Coronavirus: la giustizia si ferma fino a giugno

7 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: la giustizia si ferma fino a giugno

Paralisi negli uffici giudiziari e rinvio delle udienze non urgenti, a meno di un calo dei contagi.

Processi a porte chiuse o rinviati al mese di giugno. Anche la giustizia subisce il contagio del coronavirus. Il Consiglio dei ministri che si è concluso nella notte ha approvato l’ennesimo decreto legge riguardante l’emergenza in virtù del quale ci sarà una stretta sull’attività degli uffici giudiziari fino al 31 maggio.

Sarà il capo dell’ufficio giudiziario a determinare «in caso di emergenze epidemiologiche certificate» la sospensione del lavoro nei tribunali e, quindi, lo slittamento delle udienze per reati non gravi. Non subiranno modifiche quelle sulle dichiarazioni di adottabilità, minori stranieri non accompagnati, minori allontanati dalla famiglia e per la convalida di alcuni arresti o fermi.

Il provvedimento ha effetto immediato. Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ha spiegato che «da oggi (sabato 7 marzo) per due settimane ci sarà la sospensione feriale degli uffici giudiziari. Dal 23 marzo sarà possibile per i vertici degli uffici giudiziari rinviare le udienze non urgenti. Possibili anche le videoconferenze per le udienze». Le misure saranno in vigore fino al 31 maggio, ma si potrebbe tornare progressivamente alla normalità se – come ci si augura – diminuissero i contagi.

Slitta, quindi, a data da destinarsi l’udienza prevista per lunedì nell’ambito del processo Ruby-ter che vede alla sbarra l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed altri 28 imputati.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube