Coronavirus: arrivano gli aiuti per i figli a casa

11 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: arrivano gli aiuti per i figli a casa

Il Cdm approverà oggi un decreto che riconosce un’indennità ai dipendenti e un voucher baby sitter. Contributi anche a stagionali e autonomi.

Il Consiglio dei ministri approva oggi un pacchetto con misure straordinarie per aiutare le famiglie che si trovano costrette a trovare una soluzione per custodire i figli rimasti a casa in seguito alla chiusura forzata delle scuole per l’emergenza coronavirus.

Il decreto su cui ci sarà la firma entro sera propone un pacchetto occupazione della durata massima (per ora) di 15 giorni. Nel caso le risorse non bastassero si fermerebbe a 12 giorni. Prevede l’erogazione del 30% della retribuzione per i lavoratori dipendenti, sia del settore privato sia di quello pubblico. Ma anche gli autonomi potrebbero godere di un contributo straordinario.

Il provvedimento riguarda le famiglie con figli minori di 12 anni, mentre non ci sarà alcun limite di età per i genitori con disabili. In alternativa, sarà possibile beneficiare di un voucher baby sitter da 600 euro accreditato sul libretto famiglia. Il voucher sarebbe più alto per gli infermieri. Probabile anche l’approvazione di un bonus per chi assiste anziani non autosufficienti.

Per queste misure, il Governo dovrebbe destinare circa 800 milioni di euro, in attesa di verificare anche la disponibilità dell’Europa a concedere all’Italia una certa flessibilità sui conti. Nel caso in cui si potesse arrivare al miliardo di euro, il pacchetto occupazione potrebbe allargarsi a 15 giorni e sarebbe possibile aumentare la percentuale della retribuzione per i dipendenti dal 30 al 50%.

Non solo: sempre in giornata, il Governo vuole stanziare altri 500 milioni di euro da destinare ai lavoratori stagionali penalizzati dalle conseguenze negative dell’emergenza coronavirus.

Gli autonomi, infine, beneficerebbero della sospensione dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e di un’indennità per quei settori più colpiti.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube