino e che, quindi, si stia togliendo al ragazzino questa possibilità.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube